Recensione di Geometry Wars: Retro Evolved - Recensione

Recensione di Geometry Wars: Retro Evolved di Console Tribe

Geometry Wars: Retro Evolved è il sequel
dell’originale sparatutto Geometry Wars della Bizarre Creations.
Geometry Wars era presente come sottogioco nascosto di PGR2, famoso
titolo di guida per Xbox dello stesso team di sviluppo ma non fu mai
reso disponibile al di fuori di questa modalità nascosta.
Con
il lancio della Xbox 360 però lo ritroviamo insieme al suo sequel
Evolved tra i titoli Arcade scaricabili dal Marketplace di Xbox Live.
Inoltre anche in PGR3 è presente come sottogioco, passeggiando nel
garage auto dell’ultimo titolo della Bizzarre Creations potrete
imbattervi in un cabinato da sala giochi e farvi una partitina a
Geometry Stars. Quella inclusa in PGR3 è una versione Time Attack di
GWRE. Il titolo completo offre la possibilità di giocare ad entrambe le
versioni senza limiti di tempo. Rispetto al titolo originale la
versione Evolved è stata arricchita con grafica in alta definizione,
audio digitale di alta qualità, nuovi nemici, nuovi effetti speciali e
una nuova implementazione dell’area di gioco. Questa, sebbene rispecchi
il titolo originale offrendo solo una zona delimitata in cui muovere la
navicella, ora non è più fissa e a tutto campo su schermo. La visuale
segue la direzione della navicella tenendola sempre in primo piano e
offrendo una maggiore sensazione di movimento.
Il gioco non ha una
storia o una trama ma si pone a tutti gli effetti in quella fascia di
giochi che crea dipendenza, per intenderci fa parte di quel tipo di
gioco che ti fa dire: “ancora un’altra e poi stacco”.
Il
gioco richiama per lo stile grafico vettoriale il padre di tutti gli
shooters arcade: il glorioso Asteroids. Visivamente parlando però
bisogna fare le dovute proporzioni, GWRE ha effetti grafici davvero
lodevoli per un giochino Arcade, è psichedelico, frenetico,
asfissiante. Il sistema di controllo invece si rifà a Robotron 2084
(anch’esso disponibile sul Marketplace di Xbox Live), estremamente
semplice e diretto. Niente complicate rotazioni della navicella,
power-up da raccogliere e opzioni di fuoco da selezionare, il tutto è
improntato sulla semplicità e l’immediatezza. Avete tutto sotto il
controllo dei vostri pollici, con la levetta analogica di sinistra
potrete far volare la vostra navicella in lungo e largo sull’area dello
schermo, con la levetta destra potrete sparare a 360 gradi
indipendentemente dalla direzione di volo. L’unico scopo è evitare i
nemici che vi vengono incontro e abbatterli per guadagnare punti. Con
il grilletto destro è possibile esplodere una bomba dall’effetto
devastante che disintegrerà tutti i nemici su schermo, ma occhio a non
rilassarvi troppo perchè sarete subito risommersi da navicelle nemiche.
Il
gioco non propone livelli ma si gioca ad oltranza finché si perdono
tutte le vite disponibili. Raggiunti determinati punteggi scattano i
power-ups, ogni 75000 punti una vita extra (fino a un massimo di 9),
ogni 100000 una bomba in più (sempre fino a un massimo di 9) e ogni
10000 punti varia la potenza di fuoco. Vi sono tre tipi di fuoco nel
gioco:
– Il primo è quello originale con cui si comincia, due colpi sparati simultaneamente ad una bassa frequenza di fuoco.

Il secondo tipo ha la stessa frequenza del primo ma sono 5 colpi di
maggiore intensità che si aprono a ventaglio. Quest’arma è ottima per
ripulire lo spazio circostanze quando è affolato di nemici e per
distruggere i buchi neri senza avvicinarsi troppo.
– Il terzo tipo
di fuoco ha una frequenza maggiore degli altri due, è meno pesante
della seconda ma è meno dispersivo. Il ventaglio in questo caso è
costituito da 3 colpi maggiormente concentrati e l’incredibile velocità
di fuoco la rende a mio avviso la migliore arma per spazzare via i
nemici.
Il sistema per incrementare il
punteggio si basa anche su dei moltiplicatori che si ottengono dopo
aver ucciso un certo ammontare di nemici senza morire. Ad esempio per
prendere il moltiplicatore 2X bisogna uccidere 25 nemici senza morire,
per prendere un 10X (il massimo), bisonga uccidere 2000 nemici senza
morire. Raggiungere un alto moltiplicatore è la chiave per ottenere
eleavati High Scores e scalare così la classifica mondiale
confrontandovi con i vostri amici.
I
nemici sono vari e colorati, tutti caratterizzanti diverse figure
geometriche e con diverse abilità: si va dai semplici quadrati azzurri
ai quadrati verdi che sfuggono sotto il vostro fuoco, dai terribili
cerchi rossi che fanno da buco nero risucchiando tutto quello che hanno
intorno per poi ”risputarvelo” addosso alle fastidiosissime girandole
viola che, se colpite, si splittano in due e tanti altri nemici. Tanti
e tutti con un’ unico scopo: distruggere la vostra navicella.
Geometry
Wars: Retro Evolved forse è uno dei giochi arcade più semplici tra
quelli lanciati con la Xbox 360, ma in un certo modo è anche uno di
quelli più entusiasmanti. Potrete scervellarvi a studiare il
comportamento delle navicelle nemiche ma alla fine vi ritroverete
istintvamente a far affidamento solo sui vostri riflessi per reagire
agli attacchi nemici. Questo è dovuto anche agli effetti visivi
particolarmente coinvolgenti in alta definizione. Noterete che il fuoco
dell’arma impatta direttamente con la griglia che fa da background
creando un groviglio di luci intorno alla navicella che vi darà
l’impressione di una vera e propria guerra stellare. La colonna sonora
si basa su un breve loop Techno, questo combinandosi con gli altri
effetti di fuoco e con il silenzio che improvvisamente subentra dopo il
fragore di una bomba migliora l’esperienza sonora complessiva. A fronte
di un prezzo irrisorio se confrontato con gli altri giochi arcade
avrete un titolo su cui tornerete spesso e ben volentieri tra una
sessione e l’altra sui titoli retail della vostra Xbox 360.
Il
gioco, di per se coinvolgente, trova nella semplicità il suo pregio ma
anche il suo più grande limite, sbloccare tutti i 12 obiettivi è
impresa ardua ma la mancanza di modalità alternative di gioco potrebbe
stancare coloro i quali non vengono subito attirati dalla meccanica di
gioco. In definitiva, anche se il gameplay è veloce e divertente, avere
come unico obiettivo il record alla lunga può stancare. L’unica
modalità alternativa è giocare al prequel del gioco che altro non è che
una versione più semplice e di minore qualità. Inoltre non esite una
modalità di gioco in Live anche se i vostri record rimarranno impressi
nelle classifiche mondiali.

 
PRO:

  • Bello da vedere, coloratissima grafica vettoriale
  • Gli effetti sonori esaltano davvero l’esperienza di gioco
  • Il sistema di controllo con i due stick analogici è semplice e intuitivo
  • Costa solo 400 MSPoints
 
CONTRO:
 
  • Non si può giocare online
  • Nessuna variante alla modalità di gioco principale