Recensione di Your Shape: Fitness Evolved - Recensione

Recensione di Your Shape: Fitness Evolved di Console Tribe

Il videogioco è da sempre visto negativamente perché rende sedentari i giocatori, generando poi ripercussioni sulla salute sia psicologica che fisica. O almeno questo è ciò che dicono gli esperti.
Ma che cosa accadrebbe, però, se si potesse a risolvere questo “problema”?

Con l’uscita di Wii Fit per Nintendo Wii, ad esempio, il mondo videoludico ha assistito alla nascita di un nuovo genere, il fitness game. Il videogioco è così diventato un mezzo con cui mantenersi in forma. E grazie alle capacità di Kinect era ovvio aspettarsi l’arrivo di questi giochi anche su Xbox 360. Your Shape: Fitness Evolved sottolinea l’impegno che Ubisoft ha riposto nel creare un fitness game per Kinect. Sarà riuscita nell’intento?
Potete farvene un’idea leggendo la nostra recensione.

[IMG]13822[/IMG]

Un personal trainer su misura

Una delle più interessanti caratteristiche di Your Shape: Fitness Evolved è la presenza, all’interno del gioco, di un personal trainer virtuale che, grazie alla collaborazione di esperti ginnici che sono stati coinvolti nella produzione del titolo, ci consiglierà una serie di esercizi volti al raggiungimento di obiettivi prestabiliti.
Prima di poter fare qualunque tipo di attività, però, il gioco ci analizzerà attraverso Kinect chiedendoci poi informazioni come il nostro peso, ogni quanto facciamo attività fisica e quali obiettivi vogliamo raggiungere alla fine della serie di esercizi (scattandoci anche una foto per il nostro profilo). Grazie alla combinazione di tutte queste informazioni, saranno generate delle attività basate e finalizzate sulle nostre scelte. A guidarci nel corso di questi allenamenti, come già detto, sarà un personal trainer virtuale (il sesso lo possiamo scegliere noi) che inizialmente ci farà portare a termine una serie di test motori fungenti da tutorial. Questi inoltre permetteranno al gioco di carpire informazioni sulle nostre attuali capacità fisiche. Qui ci verrà spiegato anche l’HUD e alcune chicche del gameplay. L’HUD è molto semplice da comprendere: in alto a destra è rappresentata alternativamente la percentuale di completamento degli esercizi e quanti ne mancano per completare la serie. Al fine di ottenere più punti, sarà possibile soddisfare delle richieste aggiuntive scritte in questa parte dello schermo che possono andare dal fare affondi indietro, portare le mani in avanti e altro. Sulla sinistra invece troveremo un indicatore che ci mostrerà di volta in volta quante calorie abbiamo consumato. Lo scenario è anch’esso semplice, con design che variano in base all’attività svolta e che ricordano vagamente una palestra. Al centro di questo troveremo la figura del personal trainer e il riquadro in cui sarà ricostruito il nostro corpo. Questa zona viene chiamata area di gioco e una volta usciti da questo perimetro il gioco si metterà in pausa dopo pochi secondi.
Un’altra caratteristica fondamentale in Your Shape: FE è il ritmo: per ottenere il massimo punteggio non basterà solo eseguire quanto richiesto, ma anche farlo sincronizzato con il personal trainer. Se andremo di testa nostra, per capirci, l’area di gioco si colorerà di grigio e non potremo accumulare punti.

[IMG]13821[/IMG]

Your Shape: Fitness Evolved include veramente una vasta gamma di programmi per il nostro allenamento. Questo non può che essere positivo, specialmente visto che sono studiati con la collaborazione di esperti del settore. Ci saranno esercizi finalizzati al dimagrimento, all’aumento del tono muscolare o alla tonificazione del nostro corpo. Insomma, sono veramente tanti e ben strutturati. Questi saranno anche classificati in base alla difficoltà, in modo da aumentarne la varietà e garantirci un gameplay che si evolverà con noi nel corso dei nostri allenamenti.
Il titolo comunque non propone esclusivamente questa modalità, ma offre anche alcuni mini-giochi ed esercizi zen e cardio boxe. I mini-giochi, a dire il vero, non sono moltissimi ma ognuno di questi andrà a sfruttare le capacità motorie del nostro corpo. In Virtual Smash, dovremo distruggere con i nostri pugni e i nostri calci dei blocchi che verranno generati davanti a noi. Stack ‘em Up, invece, sfrutterà la nostra capacità di mantenere l’equilibrio: controlleremo una lastra sulla quale cadranno dei blocchi: dovremo riuscire a mantenerne su il più possibile per avere un numero maggiore di punti. In Loop-a-Hoop ruoteremo il nostro bacino come se avessimo un hula-hoop che genererà un vortice di petali. Infine con Light Race metteremo alla prova la nostra agilità saltando su dei blocchi immaginari che saranno disposti a cerchio intorno a noi. Non abbiate timore, ogni mini-gioco sarà preceduto da un piccolo tutorial che ve lo illustrerà. In più, come per gli esercizi, questi saranno suddivisi per difficoltà. Importante è sottolineare che in questa modalità sarà possibile il multiplayer offline fino a quattro giocatori, per sfidare i nostri amici incitandoli a battere il nostro punteggio.

Il gioco terrà inoltre traccia di tutti i nostri progressi, memorizzando di volta in volta le calorie che andremo a perdere, permettendoci così di fare delle valutazioni sui nostri miglioramenti fisici. Questi saranno anche consultabili online sul sito yourshapecenter.com. Il portale internet costiuisce il versante “online” del gioco: sarà infatti possibile visualizzare i nostri progressi, guardare le classifiche, stabilire nuovi obiettivi e sfidare i nostri amici. Potremo poi pubblicare i risultati su social network come Facebook e Twitter.

!==PB==!
Lag? Che cosa è?

Una nota nettamente positiva va sicuramente alla precisione e all’immediatezza dei comandi. Se spesso si è parlato male del Kinect a causa di un lag certe volte fin troppo elevato, sicuramente non è il caso di Your Shape: Fitness Evolved. Il nostro alter-ego virtuale all’interno del gioco, infatti, riprodurrà i nostri movimenti non solo con una precisione praticamente “1:1”, ma anche in maniera immediata, con un lag così prossimo allo zero che sembra assente. D’altro canto era auspicabile un impegno in questo senso da parte degli sviluppatori; proprio perché il gioco richiede una sincronizzazione dei nostri movimenti con quelli del personal trainer, mantenendo per di più un certo ritmo, era più che necessario fare in modo che il riconoscimento non avesse un tempo di risposta troppo elevato. Questo dunque dimostra come i risultati ottenuti con Kinect dipendano strettamente dall’impegno degli sviluppatori.

[IMG]13823[/IMG]

L’aspetto grafico è minimale. Con questo non vogliamo dire che sia stato poco curato o tralasciato, anzi da un punto di vista artistico dà un senso di calma, di pacatezza e di equilibrio. Il colore predominante sarà infatti il bianco a cui si contrasterà la nostra rappresentazione virtuale (con dei simpatici effetti di dissolvenza durante i movimenti), il personal trainer ed altri elementi dello scenario, come blocchi, sfere ecc. con colorazioni forti che risaltano subito ai nostri occhi. In sostanza, seppur il gioco di per sé non richiedesse una chissà quale cura nel comparto grafico, viene dimostrato ancora una volta l’impegno che Ubisoft ha riposto nel titolo.

Ad accompagnare tutti i nostri esercizi ci sarà costantemente una voce che man mano ci darà consigli, indicazioni e ci assisterà nel corso delle nostre attività. Gli esercizi inoltre saranno accompagnati da alcune tracce musicali di sottofondo che ci daranno il giusto ritmo per ottenere risultati migliori in modo più naturale. Non aspettatevi dunque colonne sonore di stampo classico o rock, ma solo delle semplici quanto efficaci basi ben realizzate.

Detto tutto questo, dobbiamo segnalarvi uno dei problemi maggiori che incontreremo in Your Shape: FE, ovvero lo spazio richiesto per giocare. Dati gli esercizi e i movimenti che andremo a fare, infatti, è necessaria una distanza dal sensore tra gli 1.8 e i 2.5 metri. Non tutti hanno delle stanze che possiedono questo spazio, quindi valutate bene prima di acquistare il gioco.

[IMG]13820[/IMG]

Mens sana in corpore sano

Your Shape: Fitness Evolved, in ogni caso, rappresenta uno dei titoli per Kinect più riusciti fino ad ora. Tenendo conto che si tratta di un gioco di prima generazione, i risultati sono più che buoni. Certo, siamo ben lontani da un titolo hardcore -lo stesso genere, per definizione, lo esclude a priori da questo insieme – tuttavia ciò non rappresenta in alcun modo un ostacolo alla qualità complessiva, anzi per certi versi con Your Shape: Fitness Evolved si cerca di stabilire nuovi standard all’interno del neonato genere anche grazie all’innovativa mediazione tra software e giocatore possibile grazie a Kinect. Insomma, se dovessimo attuare una classificazione tra i vari titoli oggi disponibili per il sensore di movimento di Xbox 360, senza alcun dubbio si dovrebbe annoverare il titolo Ubisoft tra quelli che più soddisfano il nostro acquisto. Ci auguriamo che possa essere riposta nel futuro la stessa cura anche in altri titoli per Kinect.

Nel frattempo, andiamo ad allenarci giocando.