Sempre di corsa con Kinect Rush - Recensione

Il più grande giocattolo a disposizione di ogni bambino è sicuramente la fantasia: grazie ad un'idea si possono creare mondi interi e passare interi pomeriggi di svago. Kinect Rush amplifica il potere della fantasia e grazie all’aiuto del Kinect ci catapulta nell’universo dei cartoni Pixar con uno schiocco di dita.

Il più grande giocattolo a disposizione di ogni bambino è sicuramente la fantasia: grazie ad un’idea si possono creare mondi interi e passare interi pomeriggi di svago. Kinect Rush amplifica il potere della fantasia e grazie all’aiuto del Kinect ci catapulta nell’universo dei cartoni Pixar con uno schiocco di dita.


Facciamo che…

Giocare fianco a fianco con gli eroi dei nostri film preferiti, vivere una storia appassionante e collaborare con loro come dei protagonisti, ma prima di tutto creare un alter ego per entrare nel mondo virtuale. Questo è il nostro compito iniziale: grazie ai comandi vocali e allo scan della fotocamera il Kinect è in grado di replicare la nostra figura e di adattarla alle varie situazioni di gioco e, anche se i modelli sono in realtà molto semplici, l’effetto per i nostri bambini sarà sicuramente d’impatto. Archiviata la creazione dell’avatar siamo lanciati direttamente nel parco giochi a tema dove poter camminare liberamente, anche insieme ad un amico usando il pratico split-screen verticale. Il parco funge quindi da menù di selezione, con cinque diverse aree, ognuna dedicata ad un film Pixar differente: RatatouilleToy StoryCarsUp e Gli Incredibili. Ad aspettarci in ogni attrazione c’è un bambino che coordinerà il gioco lavorando di fantasia e dopo la sua introduzione saremo catapultati nella storia impersonando un protagonista differente per ogni film: un topo, un robottino giocattolo, una vettura, un esploratore della natura selvaggia o un supereroe. L’avventura è quindi divisa in diversi capitoli che vanno sbloccati in ordine seguendo cinque inedite storie che prendono però le basi dai film già visti al cinema: troveremo quindi tutti gli eroi e gli scenari che già conosciamo e riusciremo ad assistere alle loro gesta in prima persona.
Come dice il nome del titolo in Kinect Rush si va di fretta: fatta eccezione per il mondo di Cars, in tutti gli altri ruoli l’attività principale sarà sempre quella della corsa, che si traduce con uno sgambettare furioso sul posto. Ovviamente saremo in grado di inclinarci a destra e a sinistra per dirigere meglio il nostro eroe e raccogliere così monete e collezionabili sparsi per il percorso guidato, non mancano inoltre ostacoli che ci chiedono di saltare o abbassarci. Finiti questi lunghi “corridoi“ ci aspettano delle aree chiuse più ampie e liberamente esplorabili, dove si nasconde un enigma che ci blocca il passaggio: i semplici puzzle richiedono sempre la collaborazione dei due giocatori o, nel caso di gioco in solitaria, l’aiuto dell’intelligenza artificiale. Troviamo infine delle sezioni di guida dove piloteremo i mezzi più assurdi grazie all’imposizione e al movimento delle nostre braccia.
Il reparto tecnico ci offre una grafica colorata con degli scenari ben costruiti e sempre vari dove vanno ad esibirsi dei personaggi caratteristici e ben ricreati; ovviamente tutto va calibrato secondo gli standard inferiori tipico dei giochi Kinect, ma in ogni caso la direzione artistica presa direttamente dalle opere Pixar si fa sicuramente sentire. Senza compromessi invece sonoro e doppiaggio: impeccabile il primo e perfettamente adattato il secondo, con le voci originali in italiano tratte direttamente dai lungometraggi.

Cinque storie al prezzo di una

Kinect Rush è un titolo che fa della narrazione il suo punto di forza: i più piccoli rimarranno sicuramente rapiti di fronte alle storie raccontate dai loro beniamini, grazie al doppiaggio coerente e ben adattato e alla grafica in stile cartoon. Qualche problema sorgerà invece nella parte puramente ludica, dove le fasi di corsa lunghe e ripetitive metteranno a dura prova la pazienza dei giocatori; per fortuna il titolo spezza l’esperienza con i puzzle e con le sessioni in auto, sicuramente le più riuscite del lotto. Per il target indicato, quello dei bambini, Kinect Rush è un titolo che fa il suo lavoro egregiamente che piacerà anche ai genitori perché invoglia all’attività fisica continua. Un’ottima valvola di sfogo anche per i ragazzini più scalmanati.

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.