Battlefield V – Tutti i dettagli: data di uscita, seconda guerra mondiale e molto altro

Si è tenuto questa sera l’evento di presentazione di Battlefield V in cui Electronic Arts hanno mostrato il primo trailer del gioco e diffuso tante nuove informazioni che vi elenchiamo di seguito. In calce alla notizia trovate anche il trailer e le prime immagini del gioco. Più in basso inoltre vi riportiamo le parole che DICE ha diffuso sul sito ufficiale del gioco per parlare di Battlefield V.

  • Battlefield V uscirà il 19 Ottobre. La Deluxe Edition permetterà di accedere al gioco con qualche giorno di anticipo, il 14 Ottobre. Infine gli abbonati a EA Access potranno accedere alla prova di 10 ore dall’11 Ottobre.
  • Seconda Guerra Mondiale.
  • In singleplayer Ritornano le Storie di Guerra. Vivremo eventi come il Bombardamento di Rotterdam, l’esplorazione del Nord Africa, e l’esplorazione delle campagne francesi. In una delle storie di guerra troveremo una donna come protagonista.
  • Rinnovate le Operazioni di Battlefield 1 che adesso si chiameranno Grand Operations. Verranno proposte 4 differenti mappe ed altrettante modalità con l’esito di ogni battaglia che influenzerà quelle successive. Ritorna inoltre la modalità Conquest per 64 giocatori.
  • Combined Arms è la modalità cooperative per cinque giocatori con missioni procedurali e obiettivi a cadenza regolari. Gli obiettivi quotidiani saranno legati alla progressione dei personaggi, armi e dei veicoli in modo tale da sbloccare dei perks che garantiranno dei bonus.
  • Sarà possibile personalizzare il proprio personaggio così come l’estetica delle armi e dei veicoli.
  • Gli sviluppatori affermano di voler offrire il gameplay più coinvolgente del franchise consentendo ai giocatori di spostare artiglierie, costruire fortificazioni e riparare strutture danneggiate, modificando il campo di battaglia a proprio vantaggio
  • Niente Premium Pass ma solo DLC gratuiti post-lancio grazie a Tides of War. Ci saranno quindi nuovi contenuti come Storie di Guerra, nuove modalità, eventi a tempo e mappe aggiuntive. Ci saranno le microtransazioni ma solo per gli oggetti estetici.
  • La Battle Royale non è stata annunciata, tuttavia DICE non esclude questa possibilità affermando infatti che questa modalità sarebbe perfetta per il gioco essendoci già enormi mappe sandbox, veicoli e gameplay su larga scala.

La Seconda Guerra Mondiale. Per alcuni è il più grande conflitto della storia.

Per me e la squadra originale, che nel 1999 avevamo il sogno di ampliare il genere degli sparatutto aggiungendo carri armati, veicoli e unità navali in un grande campo di battaglia, la Seconda Guerra Mondiale era da sempre la nostra prima scelta. Il risultato è stato Battlefield 1942, il gioco che ha dato inizio a un viaggio che sto compiendo ancora oggi.

Ricreare nel gioco i momenti dei nostri film preferiti sulla Seconda Guerra Mondiale, senza prenderci troppo seriamente, è stato entusiasmante. Ricordo i playtest nella mappa classica Wake Island, quando sorvolando uno scenario pieno di navi, carri armati, aerei e soldati tutti coinvolti in una battaglia epica ci siamo resi conto di aver raggiunto il nostro obiettivo.

Da allora abbiamo creato vari capitoli di Battlefield ambientati in epoche diverse, ognuno con una propria identità. Però devo ammetterlo: avevamo tanta voglia di tornare alla Seconda Guerra Mondiale.

Dopo aver scelto un periodo storico più moderno per Battlefield 2 e fino a Battlefield 4, ci siamo chiesti in quale direzione portare la serie. La Seconda Guerra Mondiale era sempre nei nostri pensieri, ma eravamo anche interessati alla Grande Guerra e ai preconcetti che la circondavano. A posteriori, è stata una mossa coraggiosa ma azzeccata che ha portato alla creazione di Battlefield 1.

La pianificazione del capitolo successivo ha riaperto la porta alla Seconda Guerra Mondiale. Si tratta di un contesto storico di cui si è abusato nei giochi di qualche anno fa, perciò non volevamo riciclare scenari già visti, come sbarchi e battaglie fin troppo familiari. Così abbiamo adottato lo stesso “mantra” di Battlefield 1 – “cose mai raccontate, mai giocate, mai viste” – per sgombrare la mente da qualsiasi aspettativa e concentrarci su ciò che ci emozionava veramente.

Il risultato è Battlefield V.

Combatti in località sorprendenti

Invece che tornare alle ambientazioni di Battlefield 1942, abbiamo deciso di esplorare altri luoghi, raccontando storie di guerra che potrebbero essere poco note ai giocatori.

Nel multigiocatore di Battlefield V ci si trova a combattere in campi aperti e paludi, su ponti e in mezzo a canali, nonché tra le macerie di città devastate. Ognuno di questi teatri di guerra ha svolto un ruolo cruciale, anche se nel tempo è passato in secondo piano rispetto ad altri più famosi.

Il trailer di presentazione è un ottimo esempio di questo approccio: mostra i frenetici combattimenti nella Francia settentrionale all’inizio della guerra, un periodo storico inatteso. In questo scenario sono già presenti gli elementi tipici della Seconda Guerra Mondiale, come il lancio di paracadutisti nei pressi di un ponte dal grande valore strategico. Tuttavia, questa azione fa parte dell’offensiva tedesca contro le posizioni britanniche lungo il fiume Schelda, a cui seguiranno i drammatici eventi di Dunkirk.

Località inedite sono presenti anche nelle Storie di guerra per giocatore singolo. Dal momento che Battlefield V è stato creato a Stoccolma, in Svezia, la vicina Norvegia è stata fin da subito tra le prime scelte nella nostra ricerca di scenari insoliti. In questo contesto raccontiamo la storia di un giovane membro della resistenza norvegese durante l’occupazione tedesca. Non si tratta della consueta avventura da cui dipendono le sorti del mondo, perché prevale una prospettiva più intima: salvare i propri cari. Per ciascuna storia abbiamo voluto trovare un nuovo punto di vista, nuove atmosfere e nuove dinamiche di gioco in grado di stupire ogni volta il giocatore.

Ma queste località sono soltanto l’inizio. Dopo la pubblicazione di Battlefield V, continueremo a sviluppare nuove mappe ed esperienze attingendo alle inesauribili storie della Seconda Guerra Mondiale.

Vivi una Seconda Guerra Mondiale in continua evoluzione con i soldati della tua compagnia

Il viaggio nel mondo di Battlefield V inizia dalla compagnia, in cui si può rendere unico ogni soldato. Vogliamo che, progredendo nel gioco, i giocatori possano crescere insieme alla propria compagnia di soldati e veicoli vivendo la Seconda Guerra Mondiale. Si possono creare e personalizzare soldati, armi e veicoli, stabilendone aspetti e funzionalità nel gioco.

La compagnia garantisce un’esperienza più personale e tattica. Si instaura un rapporto più diretto con le proprie truppe e l’aspetto dei veicoli può essere modificato liberamente. È possibile cambiare l’estetica dei soldati (uomini e donne) personalizzando volti, tenute e pitture di guerra, ma anche cambiarne lo stile di gioco intervenendo su classe, archetipo e attrezzatura.

Armi e veicoli da un’era di progresso tecnologico senza precedenti

Vogliamo che Battlefield V fornisca un’esperienza autentica e inaspettata della Seconda Guerra Mondiale. Ciò significa trovare un giusto compromesso tra elementi noti e meno noti, e questo vale soprattutto per armi e veicoli.

Abbiamo studiato l’evoluzione degli strumenti bellici nel corso della Seconda Guerra Mondiale, cercando nuove prospettive per garantire la massima varietà a livello di gameplay, senza rinunciare al realismo storico. Ovviamente sono presenti le armi classiche dell’epoca, ma a queste si affiancano razzi V1 e altri attacchi devastanti sul campo di battaglia.

“La necessità è la madre dell’inventiva”, come si suol dire, e questo è particolarmente vero per lo straordinario progresso tecnologico avvenuto durante la Seconda Guerra Mondiale. Un buon esempio è il telaio dei carri armati: in questi anni è rimasto praticamente identico, ma al tempo stesso è servito da base per numerose migliorie e specializzazioni. Questo è evidente in Battlefield V, dove possiamo pilotare un carro leggero che usa lo stesso telaio di un’unità di contraerea mobile.

Inoltre, non era nostra intenzione proporre i soliti veicoli in località già viste in molte altre occasioni. Vogliamo che veicoli, armi e soldati abbiano tutti una storia, con un peso e un vissuto che sappiano suscitare interesse e curiosità. I veicoli sono spesso delle “case mobili”, come si dovrebbe evincere dai segni delle battaglie che hanno combattuto. Modifiche e tocchi personali erano piuttosto comuni in tempo di guerra. Abbiamo inserito anche questo aspetto per aumentare ulteriormente le opzioni di personalizzazione a disposizione dei giocatori.

Preparati a Battlefield V

Negli ultimi anni, abbiamo lavorato duramente per realizzare questa visione della Seconda Guerra Mondiale. Ho ancora un armadio pieno di materiale di riferimento e vecchi documenti di progettazione dai tempi di Battlefield 1942 e Battlefield 1943, ma abbiamo deciso di non aprirlo. Volevamo percorrere strade mai battute.

Siamo ansiosi di vedere se anche i nostri fan saranno entusiasti di questa nuova prospettiva sulla Seconda Guerra Mondiale quanto lo siamo noi.

I 10 Momenti Più Elettrizzanti Del Trailer Di Presentazione Di Battlefield V

1. Dinamiche di squadra più profonde
All’inizio del trailer, una squadra è coinvolta in un’intensa battaglia che la vede attaccare un’abitazione nella campagna francese. Le cose non vanno come previsto, ma con il gioco di squadra, che permette tra le altre cose di trascinare al sicuro gli alleati feriti e rianimarli, si possono avere più probabilità di successo in Battlefield V. La collaborazione tra i compagni di squadra è ancora più importante in questo gioco, perché genera dei Punti Squadra utili per conquistare la vittoria. Ma di questo parleremo più avanti!

2. Sentire l’impatto del campo di battaglia
L’abitazione di cui parlavamo poco fa, bersagliata da proiettili e carri armati, non resiste molto. Con Battlefield V, vogliamo rendere ancora più autentica la sensazione di trovarsi sul campo di battaglia. Grazie a una completa revisione del sistema delle animazioni, ora risulta più marcato l’impatto del mondo su di noi, e viceversa. Nella pratica, questo si traduce in molti modi: un soldato investito dall’onda d’urto di un’esplosione, per esempio, si abbassa e inizia a indietreggiare.

3. Trainare le armi fisse
Circa un minuto dopo l’inizio del trailer, si vede un carro Valentine britannico trainare un’arma fissa Flak-38 verso una nuova posizione strategica. Ebbene sì: la Flak-38 è pienamente operativa anche mentre viene trainata. Vogliamo permettervi di usare tutte le attrezzature disponibili in campo per volgere la battaglia a vostro favore. In questo modo, tutte le mappe e le partite sono ogni volta diverse. Siamo ansiosi di vedervi integrare questa nuova meccanica nelle azioni più tradizionali di Battlefield, creando per esempio devastanti assalti in movimento.

4. Ogni soldato sul campo di battaglia ha un aspetto e uno stile di gioco unico
La squadra che si vede nel trailer non ha l’aspetto o l’equipaggiamento predefinito. Questi soldati fanno parte di una compagnia evoluta che, nel corso di molte battaglie, ha ottenuto elementi di personalizzazione d’alto livello, molti dei quali si ispirano a storie mai raccontate della Seconda Guerra Mondiale. Guardate di nuovo il trailer: è difficile trovare due soldati identici. La personalizzazione non è puramente estetica. Si vedono soldati equipaggiati con fucili di precisione modificati e attrezzatura anticarro, tutti con un ruolo specifico sul campo di battaglia in base al loro stile di gioco.

5. Fortificazioni e riparazioni
Pochi istanti dopo, raccogliamo un’arma a terra. Ma avete notato cosa succede poco più in là? Dei compagni di squadra fortificano la loro posizione, costruiscono una barriera con sacchi di sabbia e montano un’arma fissa. Nel gioco è possibile riparare e fortificare le strutture per ottenere un vantaggio sugli attaccanti.

6. La distruzione come tattica
Il sistema di distruzione migliorato di Battlefield V permette di sfondare oggetti di grandi dimensioni, come l’abitazione all’inizio del trailer, creando nuove opzioni tattiche. La distruzione è anche più “granulare” rispetto al passato, con le armi che creano fori di varie dimensioni in base al loro calibro e i colpi che producono schegge quando penetrano nelle pareti.

7. Rilanciare le granate e colpirle al volo
Il sistema delle granate si è evoluto per permettere l’esecuzione di azioni spettacolari, come quella che si vede circa un minuto e mezzo dopo l’inizio del trailer. Le granate possono essere non solo rilanciate, ma anche colpite mentre sono ancora in volo. Ciò permette di creare momenti di Battlefield davvero epici,  specie se un aereo nemico si trova al posto sbagliato nel momento sbagliato.

8. Armi e veicoli da personalizzare
In Battlefield V non c’è una battaglia uguale all’altra. Ogni storia è nuova, e ogni soldato è unico. Vogliamo che i vostri “ferri del mestiere” diventino il vostro equipaggiamento originale e personale. Nel trailer si vedono armi e veicoli personalizzati a non finire: siamo curiosi di vedere quali fantastiche creazioni porterete sul campo di battaglia.

9. Nuove ambientazioni e un approccio inedito alla Seconda Guerra Mondiale
La creazione di questa mappa e la scelta di questo periodo della Seconda Guerra Mondiale esprimono chiaramente la nostra principale ambizione in Battlefield V: farvi esplorare campi di battaglia meno conosciuti. Gli scenari sono basati su eventi che hanno preceduto l’evacuazione di Dunkirk, in un’epoca in cui i carri armati tedeschi dominavano incontrastati. Nel complesso, è una Seconda Guerra Mondiale come non si era mai vista prima. Al tempo stesso, però, è una classica esperienza di guerra totale in cui si scontrano soldati, carri e aerei. Combattendo negli acquitrini e tra la fitta vegetazione che circonda l’elemento centrale, un ponte sul fiume Schelda parzialmente distrutto, c’è spazio per ogni stile di gioco. Sceglierete un assalto ravvicinato per bloccare la via che attraversa il ponte? Oppure dominerete i cieli ai comandi di uno Spitfire per far piovere morte su tutto ciò che si muove? A voi la scelta.

10. Richiedere devastanti rinforzi
Il trailer finisce con il botto quando viene lanciato un razzo V1. Il V1 e altri potenti rinforzi possono essere richiesti da un caposquadra che ha ottenuto abbastanza Punti Squadra. Un’ulteriore dimostrazione che il gioco di squadra paga! Sapremo dirvi di più su dinamiche di squadra, rinforzi e altre novità del multigiocatore all’evento EA Play in programma il 9 giugno.

 


Battlefield 5 è un videogioco che appartiene alla serie del genere pubblicato da per , .

Battlefield 5 non ha ancora una data di uscita.

2 Commenti a “Battlefield V – Tutti i dettagli: data di uscita, seconda guerra mondiale e molto altro”

  1. Prinzilabelva on

    Voglio più profondità rispetto a bf1, in cui la progressione faceva ridere. Poi personalmente volevo il ritorno a un bf3 o 4 in cui era tutto più lento e ragionato, oltre che realistico. Dal trailer invece mi sembra quasi cod…. speriamo bene.

  2. stefano.pet on

    Tutte buone notizie, ma quest'anno penso che aspetterò un po' a prenderlo. Non so perchè, ma non sono convinto al 100%. Già Bf1 mi aveva stancato subito, questo mi da l'impressione di poterlo fare più in fretta. Ho notato che più si ampia il numero di giocatori in contemporanea e meno mi diverto. Preferivo i battlefield più ragionati di una volta.

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.