Halo Wars: Definitive Edition - Recensione

Il franchise di Halo non è solo composto da shooter in prima persona. Come molti ricorderanno, Microsoft cercò di far esplodere il genere degli strategici in tempo reale su console, e quale miglior brand per farlo se non con il più importante per Xbox? Stiamo proprio parlando di Halo Wars, videogioco uscito nel 2009 ad opera di Ensemble Studios, il team dietro la serie Age of Empire. Nonostante alcune semplificazioni per adattare il genere degli strategici su console, Halo Wars fu accolto bene, eppure Microsoft decise di non riprovare l’esperimento in tempi brevi. Infatti soltanto alla Gamescom 2015 venne annunciato il sequel affidato alle sapienti mani di Creative Assembly, maestri del genere grazie alla saga Towal War, con il solito zampino di 343 Industries. Halo Wars 2 sarà disponibile dal 21 Febbraio, ma intanto coloro che hanno prenotato la Ultimate Edition possono mettere le mani su Halo Wars: Definitive Edition, versione rimasterizzata del primo capitolo altrimenti disponibile separatamente per tutti gli altri giocatori proprio dal 21 Febbraio.

La strategia definitiva

Rispetto alla versione originale uscita su Xbox 360, la Definitive Edition di Halo Wars include tutti i contenuti aggiuntivi, una serie di achievement nuovi, cronistoria degli eventi dell’universo espanso della saga e ovviamente una serie di migliorie del comparto grafico. Halo Wars: Definitive Edition appare decisamente più pulito e fluido grazie a texture in alta definizione e ai 60 fotogrammi al secondo, tuttavia nel 2017 le mappe sentono un pochino il peso degli anni a causa di dimensioni abbastanza ridotte e ambienti piuttosto spogli. Ottime invece le cutscene in computer grafiche che risultano davvero un piacere da guardare.

Eppure nonostante alcune normalissime limitazioni dovute dagli anni, Halo Wars resta tutt’oggi un ottimo strategico in tempo reale. La storia ambientata 20 anni prima del primo episodio della saga FPS, vede la guerra tra la squadra Spirit of Fire dell’UNSC e l’alleanza Covenant in pieno svolgimento ed è composta da 15 missioni completabili in una decina di ore. Il gameplay e il sistema di controllo è quello semplice ma estremamente funzionale che i fan ricorderanno: con il tasto A si possono selezionare le truppe, con LB si può selezionare tutto l’esercito, RB per selezionare solo le truppe su schermo, il tasto RT per scorrere tra le varie unità a disposizione, la croce per passare alla propria base, le levette analogiche per la gestione della visuale, infine il tasto X e Y rispettivamente per muovere i propri soldati e per utilizzare la loro abilità speciale. Durante le missioni bisognerà gestire la propria base tramite il quale sviluppare e potenziare le proprie truppe da mandare in battaglia contro i Covenant e completare così l’obiettivo. Proprio il suo essere un gioco così accessibile per adattarsi al pad, è forse il problema più grande di Halo Wars che nella seconda parte della campagna, dopo che il giocatore ha ormai appreso tutti i trucchi del mestiere, vede il suo livello di sfida abbassarsi offrendo al giocatore pochi stimoli per imbastire tattiche più articolate. Ci avrebbe fatto piacere un piccolo accorgimento in questa Definitive Edition di questo aspetto, ma purtroppo 343 Industries si è limitata a rivedere solo il comparto tecnico.

Presente ovviamente anche il multiplayer online che vede però la scomparsa del matchmaking in favore di un browser delle partite online tramite il quale scegliere la modalità e l’avversario da sfidare. Manca anche il sistema di ranking/skill, probabilmente per concentrare tutta la community nel multiplayer di Halo Wars 2 quando disponibile nei negozi. Da segnalare infine il supporto a Xbox Play Anywhere ma è assente il cross-play, quindi i giocatori console non possono affrontare in partite online contro quelli PC.

Commento finale

In questi casi, come sempre, l’acquisto dell’edizione rimasterizzata dipende molto dalla vostra voglia di rigiocare il titolo. Se invece avete saltato il gioco a suo tempo e avete intenzione di acquistare Halo Wars 2, il pre-order dell’Ultimate Edition di quest’ultimo è consigliato. Infatti Halo Wars: Definitive Edition è un ottimo antipasto mentre si aspetta l’uscita del sequel permettendo ai fan di rispolverare le meccaniche di gioco e rivivere le vicende della Spirit of Fire.

  • Resta ancora un ottimo RTS

  • Buona rimasterizzazione...

  • ... ma tecnicamente si sentono alcuni limiti dell'epoca

  • Poche novità di rilievo rispetto al gioco originale

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.