GTA, Red Dead e i brand di Take Two come 007: l’obiettivo è creare brand duraturi negli anni

Strauss Zelnick, CEO di Take Two, ha partecipato alla Jefferies Virtual Global Interactive Entertainment Conference e ha parlato della vita a lungo termine dei propri franchise e dell’intenzione di creare un effetto 007, ovvero avere brand in grado di essere popolari per diverse decadi esattamente come i film dell’agente segreto inglese.

Zelnick si dice sicuro che se un franchise è davvero fantastico, continuerà ad andare avanti:

“Non so se l’hai visto, ho appena visto il nuovo film di Bond, è stato grandioso. E vorresti che ogni franchise fosse James Bond.

Ci sono pochissimi franchise di intrattenimento che rientrano in quella categoria, ma esistono. Penso che GTA sia uno di questi, e anche Red Dead, NBA è anche uno di loro perché il basket continuerà ad esistere.

Ho sempre detto che l’annualizzazione dei titoli non sportivi corre il rischio di bruciare l’IP anche se è buona, quindi ci prendiamo il tempo per fare qualcosa che pensiamo sia incredibile e facciamo riposare i titoli intenzionalmente in modo tale che possa aumentare la domanda per il titolo stesso così che l’uscita sia un evento speciale.

Non vado a vedere un film di Bond perché ne esce uno ogni due mesi.”

Take Two Interactive vuole utilizzare questa filosofia per tutti i suoi franchise, da GTA a Red Dead di Rockstar, fino a passare a Civilization, XCOM, Borderlands e così via di 2K Games:

“Se lo fai questi franchise sono permanenti? Niente è permanente, ma possono durare tanto, davvero tanto.

Detto ciò, non puntiamo solo a questo, per questo motivo stiamo investendo in nuove IP. Nei prossimi tre anni, il 56% dei titolo sono nuove IP. È molto rischioso, avremo meno successo rispetto a un franchise già noto, ma dobbiamo assumerci questo rischio perché i nostri franchise non sono permanenti.”