BREAKING NEWS – Nintendo passa dalle parole ai fatti: alcuni Shop Italiani diffidati

Console tribe news - BREAKING NEWS - Nintendo passa dalle parole ai fatti: alcuni Shop Italiani diffidati

Il countdown era iniziato qualche mese fa, con la prima diffida ufficiale da parte di Nintendo verso i principali shop e distributori di FlashCard (M3, R4 etc.) e ModChip destinati alle nuove console della casa giapponese (NDS, Wii); ora però la stessa azienda si rifà sotto, in Italia, con alcune lettere inviate a negozi online direttamente dai loro rappresentanti legali.

Lettere come questa che vi proponiamo in esclusiva:

Sicuramente noi non siamo esperti di queste tematiche nè tantomeno possiamo dare qualche parere sui termini legali che spingono Nintendo ad accanirsi su chi vende questo tipo di periferiche, visto che oltre al mero “giocare con backup” permettono anche di eseguire video compressi, file audio e fare moltissime altre cose; è comunque evidente che Nintendo dalle intimidazioni è passata ai fatti chiedendo la lista dei fornitori mod chip.

La situazione è tutt’altro che definita e lascia spazio alle solite polemiche sul diritto o meno di poter possedere un backup di un gioco legalmente acquistato; la questione passa ora ai vari tribunali.

62 Commenti a “BREAKING NEWS – Nintendo passa dalle parole ai fatti: alcuni Shop Italiani diffidati”

1 2 3 4
  1. TrueLion on

    secondo me se una casa non vuole che esistano questi problemi PROTEGGE LA CONSOLE COME HA FATTO SONY.,….

    LOL ma che dici?La Sony è sempre stata la prima a fregarsene delle protezioni anzi, gli faceva proprio comodo che la gente comprasse masterizzatori sony e cd e dvd sony per copiarsi i giochi, non c è mai stata una cavolo di protezione sui giochi della play bastava fare un copia incolla e avevi il back up, sulla ps2 hanno proprio raggiunto la spudoratezza facendo LORO un isoloader per l' hard disk per poi lasciarlo in rete non supportato più ufficialmente…le stesse psx e ps2 sono sicuro che non avrebbero raggiunto i risultati che hanno senza la pirateria, sono state loro a far esplodere il fenomeno ricordiamocelo, e se sulla ps3 non c è ancora niente è solo perchè non c è ancora il giusto interesse economico, non conviene ancora tirar fuori modifiche per ps3, ma nei prossimi mesi ci stà che la cosa cambi.

    Venendo alla Nintendo, è chiaro che sia una delle prime a subire la pirateria, non è come sony che se la gente copia i dischi vende i masterizzatori e guadagna, non scordiamoci che la Nintendo è anche software house, e i suoi titoli vendono molto!Quindi è danneggiata in prima persona se vien fatta pirateria sul wii!Sony e microsoft hanno molto meno da perdere rispetto a Nintendo dato che hanno software house esterne!Non mi meraviglio se la Nintendo forza la mano per limitare il danno!E, per favore, non scrivete come ho letto da qualche parte che le card tipo R4 o i modchip sono legali perchè permettono di riprodurre musica e filmati, perchè è semplicemente ridicolo:asd:  , sarebbero legali se facessero solo quello, ma il loro scopo principale è ben altro.

  2. Timewolf on

    Solo una puntalizzazione, in Italia non si puo' effettuare una copia digitale di un prodotto regolarmente acquistato, si puo' fare solo la copia analogica.

    Per cui non nascondiamoci dicendo che si ha diritto ad una copia di sicurezza…si puo' fare SOLO in formato analogico 🙂

1 2 3 4

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.