Recensione di Sonic & Sega All-Stars Racing - Recensione

Recensione di Sonic & Sega All-Stars Racing di Console Tribe

Sono parecchi i personaggi che ad un certo punto della loro carriera decidono di scendere in pista: Crash Bandicoot, Mario, Schum… Ehm, comunque sia anche SEGA ha finalmente permesso alla sua icona Sonic e a tutti i personaggi principali delle sue produzioni più blasonate di mettersi al volante di potenti bolidi cromati e darsi battaglia nella più folle di tutte le competizioni automobilistiche. Tutto questo è Sonic & Sega All-Stars Racing!

Non solo porcospini

Come dicevamo, prima o poi doveva succedere, un titolo di corse con protagonisti tutti i principali personaggi SEGA non poteva mancare, se non altro per non darla vinta senza lottare agli acerrimi rivali della grande N. Ecco quindi scendere in pista Sonic, Shadow, il dottor Eggman, Amigo e persino Ryo Hazuki, scomodatosi dal magnifico universo di Shenmue. Ad accompagnare questi volti già noti ai più tutta una serie di altri personaggi protagonisti (chi più, chi meno) delle più amate produzioni SEGA, per un totale di 20 piloti. Ovviamente ad ognuno è stato assegnato un simpatico bolide consono alle proprie caratteristiche sia per stile che per potenzialità, divisa tra motociclette, automobili e quad.

Le modalità a nostra disposizione si dividono nelle classiche gare veloci, a tempo, gran premio ed in una divertentissima modalità a missioni in cui dovremo affrontare una gara e terminarla portando a compimento determinati obiettivi, ricevendo alla fine della nostra performance una valutazione che va da un minimo espresso con una desolante B ad un massimo rappresentato da un gratificante AAA. Il gran premio ci vedrà impegnati in una serie di campionati composti da quattro gare da svolgersi su altrettanti circuiti in cui potremo guadagnare punti a seconda del nostro piazzamento. Il campionato successivo verrà sbloccato soltanto se al termine di quello corrente avremo mantenuto almeno il terzo posto in classifica, in caso contrario dovremo disputarlo nuovamente. Alla fine di ogni campionato ci verranno assegnati dei punti SEGA spendibili presso l’apposito negozio per acquistare nuovi personaggi ed oggetti.

[IMG]11738[/IMG]

Una competizione per veri duri

Una volta in pista non avremo il minimo problema a familiarizzare con i semplici controlli del titolo. Tramite i trigger dorsali potremo accellerare e dare il via ad una derapata, quest’ultima più sarà lunga e più caricherà il nostro turbo, che verrà azionato al solo rilascio del trigger. Ogni veicolo ha naturalmente le sue peculiarità a cui dovrete far fronte ma i comandi rispondono alla perfezione e vi basteranno un paio di gare per sfruttare al meglio le caratteristiche del vostro mezzo. Non potevano mancare i classici bonus sparsi sulla pista. I power-up in questione verranno ricevuti semplicemente passando sopra la scatola che li contiene ed ovviamente potrete disporre di un solo bonus alla volta. I poteri a nostra disposizione sono i classici turbo, missili a ricerca di calore, ostacoli vari da piazzare in mezzo alla pista fino ad arrivare alla mossa “All-Star”, che farà entrare il vostro personaggio nell’omonima modalità dandovi la possibilità di correre alla velocità della luce nonché di abbattere qualsiasi avversario vi si pari davanti; ognuno dei personaggi eseguirà naturalmente una mossa All-Star differente ed estremamente spettacolare; è da segnalare a tal proposito che, sebbene tutti gli altri power-up verranno assegnati in maniera totalmente casuale, avrete più probabilità di ricevere l’ambita mossa All-Star nel caso vi troviate in difficoltà durante la corsa. Non mancheranno nemmeno i vari bonus ed ostacoli offerti direttamente dai pazzeschi circuiti che percorrerete, rappresentati da turbo e salti da una piattaforma all’altra ad ostacoli mobili in tema con le caratteristiche della pista. In questi aspetti il titolo Sega ricorda fortemente il primo, leggendario Crash Team Racing, riuscendo a riproporre lo stesso cocktail di divertimento, frenesia e spensieratezza del titolo Naughty Dog, da cui pesca a piene mani anche nelle meccaniche di gameplay sopracitate. Tuttavia nonostante il divertimento che scaturisce da questo tipo di gameplay, ci saremmo aspettati un qualcosa in più visto che questo genere di caratteristiche è stato già iper-sfruttato sia dal già citato Crash sia da un veterano delle corse come Mario Kart. A stupire è comunque la forte sensazione di velocità che si prova durante le corse, grazie ad un ritmo frenetico e al veloce susseguirsi di power-up, sprint e salti acrobatici.

[IMG]11739[/IMG]

Riguardo il livello di difficoltà possiamo dire che si attesta su buoni standard. Infatti se in modalità principiante avrete facilmente la meglio sui vostri avversari, basterà impostare le modalità avanzato o esperto per rendersi subito conto di quanto sia sviluppata l’intelligenza artificiale messa in campo dai ragazzi di Sumo Digital: i vostri avversari sfrutteranno i bonus con il giusto tempismo e manterranno uno stile di guida molto aggressivo nei vostri confronti, rendendovi la vita tutt’altro che facile.

Una menzione particolare la meritano gli eccezionali circuiti che ci troveremo a percorrere. Oltre a godere di un magnifico design, si sviluppano a volte su più livelli e cambiano totalmente fisionomia tra un sezione e l’altra, garantendo un’eterogeneità che non fa altro che arricchire la divertentissima esperienza di gioco. Ogni circuito è poi ovviamente ispirato ai più famosi universi SEGA (da Sonic e Shenmue a Samba de Amigo) oppure agli stessi personaggi. Unico neo è rappresentato dalla mancanza di passaggi segreti o scorciatoie da scoprire, ma è una piccolezza su cui possiamo tranquillamente chiudere un occhio.
Il gioco si rivela quindi divertentissimo in ogni sua modalità single player ma sfodera tutto il suo potenziale nella modalità a schermo condiviso fino a quattro giocatori, dando vita ad un vero e proprio delirio di intrattenimento videoludico, appagando anche i giocatori che si ritengono ormai troppo “maturi” per questo genere di videogame.

!==PB==!
In 8 si fa il botto!

Oltre alla modalità split screen fino a 4 giocatori avremo anche modo di sfidarne fino a 8 nell’ottima modalità multiplayer in cui gareggeremo contro i giocatori di tutto il mondo sui deliranti circuiti del campionato offline. Sarà possibile creare facilmente una lobby di gioco ed invitare i propri amici per una partita veloce oppure avviare la ricerca di altri giocatori in rete. Oltre alla classica corsa ad 8 giocatori (con annessa classifica mondiale) potremo scaricare i “fantasmi” dei giocatori più veloci del mondo e cercare di battere il loro tempo migliore. Le nostre prove si sono svolte senza particolari problemi legati alla connessione e tutte le gare sono filate via in modo fluido e soddisfacente rendendo estremamente godibile ed appagante anche il versante online della produzione Sumo Digital.

[IMG]11481[/IMG]

Scintillante!

Tecnicamente Sonic & Sega All-Stars Racing si presenta egregiamente. La grafica pulita e coloratissima lascia pienamente soddisfatti e l’eccezionale level design dei 24 circuiti disponibili vi sorprenderà senza dubbio per l’esilarante bellezza e le sapienti scelte cromatiche. I modelli poligonali dei protagonisti e dei veicoli sono sufficientemente dettagliati e le animazioni sono tutte molto fluide e divertenti. Il vostro schermo si trasformerà in un tripudio di colori che verrà mosso senza particolari problemi a 60 frame per secondo (con qualche rallentamento quà e la), supportando una risoluzione nativa a 720p.
Il versante audio si conferma altrettanto spettacolare, caratterizzato da musiche incalzanti provenienti dai titoli dedicati ai personaggi in gioco ed effetti sonori cartooneschi mai fuori luogo nonché da un telecronista virtuale simpaticissimo che sottolineerà le deliranti azioni dei piloti con osservazioni pungenti e battute esilaranti per tutta la durata della corsa.

[IMG]11737[/IMG]

Corri Sonic! Corri!

Sonic & Sega All-Stars Racing si è rivelato un titolo estremamente divertente seppur abbia evidenziato un impegno quasi nullo degli sviluppatori nel voler offrire un qualcosa di nuovo. I Sumo Digital si sono limitati infatti a mantenere e personalizzare meccaniche già collaudate da un ottimo titolo come Crash Team Racing. Il risultato è indubbiamente soddisfacente in termini di reattività dei comandi, bilanciamento del gameplay e longevità ma, come già detto, ci saremmo aspettati qualcosa in più per un nuovo brand dedicato all’universo Sonic e SEGA in generale. Tuttavia il gioco diverte e parecchio, sia in single player (con una longevità garantita sia dal campionato che dalle divertenti quanto numerose sfide) che nelle ottime modalità in split screen offline (fino a 4 giocatori) che ad 8 giocatori in multiplayer. Fiore all’occhiello del titolo è senza dubbio il comparto tecnico che si è dimostrato essere uno dei punti più alti della categoria in questa next generation.
L’acquisto è consigliato senza dubbio a tutti, specialmente agli amanti di racing game che cercano una valida alternativa alla banda motorizzata del buon Mario, che ha trovato finalmente pane per i suoi denti… almeno in pista.