Enslaved: Odissey to the West - Articoli

Se io muoio, tu muori. Questa frase, pronunciata dalla graziosa protagonista del nuovo gioco targato Ninja Theory, rappresenta di per se' la filosofia alla base di Enslaved: Odyssey to the West. In questo titolo ambientato in un futuro post-apocalittico, vestiremo i panni di Monkey, un prigioniero umano catturato dai robot, ormai padroni incontrastati del pianeta. Svegliatosi d'improvviso in una scomoda cella, all'interno di un enorme velivolo che sorvola la citta' di New York verso una destinazione ignota, riesce ad evadere miracolosamente, grazie anche all'involontario aiuto di una sabotatrice, Trip. Ma questo non e' che l'inizio.

“Se io muoio, tu muori.”

Questa frase, tanto inquietante quanto terribile, pronunciata dalla graziosa protagonista del nuovo gioco targato Ninja Theory, rappresenta di per sé la filosofia che sta alla base di Enslaved: Odyssey to the West. Ma prima di parlarne, cominciamo con ordine, ovvero accennando alla trama.
Il giocatore, in questo titolo ambientato in un futuro post-apocalittico, veste i panni di Monkey, un prigioniero umano catturato dai robot, ormai padroni incontrastati del pianeta. Svegliatosi d’improvviso in una scomoda cella, all’interno di un enorme velivolo che sorvola la città di New York verso una destinazione ignota, riesce ad evadere miracolosamente, grazie anche all’involontario aiuto di una sabotatrice, Trip, la ragazza di cui si è parlato poco fa. Mentre Monkey fugge dalla nave, che sta lentamente precipitando, recupera i suoi oggetti personali: un bastone multifunzione e dei guantoni simili a quelli di un pugile. Durante l’evasione però, perde coscienza a causa delle troppe botte in testa. Ripresi i sensi scopre così di trovarsi finalmente sulla sicura terraferma, e riesce per la prima volta a parlare con la sua salvatrice. Ma la discussione che ha luogo non è certamente delle più piacevoli.
Solo allora Monkey scopre, con sommo dolore, di essere stato schiavizzato da Trip con una fascia di controllo posta sulla fronte. Se lui quindi non farà quello che gli viene da lei ordinato, ne soffrirà ampiamente le conseguenze. Se lui non la porterà lontano dal luogo dello schianto, ne soffrirà ampiamente le conseguenze. Se lui non la riporterà al villaggio dove vive, ne soffrirà ampiamente le conseguenze.
Se lei muore, ne soffrirà mortalmente le conseguenze.

Un mondo popolato da nemici mortali

Il povero Monkey si vedrà quindi obbligato a viaggiare in compagnia della sua nuova padrona, costretto ad attraversare location di ogni tipo, che spazieranno da città abbandonate e oramai immerse nel verde ad aree ben più cupe, simili a immense discariche e complessi industriali popolati da decine di robot assassini. Robot che, non appena vedranno la coppia, attaccheranno senza pietà, con il solo obiettivo di uccidere il nostro atletico e nerboruto eroe e l’indifesa ragazza. E se uno solo dei due dovesse cadere in battaglia, sarebbe subito Game Over.
Per questo torneranno utili gli oggetti recuperati precedentemente da Monkey, i suoi attrezzi del mestiere: il bastone multifunzione, con cui picchiare sulla testa i nemici più cocciuti, dei guanti rinforzati per tirare pugni micidiali e degli scudi di forza necessari a proteggersi da proiettili di mitragliatrici e braccia metalliche troppo pericolose. Così potrà concatenare semplici ma efficaci combo, a base di colpi deboli ma veloci o lenti ma letali, magari concatenandoli tra loro per ottenere i risultati migliori. Certo, questi oggetti inizialmente basteranno a tenervi al sicuro dalla maggior parte delle minacce, ma mano a mano che vi addentrerete sempre più nel cuore del continente americano dovrete fare affidamento su armi più potenti. Ecco così che potrete mettere mano su mitragliatori a canne multiple ritrovati lungo il percorso, potenziamenti per il lungo bastone e altri oggetti che di sicuro imparerete ad apprezzare.

Anche Trip potrà contribuire in maniera minore alla distruzione dei rivali, ma il suo aiuto sarà cosa davvero da poco. Specialmente quando vi imbatterete nei mostri tecnologici più grandi: bestie metalliche dalle vaghe forme animali, pronte a darvi la caccia fino alla fine, vostra o loro che sia.
Ecco quindi “esseri” simili a rinoceronti o a bufali inferociti che vi caricheranno senza pensarci troppo, o una sorta d’immensa tigre d’acciaio che vi perseguiterà incessantemente.
Mano a mano che la coppia si avvicinerà alla meta, gli avversari che sbarreranno loro il passo saranno sempre più numerosi, e le dimensioni cresceranno in maniera esponenziale. E la missione principale di Monkey, quella di proteggere Trip, diverrà davvero ardua.