FIFA 23 non cambia nome, spuntano nuovi dettagli tra campionati femminili e cross-play

Tra EA Sports e FIFA i rapporti si sono un po’ incrinati con le due parti che non riescono a trovare un accordo per rinnovare la licenza. Nonostante la mancanza di un nuovo accordo, sembra che almeno per il capitolo in uscita a fine anno, ovvero FIFA 23, non ci sarà nessun cambio di nome.

A rivelarlo è il noto insider Tom Henderson in un report pubblicato su Xfire. Henderson ha anche svelato in anticipo alcune delle novità di FIFA 23 a partire da un cross-play che verrà esteso a tutte le piattaforme permettendo così ai giocatori Playstation, Xbox e PC di giocare insieme in multiplayer.

FIFA 23 inoltre avrà sia la Coppa del Mondo maschile che femminile con EA Sports che prevede di espandere la licenza di tutti i principali campionati maschili e femminili. Si parla dell’introduzione del Barclays FA WSL (il campionato inglese femminile), Flyeralarm Frauen-Bundesliga (il campionato tedesco femminile), National Women’s Soccer League (il campionato femminile americano) e D1 Arkema (il campionato francese femminile).

Henderson rivela che EA Sports ha anche lavorato per migliorare la sua nuova tecnologia Hypermotion. La tecnologia è stata potenziata di dieci volte permettendo di catturare le animazioni di calciatori reali in partite reali utilizzando le telecamere dello stadio e eliminando così le tute Xsens. In questo modo il team di sviluppo ha potuto catturare 100 volte più dati in una singola stagione di quanti ne abbiano mai catturati in 29 anni di storia del franchise.

Infine Henderson esclude la trasformazione della serie in free-to-play.