Xbox + Activision, l’antitrust EU avvia nuove indagini più approfondite

Si prevede che l’acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft da 68,7 miliardi di dollari sarà oggetto di approfondite indagini da parte delle autorità di regolamentazione del Regno Unito e dell’UE. All’inizio di questo mese, l’Autorità britannica per la concorrenza e i mercati ha raccomandato di avviare un’indagine di seconda fase sull’impatto dell’accordo, preoccupata che la proprietà di Activision Blizzard da parte di Microsoft “comporterebbe una sostanziale diminuzione della concorrenza all’interno di uno o più mercati nel Regno Unito”.

Microsoft ha avuto cinque giorni lavorativi per fornire prove che avrebbero dissipato queste preoccupazioni, ma il Financial Times riferisce di aver scelto di non farlo poiché riteneva che non ci fossero impegni evidenti che la CMA avrebbe probabilmente accettato, pertanto questa settimana dovrebbe iniziare un’indagine approfondita. Le fonti di si aspettano una situazione simile anche con le autorità di regolamentazione nell’Unione Europea.

Sia Activison che Xbox sono in trattative pre-notifica con le autorità di regolamentazione a Bruxelles da gennaio, con Microsoft che dovrebbe presentare ufficialmente il suo caso nelle prossime settimane.

Le persone che hanno familiarità con il processo si aspettano che le autorità di regolamentazione svolgano un’indagine più attenta a causa delle sue dimensioni e del potenziale impatto.

Un punto controverso rimangono le implicazioni per la principale rivale di Xbox, Sony, in particolare con la possibilità di rendere Call of Duty – uno dei franchise di giochi più grandi al mondo – esclusivo per le piattaforme Microsoft.

Xbox ha ripetutamente assicurato che non lo farà, almeno non a breve termine, con il boss di Xbox Phil Spencer che ha recentemente rivelato che la società stava facendo un accordo per mantenere Call of Duty su PlayStation, ma Sony ritiene che sia un accordo inadeguato.

Sulla scia delle raccomandazioni della CMA per un’indagine più lunga, il CEO di Activision Blizzard Bobby Kotick ha affermato di aspettarsi ancora che l’acquisizione venga approvata e completata entro la fine di giugno 2023.

Sony ha accolto favorevolmente la notizia di nuove indagini da parte della CMA:

“Dando a Microsoft il controllo dei giochi Activision come Call of Duty, questo accordo avrebbe importanti implicazioni negative per i giocatori e il futuro dell’industria dei giochi. Vogliamo garantire che i giocatori PlayStation continuino ad avere un’esperienza di gioco di altissima qualità e apprezziamo l’attenzione del CMA sulla protezione dei giocatori.

Microsoft ha ribadito che togliere Call of Duty ai giocatori Playstation è una mossa senza senso:

“Non ha senso per Microsoft rimuovere Call of Duty da PlayStation data la sua posizione di console leader di mercato.”