Prince of Persia: The Forgotten Sands (?!)

Console tribe news - Prince of Persia: The Forgotten Sands (?!)

Il sito Superannuation ha scoperto, nel corso della giornata, l?ennesimo trademark fresco di registrazione, stavolta riguardante un prossimo progetto per Prince of Persia. Il nuovo marchio registrato, chiamato ?Prince of Persia The Forgotten Sands? è stato registrato, nientemeno, che dal creatore della serie Jordan Machner e non si sa ancora se possa essere un sequel per lo scorso capitolo della serie, il ?Prince of Persia? in cel shading del 2008, o un gioco inerente l?adattamento filmico del brand, con protagonista Jake Gyllenhaal. Ovviamente siamo frementi ed in attesa di notizie, ma la cosa non ci vieta di speculare un po? sulla questione. Voi lo vorreste un nuovo capitolo della serie? Magari un sequel al titolo dello scorso anno, o no?


Prince of Persia è un videogioco del genere sviluppato da e pubblicato da per , .

La data di uscita di Prince of Persia è il 4 dicembre 2008 per Playstation 3, Xbox 360.

31 Commenti a “Prince of Persia: The Forgotten Sands (?!)”

1 2
  1. AnBPS3 on

    Il primo l'ho trovato molto bello, Elica è il personaggio femminile più riuscito in un videogioco (secondo me). La nuova veste del principe era molto piacevole.

    Alla fine è un gioco fatto di salti e incontri sporadici esattamente come il primo del lontano 1989. E non come gli obrobri che hanno seguito Sands of Time.

    Io un seguito lo prenderei molto volentieri.

  2. glenkocco on

    Prince of Persia del 2008 era carino si, ma troppo piatto diciamo.. un sequel sarebbe ben accetto se modificano un paio di cosine e migliorano il tutto.. un pò come hanno fatto con Gears of War..

  3. Viking676 on

    Veramente come linearità di solito si intende le varie scelte che si possono effettuare nel corso del gioco e che andranno ad influire sulla trama.

    Scusami, ma dire che Uncharted/Halo/Killzone ecc non sono lineari semplicemente perchè puoi "scegliere" di uccidere un nemico come meglio credi, non significa niente.

    Ci mancherebbe pure che in un gioco di esplorazione/sparatutto non puoi uccidere con l'arma che ti pare.

    La linearità, o la non-linearità, nei videogiochi non esiste. Non è mica la vita umana, dove niente è scritto.

    Nei giochi come Mass Effect/Gta/Fallout ecc hai si delle scelte, ma alla fine ti porteranno sempre ad un determinato finale (o ad uno differente in caso di finali multipli)

    Quindi, a mio parere è sbagliato parlare di linearità, dato che è un fattore COMUNE in tutti i giochi, anche quelli che ti presentano delle finte-scelte.

    Assassin's non era lineare….era monotono…

    Ecco di solito su usa linearità per dire quello che dici tied in effetti è un termine usato male.

    Dici giustamene ci mancherebbe altro che inuno sparatutto tu non possa scegliere l'arma migliore per uccidere ed in Pop che si fa?Cioè il tombino magico è già messo a disposizione nel punto in cui lo devi usare!Ad ogni modo non mi hai detto la differenza tra i vari "tombini".

    Per usare parole tue in modo da non fraintenderci più sul significato delle parole :razz:op è lineare nella sua totalità.Non puoi scegliere come affrontare un combattimento perchè di combattimenti non c'è ne sono ,tranne quelli con i boss , e anche li il gioco va in"demo"e devi solo schiacciare l'attacco al momento opportuno.Stessa cosa per i salti : lo stck analogico non serve basta che schiacci salto al momento opportuno e superi la scarpata.Sui "tombini" ho già detto l'impossibile.E'tutto pilotato.Ovvio anche soul calibur è lineare cioè abbatti tutti i nemici e arrivi al finale ma non è lineare nel modo in cui affronti ogni singolo avversario.Ogni battaglia fa storia se : puoi scegliere tra un serie molto variegata di azioni ed adottare uno stile di lotta a seconda del nemico.

    E poi domanda cio testualmente : "Ci mancherebbe pure che in un gioco di esplorazione/sparatutto non puoi uccidere con l'arma che ti pare."

    E pop che gioco sarebbe?

  4. robocop_88 on

    il problema dell'ultimo prince of persia non è la grafica o il livello tecnico(l'unica cosa che ho apprezzato) ma il gameplay troppo legnoso e automatico

    robocop_88 ha aggiunto 0 Minuti e 31 Secondi più tardi…


    cosa di cui soffrono molti titoli ubisoft

  5. Leviathan83 on

    Il primo capitolo della nuova trilogia è molto bello, ma sinceramente è troppo semplice: vorrei che ci fossero più scontri a movimentare il gameplay, altrimenti una bella parte del divertimento viene meno! Dove sono finiti gli scontri frenetici della scorsa trilogia???

  6. Mihawk on

    Ecco di solito su usa linearità per dire quello che dici tied in effetti è un termine usato male.

    Dici giustamene ci mancherebbe altro che inuno sparatutto tu non possa scegliere l'arma migliore per uccidere ed in Pop che si fa?Cioè il tombino magico è già messo a disposizione nel punto in cui lo devi usare!Ad ogni modo non mi hai detto la differenza tra i vari "tombini".

    Per usare parole tue in modo da non fraintenderci più sul significato delle parole :razz:op è lineare nella sua totalità.Non puoi scegliere come affrontare un combattimento perchè di combattimenti non c'è ne sono ,tranne quelli con i boss , e anche li il gioco va in"demo"e devi solo schiacciare l'attacco al momento opportuno.Stessa cosa per i salti : lo stck analogico non serve basta che schiacci salto al momento opportuno e superi la scarpata.Sui "tombini" ho già detto l'impossibile.E'tutto pilotato.Ovvio anche soul calibur è lineare cioè abbatti tutti i nemici e arrivi al finale ma non è lineare nel modo in cui affronti ogni singolo avversario.Ogni battaglia fa storia se : puoi scegliere tra un serie molto variegata di azioni ed adottare uno stile di lotta a seconda del nemico.

    E poi domanda cio testualmente : "Ci mancherebbe pure che in un gioco di esplorazione/sparatutto non puoi uccidere con l'arma che ti pare."

    E pop che gioco sarebbe?

    I tombini come li chiami tu, servono per accedere a diverse zone dello stage. Non ho capito perchè ti interessavano cosi tanto.

    La linearità che dico io, è un termine usato appropriatamente.

    Prince of Persia non è certo uno sparatutto, si sapeva benissimo quale fosse lo stile di gioco, quindi….

    E anche se avesse avuto qualche arma in più, di certo questo non avrebbe contribuito a renderlo meno lineare, per i motivi che ho scritto nel post precedente.

  7. AnBPS3 on

    Il primo capitolo della nuova trilogia è molto bello, ma sinceramente è troppo semplice: vorrei che ci fossero più scontri a movimentare il gameplay, altrimenti una bella parte del divertimento viene meno! Dove sono finiti gli scontri frenetici della scorsa trilogia???

    Fortunatamente scomparsi 🙂

    Questo è molto più fedele all'originale dove ogni scontro era 1vs1 e potenzialmente mortale.

    No un God of War matrixiano come era la scorsa trilogia (brrr ho i brividi di disgusto a ripensarci). Solo il Sands of Time si salvava perché cmq era uno svarione (ed uno ogni tanto ci sta bene).

  8. Blackout93 on

    Lessi da qualche parte che hanno cambiato il genere per dare aria fresca al franchise, quindi credo non avrebbe senso tornare sui vecchi passi, sarà sicuramente un PoP simile all'ultimo, e me sono felice sinceramente 😉

1 2

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.