Console Next-Gen e il 4K a 60 Frame: Un ragionamento per assurdo con il cervello in tasca - SBEM!

Il mercato console, dati alla mano, è cambiato radicalmente dall’uscita dell’ultima generazione, PlayStation 4 e Xbox One. Rilasciate entrambe nel 2013, hanno ‘sconvolto’ il mercato penetrando molto più a fondo nell’immaginario popolare rispetto alle loro sorelle più anziane, riuscendo al contempo a conquistare anche utenze originariamente disinteressate all’argomento “videogames”.

Ed è naturale che la prossima generazione, di già protagonista di svariati rumor e dicerie non realmente confermate, stia innescando copiosi moti salivari nelle cavità orali dei più famelici enthusiast del settore. Nonostante non si sappia in verità molto, un folto gruppo di analisti di mercato prevede un’uscita delle nuove console entro e non oltre il 2021. E, al contempo, tanti addetti ai lavori presuppongono più o meno indirettamente che le nuove console arrivino sul mercato con un supporto nativo per il tanto amato/odiato 4k a 60 frame al secondo. Ma quanto è realistica quest’ipotesi?

La maledizione del 4K

Il vero cruccio, al di là dei limiti tecnologici più o meno soft, visto che ad oggi la Nvidia  RTX 2080 TI sembra l’unica scheda in grado di mantenere lo standard che prendiamo in analisi, sarà, come al solito, il prezzo di lancio. Perché, ovviamente, creare un mostro di potenza ad un prezzo spropositato non è una mossa saggia, poiché costringerebbe la stra-grande maggioranza dell’utenza ad attendere ultra sconti o offerte eccezionali. Quindi, la domanda è una e una sola: le console di nuova generazione supporteranno il 4K e 60 fps di base?

Quello che faremo oggi è imbastire un ragionamento per assurdo, ovviamente non assoluto ed infallibile, ma che ha della ragione dalla sua parte ed una buona percentuale di realismo. Quello che faremo è tornare indietro al 2013, anno d’uscita dell’attuale generazione di console. In modo particolare, ci concentreremo sulla PlayStation 4, la console all’epoca “più potente” in termini hardware. Dati alla mano, la console Sony fondava la sua potenza di calcolo su di una CPU da otto core con una velocità di clock 1.6 Ghz ed una GPU in grado di sprigionare una potenza di calcolo complessiva che si aggirava intorno a 1.84 Tflops, contro i “soli” 1.4 di Xbox One.

Vecchi Standard

Nel corso degli anni la console ha mostrato come lo standard medio in termini di prestazioni fosse la risoluzione 1080p abbinata ai canonici 30 fotogrammi al secondo (anche se esistono diversi giochi che girano a 1080p/60 FPS). Oltre ad una questione di rapporto qualità/prezzo di lancio (il quale si aggirava intorno ai 399 Euro), il formato a 1080p/30 frame era logicamente il massimo a cui puntare visto che, cinque anni fa, il formato dei contenuti mediatici in via di massificazione era il 1920 x 1080 a 24,97 frame al secondo (1080i25). Già all’epoca, erano sorti confronti con il mondo PC, universo con cui condivideva gli stessi scopi seppur in modi completamente diversi. Tuttavia, nel 2013, l’apice del gaming era sicuramente costituito dal raggiungimento dei 60 frame al secondo, autentica ‘maledizione’ per il gamer purista alla ricerca dell’esperienza ludica assoluta.

Ebbene, immaginando d’esser tornati indietro nel 2013, se avessimo voluto creare una configurazione PC che avrebbe tranquillamente retto la combinazione 1080p/30 FPS senza spendere cifre astronomiche, la scelta probabilmente sarebbe ricaduta sulla scheda video Nvidia GTX 660, basata sull’allora sorprendente architettura Kepler, la quale offriva prestazioni ottime (circa 1.9 Tflops) ad un prezzo di lancio contenuto (circa 250 Euro) e sul processore Intel i5-4670K  il quale era acquistabile all’epoca ad un prezzo che si aggirava tra i 200 ed i 250 euro. Naturalmente, un PC completo e funzionante abbisogna di altre componenti (Ram, PSU, Scheda Madre, ventole ecc) le quali, con una scelta oculata di prodotti di qualità base/intermedia e magari usati in buone condizioni, avrebbero assieme costituito una spesa aggiuntiva di circa 500 euro. Arrotondando per difetto, e tenendo in considerazione che la soluzione hardware prescelta per il PC è di fatto più potente della PlayStation 4, nel 2013 per poter giocare tranquillamente a 1080p/30fps avremmo sicuramente dovuto mettere in cantiere una spesa minima di circa 1000 euro.

Cosa abbiamo imparato? Che, dati alla mano, il potere contrattuale di grandi colossi del mercato ha un grande impatto sul costo di costruzione delle console, il quale solitamente è sempre prossimo al prezzo oggettivamente offerto. Nel nostro caso, dettagliatamente, la forza ‘finanziaria’ di una grande azienda come Sony è riuscita ad offrire un ‘pacchetto hardware 1080p/30 fps’ ad un costo inferiore del 60%, rispetto alla cifra che avrebbe dovuto spendere un utente normale per ottenere qualcosa di simile. Il confronto, ovviamente, non è preciso al 100% tecnicamente ed è “arrotondato” economicamente, non potendo quindi avere nessuna pretesa di assolutezza ma, dati alla mano, un PC con sufficiente potenza per reggere lo standard PS4 sarebbe costato pressapoco due volte e mezzo una singola unità della console Sony. Ma ora, per magia, compiamo un balzo in avanti di ben 5 anni per vedere come le cose si sono evolute economicamente: quanto costano oggi gli stessi prodotti, se volessimo ripetere l’esperimento immaginario condotto nel 2013 immaginario? E’ presto detto!

Back to the Future!

Il modello base di PlayStation 4, ormai sostituito dal modello Slim che, tranne qualche dettaglio secondario, è un semplice restyling estetico della console uscita nel 2013, ha un prezzo di base che si aggira solitamente intorno a 299 Euro. Quindi, calcolatrice alla mano, in cinque anni la console ha subito un taglio di prezzo medio pari a circa il 25% del costo di un lustro addietro. Ed il nostro PC? Ponendo per assurdo che le componenti ‘secondarie’ (ma solo ai fini pratici) abbiano mantenuto lo stesso valore complessivo di 500 euro, possiamo facilmente riscontrare che la GTX 660 ed il processore Intel 4670k, se cercassimo di acquistarli come prodotti nuovi, spenderemmo cifre pressoché folli per componenti vecchi di 5 anni (vedere qui e qui). Quindi, paradossalmente,  prodotti “vecchi” tecnologicamente, aumentano vertiginosamente di prezzo in un mercato PC dominato anche dai miner di BitCoin et similia, ma anche dalla rapida sostituzione e obsolescenza di architetture hardware la quale innesca ‘improvvisi’ stop della produzione di massa, ragioni alla base di improvvise impennate dei prezzi di prodotti ‘obsoleti’.  Mentre, in una progressione più logica concettualmente, la console Sony ha subito un ribasso di un quarto del prezzo originale del 2013. Ma a cosa serve tutto ciò? A stabilire, più o meno oggettivamente, che i componenti di base dei computer che, in sostanza, costituiscono anche il cuore pulsante delle console, ‘respirano’ in un mercato proprio che non ha regole progressive che obbediscono rigidamente ad un concetto di ‘logica obsolescenza‘ dei prodotti. Quindi, riassumendo, la frase “più è vecchio e meno costa” non ha spesso senso nel mercato della componentistica da gaming.

Ora, avanti tutta fino all’ipotetico 2021, anno di lancio delle nuove console! Come già citato precedentemente, se la Next-Gen dovesse davvero arrivare sul mercato fra due anni, significherebbe che la progettazione sia già stata ultimata ad oggi o sia comunque nelle fasi finali di completamento. E, come di già riferito, se volessimo oggi un hardware in grado di far girare qualsiasi gioco a 4K e 60 frame per secondo, saremmo obbligati a dotarci di qualcosa di tecnologicamente simile ad una RTX 2080 TI (dal prezzo medio di circa 1200 euro) visto e considerato che, entrando nell’ottica di una produzione di massa che consta di milioni di pezzi e di tempistiche di produzione notevolmente lunghe, anche se dessimo per scontata l’esistenza di un’ipotetica tecnologia in grado di eguagliare fra due anni le stesse performance della 2080 TI ad un prezzo inferiore, sarebbe comunque difficilissimo uno swap di componenti on the fly su larga scala, il quale avrebbe serie ripercussioni anche sull’ottimizzazione generale dei titoli sulla console (ecco perché le grandi azienda forniscono dev-kit con così largo anticipo).

Oltre alla GPU, avremo necessità altresì di una CPU di fascia alta come un Intel Core i9-9900K , il quale costa intorno ai 600 euro. In aggiunta, forse più importante rispetto a 5 anni fa data la mole degli attuali giochi che supportano il 4K, anche un SSD piuttosto veloce sarebbe da considerare standard, il quale ridurrebbe drasticamente i tempi di caricamento dei giochi ad un prezzo che si aggira intorno ai 200 euro. Arrotondando (sempre per difetto) il costo degli altri componenti, che ai fini del mero raggiungimento del 4K/60 FPS hanno un relativo peso ma che comunque sarebbero di alta qualità e potenza per garantire la ‘versatilità’ delle console, potremmo arrivare a dire che, un ‘pacchetto’ in grado di reggere tale risoluzione a tale frequenza d’aggiornamento (che per comodità chiameremo “4k60“), oggi verrebbe a costare all’incirca 3000 euro.

Il futuro è nel prezzo di lancio

Se applicassimo le proporzioni che abbiamo precedentemente stabilito fra la PS4  del 2013 (399 euro) ed il nostro immaginario PC da gaming costruito nello stesso anno (1000 euro), potremmo dire che se “4k60” costa almeno 3000 eurol’ipotetica nuova console Next Gen, per offrire di base il pieno e illimitato supporto al 4K/60 frame e sfruttando il potere contrattuale dei colossi sopraccitati basato sul precedente esempio, arriverebbe ad avere un prezzo di lancio di circa 1000 euro. E se anche immaginassimo l’ipotesi (verosimile) che “4k60” subisca un ipotetico taglio complessivo di 1000 euro nel 2021, arrivando quindi ad un valore totale di 2000 in quanto tecnologia ‘obsoleta’, l’ipotetica console Next-Gen ‘copy/paste’ arriverebbe comunque a toccare cifre che si aggirano tra i 600 ed i 700 euro.

Ma, memori del lancio di Xbox One nel 2013, ‘penalizzata’ parzialmente anche dal prezzo di lancio superiore (499 euro) rispetto alla concorrenza, nessuna delle due gargantuesche aziende probabilmente arriverebbe a proporre un prezzo così elevato per una ipotetica entry level (anche se non così tanto ipotetica, considerando il continuo ‘rimpasto’ di modelli fin qui operato da Sony e Microsoft) che mira alla diffusione di massa. In linea generale, qualunque utente probabilmente considererebbe ‘troppo’ spendere 600 euro per una console che consentirebbe ‘solo’ l’accesso al mondo Next-Gen, immaginando che esso offra come unica novità il ‘solo’ aumento di risoluzione/frame rate e che, probabilmente, sarebbe a conti fatti la ‘sorella minore’ di una ipotetica famiglia costituita da rifacimenti via via più potenti e performanti.

Do we Need a 4K world?

Ma non è l’unica ragione: una console che offre nativamente il 4K a 60 frame necessita anche di un apparecchio in grado di supportarlo appieno, per essere un ‘acquisto giustificato‘. Ad oggi, un buon monitor/televisore con le succitate caratteristiche, ad una grandezza media di circa 40 pollici, costa scontato intorno ai 600/700 euro e, vista la lenta penetrazione del 4K che, nonostante esista già da qualche anno come standard ‘commerciale’, non ha ancora spodestato il Full HD come risoluzione di riferimento. Questa mancata ‘salita al trono totale’ è sorretta da svariate ragioni che spaziano dallo streaming online di tanti servizi video/audio, facilitato ovviamente da risoluzioni più basse, all’effettiva ‘inutilità’ della risoluzione aumentata vista la presenza contenuta di prodotti che la supportano efficacemente. In aggiunta, se si pensa che i prodotti di risoluzione superiore (8K) sono ancora dannatamente costosi, è piuttosto lecito aspettarsi un trend degli acquisti più o meno in linea con quello attuale (100 milioni di unità vendute nel 2018 occupando circa il 60% dell’intero mercato TV) , il quale si tradurrà probabilmente in una situazione in cui il prezzo resti pressapoco lo stesso di oggi (visti anche gli alti costi di produzione di un televisore di medio livello) o tenda ad un lieve ribasso (20/30%).

Secondo questo ipotetico ragionamento, per poter solamente accedere alla nuova famiglia di console next-gen, in grado quindi di garantire in modo assoluto qualsiasi contenuto in 4K e 60 frame stabili, un utente medio dovrebbe arrivare a spendere una cifra che si attesta almeno sui 1000 euro, fra console e tv/monitor.  Una cifra notevolissima che, con ottima probabilità, creerebbe più di qualche grattacapo anche ai fan più smaliziati. Anche perché, la grande diffusione delle console attuali si deve anche ad una diversa percezione della ‘spesa’ da parte dell’utenza: oggi, 300/400 euro sono percepiti come una spesa contenuta e tutto sommato ‘irrisoria’, pensando soprattutto al mercato smartphone dove con una cifra del genere riusciremmo ad acquistare ‘solo’ un prodotto di fascia media. Riassumendo, le console attuali vendono perché “costano poco“.

Cosa ci aspetta in Futuro?

Come già detto, il lungo discorso qui proposto ha degli ovvi limiti di contenuto e logici, pretendendo al contempo nessuna velleità ‘profetica’. Vuoi per una serie di ‘libertà’ prese per facilitare lo scorrere del discorso e per questioni pratiche, vuoi per l’impossibilità tecnica di prevedere esattamente le mosse di grandi aziende come Microsoft e Sony, il futuro resterà imperscrutabile ancora per molto tempo (e non sarà affatto più chiaro grazie a questo modesto pensiero nero su bianco). Qual è la situazione più probabile? Sicuramente, vista la buona ricezione della strategia di differenziazione dell’offerta hardware, con i modelli Premium che hanno ottenuto buoni dati di vendita, sembra quasi naturale che la stessa strategia possa ripetersi in futuro. Probabilmente, ci sarà una nuova entry level next-gen dalle caratteristiche molto simili o leggermente superiori alle attuali console di fascia alta, con una ipotetica versione ‘on fire’ a seguire qualche tempo dopo, dal costo sensibilmente superiore.  Ma anche in quel caso, seguendo il ragionamento fin qui fatto,  i prezzi ipotetici sin qui elencati sarebbero probabilmente troppo anche per una console dalle prestazioni elevate. Quindi, il 4k a 60 frame sarà supportato nativamente dalle nuove console? A meno di “piccole grandi rivoluzioni” tecnologiche, probabilmente no. Anche e soprattutto perché, com’è limpidamente chiaro da tempo per una buona fetta dell’utenza, “la risoluzione non fa il gioco“. E, forse, lo hanno recepito anche le grandi aziende protagoniste del mercato.

65 Commenti a “Console Next-Gen e il 4K a 60 Frame: Un ragionamento per assurdo con il cervello in tasca”

1 2 3 4
  1. stefano.pet on
    Deadly Fagilo

    Bah, mi auguro che la corsa alla grafica ("vinta" in rari casi di giochi esclusiva, oltretutto) ceda il passo a un maggior approfondimento delle meccaniche di gioco e dell' IA, una cura per dettagli non solo fini a se stessi, dare la possibilità ai curiosi di "giocare" col codice.
    E male non farebbe tornare a una situazione nella quale per giocare a pieno regime è sufficiente la console, senza dover badare all'acquisto del monitor/TV "all'ultimo grido" ricco di tanti bei nomignoli sullo scatolone che ai più, e di per se, non dicono niente (se non consentire alle furie da tastiera di parlare di ""progresso" che non si deve fermare").
    Ho giocato a tre generazioni di console sul medesimo tubo catodico, e di volta in volta il salto generazionale è stato abissale, con un po' di impegno possono riuscirci anche ora.

    Sono d'accordo, visto il livello raggiunto se ci si concentrasse più sulla ia e sulla fisica mantenendo questa grafica io sarei felicissimo. Sul fatto della tv sono con te, ma penso che per un po' le console non andranno oltre questi standard. Gli 8k sono impensabili e, imho, anche inutili. A meno che non esca una nuova tecnologia, tipo l'hdr in questa gen, non credo serva cambiare il proprio tv 4k.

  2. Prinzilabelva on
    stefano.pet

    Sono d'accordo, visto il livello raggiunto se ci si concentrasse più sulla ia e sulla fisica mantenendo questa grafica io sarei felicissimo. Sul fatto della tv sono con te, ma penso che per un po' le console non andranno oltre questi standard. Gli 8k sono impensabili e, imho, anche inutili. A meno che non esca una nuova tecnologia, tipo l'hdr in questa gen, non credo serva cambiare il proprio tv 4k.

    L'8k non è inutile secondo te. E' oggettivamente inutile, a meno di usarlo su un 80 pollici. Io spero proprio che e case la piantino di puntarci.

  3. fos on
    Alf4C0m_1

    Ciao Evil, grazie della risposta! Il refresh a 100 Hz dei pannelli esiste già dall'inizio degli anni '90. Nell'articolo s'intende come formato dei contenuti trasmessi, non come refresh teorico dei pannelli. Considera che, secondo gli articoli che sono riuscito a rintracciare dell'epoca, il formato dei contenuti "di massa" ancora più diffuso nel 2013 era il 720p, con il 1080i (quindi, 1920×1080 a 25 frame) in via di espansione.

    Per il resto, 1080p è un semplice errore di battitura. Grazie della segnalazione!

    Si ma che c'entra? Come si fa a paragonare i Film con i giochi? La differenza da 60Hz a 120 io la percepisco, dopo i 60 posso farmeli bastare senza problemi, ma parlare dei 30fps dei giochi e mischiarci altri standard non ha senso alcuno.
    Nei Film, quei frame sono previsti, i giri della telecamenra contati o "riattaccati" alla bisogna, il frame successivo è mixato col precedente tramite un blur che maschera la scattosità e la lentezza ecc…
    Come si fa a paragonare l'ambito specifico (e limato da una vita grazie a varie tecniche) con il rendering in tempo reale? Cioè, lasciamo perdere proprio…

    Tra l'altro, i 30fps nei giochi sono venuti con le limitazioni più stringenti del 3D, perché nei giochi 2D lo standard erano 60Hz (o quasi, il pelo non serve al discorso).
    Credi lo fosse perché avessero potenza da sprecare o tanto per moda? Certo, legare il frame rate alla frequenza del monitor faceva comodo, ma non era inevitabile.
    Oltre alla maggior fluidità percepita, ne guadagna nettamente la risposta ai comandi, limitando il classico effetto elastico.

    Sui discorsi che sfiorano le dinamiche PC, semplicemente, non hai esperienza e non sei preparato. Ambasciator non porta pena…

    Oltre alla GPU, avremo necessità altresì di una CPU di fascia alta come un Intel Core i9-9900K
    Avremo necessità…? Necessità dettata da cosa, se un i5-8600K ad ora è praticamente il top di quello che viene sfruttato, e con anche ampi margini di overclock?
    Ma anche volendo fare un discorso teso al futuro, mi spieghi perché un Ryzen 2700X (che ho più per fare altro…) non sarebbe sufficiente?
    Basta citare l'ultimo ritrovamento tecnologico su PC e trasformarlo in riferimento. Proprio perché è il top della tecnologia vanta prezzi non lineari, non ci hai mai pensato?
    Sarà perché le console sono abituate agli scarti… (questa è volontariamente acida)

    I paragoni sulla svalutazione dei componenti PC fuori mercato ecc… Che vorrebbero dire? Niente! Di solito, o cercano qualche pollo dominante, e sono rimanenze anomale di listino. Perché dargli un minimo di importanza?
    Non è che aprendo qualche parentesina tipo "anche se non è la stessa cosa" tu possa risultare meno pendente verso una parte (console, anche perché di sicuro non sei esperto di PC), eh.
    Che col PC ci fai altre xxxx di cose, e che comunque una base faccia comodo averla (quindi la differenza sarà calcolata da questa), non mi pare il caso di sottolinearlo, eh.

    Boh… Mi sembra di vedere un serpente che insegue la propria coda.

    Francamente, non mi pare proprio il caso di scrivere articoli così pregni di stereotipi (è proprio un inno agli stessi) e di inesattezze.

    So che sarà difficile dire senza offesa, e ripetere che Ambasciator… Ma più morbido di così, non avrei saputo da dove iniziare…

  4. fos on
    DJ_Jedi

    Non si può paragonare l'hw console a quello PC, perchè ok adesso sono entrambi x86 adesso, ma l'accesso di basso livello totale (o quasi) che offrono le console non è ottenibile su PC, quindi parlando di numeri sono confrontabili solo fino ad un certo punto.

    È più un discorso di strati sovrapposti che strozzano le chiamate e l'interazione col provcessore, e quando queste hanno cominciato a fare troppo da collo AMD ha pensato bene a dare un bello stimolo per far sbrigare Microsoft con le DX-12, come ha aiutato le OpenGL a diventare Vulkan (derivano da Mantle, che condividono parte di codice anche con le DX-12, cosa che fece grande scalpore… Evidentemente, anche Microsoft prendeva spunti da AMD grazie alla partnership con XBox).
    Se no pare che parti delle funzionalità delle GPU da PC siano nascoste, che il driver dia comandi zoppi all'hardware grafico, e che ogni funzionalità/calcolo della GPU sia storpiato da un collo sempre presente.
    Non è così, i compiti difficili la GPU continua a farli dentro se stessa, senza limiti di sorta.

    Forse confondete l'ottimizzazione software per uno specifico mix hardware con i limiti hardware, la maggior parte dei quali continuano a dipendere dalla forza bruta che è in grado di erogare…

    DJ_Jedi

    I titoli di lancio, che saranno anche cross-gen, io li vedo tranquillamente a 60 fps, l'architettura Zen di AMD è molto più potente della Jaguar usata adesso, su PC non è ottimizzata, ma con gli strumenti di sviluppo delle console tutta la potenza in più sarà come avere una macchina con la 2080 (senza il ray tracking), la cosa ovviamente durerà per il primo anno, poi non ce la faranno più a tenere i 60 fissi e poi ci si stabilirà sui 30.

    Non è che un Ryzen non è ottimizzato, è che i giochi non lo sfruttano come potrebbero (e comunque ne ha ripresa di strada verso Intel…), la cosa è ben diversa.
    In software di encoding, rendering ecc.., che usano da un pezzo almeno 16 Thread, rendono eccome.

    Evil_Sephiroth

    Diciamo che la richiesta lato cpu e molto inferiore su console dato che il sistema operativo oltre a essere molto leggero deve fare molte meno cose e senza dare libertà all utente. E comunque più si va avanti più i giochi sono gpu centrici

    Da Vista in poi, il sistema non ha fatto che alleggerirsi per poter girare anche nei Tablet ecc…
    Ho 8 tab aperte nel browser, più qualche processino in background che si prende lo 0,x, e il processore oscilla tra l'1 e il 2% con la frequenza dinamica fissa a 1.16GHz. Di che parliamo?
    Ma lo usate un PC, perché mi viene il dubbio…

    Dopo, che ci sia gente che non lo sa mantenere snello, intasandolo di sporcizie, se non di malware/virus, non si nega, ma non dovrerbbe fare testo, no?

    Poi, in generale, parlare di limiti del processore partendo da console che il grosso lo fa girare a 30fps… Cioè, per quello basta un i3 con 2 core e 4 thread.

    Non è un caso che con giochi che su console girano a 60fps basti un PC modesto per raggiungere lo stesso risultato.

    Non considerate che alcuni giochi non salgono linearmente nel framerate, che alcuni effetti che vengono considerati secondari metterebbero in ginocchio una console, e altre cose degne di attenzione qualora si volesse intraprendere un discorso obiettivo.

    Con una configurazione da gioco media, se non si cerca di strafare con gli Ultra, Iper, mega… Si gioca senza dover rimpiangere una console, col vantaggio di pagare meno i giochi e di scegliere su cosa lesinare.
    Ad esempio, effetti come il Motion Blur e l'aberrazione cromatica (che per giunta neanche assomigliano alla realtà) non li sopporto, così come non sopporto gli anti aliasing annebbianti tipici delle console e la grana padano…

    Poi, è curioso come si pompi verso la risoluzione, che è sinonimo di pulizia e nitidezza, per poi sporcare tutto con un TAA (che genera pure artefatti) e la grana filmica. Più che curioso, è assurdo! Cioè, fa comodo solo a chi ha solo un TV 4K, giusto per non far intervenire lo scaler, qualunque esso sia.

    Ah, dimenticavo che io con le console qualche partita la faccio, e solitamente i 30fps sono tutt'altro che rocciosi. Vai a leggere recensioni sparse, e vedi che, quando ne parlano, li chiamano qualche calo che non pregiudica la giocabilità… Poi ci gioco e penso, pre pregiudicare la… a quanto dovrebbe girare, tra i 12 e i 18fps? Ed arriva il picco: Fanno la recensione PC, con un hardware neanche al passo, e nei difetti in rilievo mettono qualche calo sporadico…

    Il caso più eclatante ch'io ricordi, è quello dell'ultimo Prey: Convertito da PC a console e si vedeva, leggo di una conversione nientemale per PC (Eh?), con qualche calo, e con un punto in meno nel voto…
    Alla versione console mancavano un quintale di effetti, non girava a 30fps stabili neanche a spingerla, aveva caricamenti assurdi in confronto alla versione PC (cosa che scassa pure le mosche, e che raramente viene considerata quanto merita), ma era una bellissima versione, e meritava sicuramente un punto in più. Ah, ciliegina… lo avevano fatto girare pure su un sistema attempato. Non più comment!

    Il finale per far capire che anche l'informazione torbida può sporcare il percepito.

  5. Alf4C0m_1 on
    fos

    Si ma che c'entra? Come si fa a paragonare i Film con i giochi? La differenza da 60Hz a 120 io la percepisco, dopo i 60 posso farmeli bastare senza problemi, ma parlare dei 30fps dei giochi e mischiarci altri standard non ha senso alcuno.
    Nei Film, quei frame sono previsti, i giri della telecamenra contati o "riattaccati" alla bisogna, il frame successivo è mixato col precedente tramite un blur che maschera la scattosità e la lentezza ecc…
    Come si fa a paragonare l'ambito specifico (e limato da una vita grazie a varie tecniche) con il rendering in tempo reale? Cioè, lasciamo perdere proprio…

    Tra l'altro, i 30fps nei giochi sono venuti con le limitazioni più stringenti del 3D, perché nei giochi 2D lo standard erano 60Hz (o quasi, il pelo non serve al discorso).
    Credi lo fosse perché avessero potenza da sprecare o tanto per moda? Certo, legare il frame rate alla frequenza del monitor faceva comodo, ma non era inevitabile.
    Oltre alla maggior fluidità percepita, ne guadagna nettamente la risposta ai comandi, limitando il classico effetto elastico.

    Sui discorsi che sfiorano le dinamiche PC, semplicemente, non hai esperienza e non sei preparato. Ambasciator non porta pena…

    Oltre alla GPU, avremo necessità altresì di una CPU di fascia alta come un Intel Core i9-9900K
    Avremo necessità…? Necessità dettata da cosa, se un i5-8600K ad ora è praticamente il top di quello che viene sfruttato, e con anche ampi margini di overclock?
    Ma anche volendo fare un discorso teso al futuro, mi spieghi perché un Ryzen 2700X (che ho più per fare altro…) non sarebbe sufficiente?
    Basta citare l'ultimo ritrovamento tecnologico su PC e trasformarlo in riferimento. Proprio perché è il top della tecnologia vanta prezzi non lineari, non ci hai mai pensato?
    Sarà perché le console sono abituate agli scarti… (questa è volontariamente acida)

    I paragoni sulla svalutazione dei componenti PC fuori mercato ecc… Che vorrebbero dire? Niente! Di solito, o cercano qualche pollo dominante, e sono rimanenze anomale di listino. Perché dargli un minimo di importanza?
    Non è che aprendo qualche parentesina tipo "anche se non è la stessa cosa" tu possa risultare meno pendente verso una parte (console, anche perché di sicuro non sei esperto di PC), eh.
    Che col PC ci fai altre xxxx di cose, e che comunque una base faccia comodo averla (quindi la differenza sarà calcolata da questa), non mi pare il caso di sottolinearlo, eh.

    Boh… Mi sembra di vedere un serpente che insegue la propria coda.

    Francamente, non mi pare proprio il caso di scrivere articoli così pregni di stereotipi (è proprio un inno agli stessi) e di inesattezze.

    So che sarà difficile dire senza offesa, e ripetere che Ambasciator… Ma più morbido di così, non avrei saputo da dove iniziare…

    Ciao e grazie della risposta! Cercherò di dirti la mia rispondendo punto per punto al tuo commento.

    1) I riferimenti tecnici di cui parlo non devono esser presi in senso specifico, ne’ era mia intenzione imbastire il discorso per definire un confronto tecnico ma creare un parallelismo “lato” per “profetizzare” in modo non assoluto. Anche perché, se ci pensi bene, spesso il tutto si riduce ad una serie di misurazioni matematiche nella maggioranza del tempo che hanno relativo riscontro nella quotidianità. Un esempio? Sono quasi trent’anni che gioco e anch’io mi accorgo facilmente del refresh dei giochi, a colpo d’occhio. La mia ragazza gioca da meno di un anno e, ancora oggi, nota “un po’” di differenza fra 30hz e 60hz, ma zero assoluto fra 60hz e 120hz. Quindi, quanto assoluta è la ragione matematica se agli occhi di molti non appare affatto?

    Comunque sia, il senso del discorso è questo: se il format risoluzione/refresh COMMERCIALE (quindi, delle TV generaliste) è a 1080p, è naturale che i costruttori di televisori si adegueranno ANCHE a questo fattore e viceversa. E se i televisori si adeguano, che senso ha proporre una console in grado a livello hardware di garantire prestazioni superiori? Costerebbe di più e la stra-grande maggioranza della popolazione non vedrebbe differenza. Anche perché, se la popolazione PC è solita costruire con cura il proprio gaming set, la popolazione console è solita “adeguare” l’apparecchio di casa al gaming.

    2) Non sono un tecnico in senso stretto (ma quanti qui dentro sono ingegneri progettisti?), ma ho assemblato i miei ultimi due PC da solo, scegliendo componenti e tutto e…funzionano da svariati anni piuttosto bene! Ancora una volta, il mio non è un confronto dichiaratamente tecnico e scegliere il top di gamma (il quale sarà probabilmente solo un processore di “fascia media” fra due anni) serviva allo scopo intrinseco del confronto, ovvero prendere “il top possibile” per avere “assicurate al 110%” le prestazioni prese in esame, in ogni situazione o contesto. E, come potrai immaginare, solo componenti di altissima qualità possono garantire in modo assoluto prestazioni del genere.

    Tanto più che, effettivamente, un processore di fascia media anche degli anni scorsi arriva a costare “poco” in meno rispetto ad un attuale top di gamma (al momento, il 6700k su Amazon ha un prezzo senza sconti di 500 euro. Il 9900k di 556…). ALLO SCOPO DELL’ARTICOLO, il prezzo finale sarebbe oscillato di poco e avrebbe influito sul senso del confronto in modo relativo. Parli del Ryzen 2700X e ti dico che, ALLO SCOPO DELL’ARTICOLO (a questo punto credo sarà chiaro…) una variazione di 200 euro (costa 399 a prezzo pieno su Amazon) non avrebbe cambiato nulla o quasi negli intenti dell’articolo di proporre una PREVISIONE di prezzo.

    P.S :razz:er quanto riguarda gli “scarti”…Ci sarebbe un lunghissimo (e non proprio scontato) discorso da fare, ma la butto lì simpaticamente: fra gli scarti a cui il popolo console è abituato, figurano al momento God of War 4, The Last of Us, Red Dead Redemption 2, Detroit: Become Human, ecc ecc. Ma sarà sicuramente meglio osservare i sensuali giochi di luce di un led multicolore sulla MoBo mentre si gioca a PC Building Simulator! M4st4 Reisss!11!

    P.S. 2: Ambasciator non porta pena…ma almeno un paio d’occhiali per leggere meglio dovrebbe averli con se!

    3) Per quanto riguarda la non linearità delle componenti PC, ho CHIARAMENTE riportato la cosa nell’articolo (che, inizio a pensare tu abbia letto parzialmente o di fretta), sottolineando “l’illogico” aumento dei prezzi dei componenti vecchi e, nell’esempio finale, aggiungendo un taglio “sulla fiducia” del 30% del prezzo del pacchetto complessivo prevedendo un ipotetico calo del valore dei componenti, per rendere l’esempio il più POSITIVO e CAUTO possibile. Ed il confronto, again ALLO SCOPO DELL’ARTICOLO, non è sillogisticamente logico e tecnico ma è un tentativo di previsione mettendo in parallelo due contesti “apparentemente” slegati.

    Non sono un economista (ma intendo non lo sia nemmeno tu), ma il parallelismo ha il solo scopo di azzardare una previsione analizzando il mercato da un punto di vista “insolito”, seppur magari non rigidamente logico. Anche perché, da questo punto di vista, fare qualsiasi tipo di previsione sarebbe errato “ontologicamente”.

    4) Parli di stereotipi, ma in realtà ho ampiamente argomentato il discorso fornendo link attendibili, dati statistici e fonti autorevoli. L’obliquità del discorso, fondata come più volte specificato su di una logica piuttosto liquida (ma che, essendo una previsione, è relativamente importante) non lo rende meno valido o degno d'esser discusso.

    Comunque sia, non mi offendo affatto anche perché, per quello che ho intuito, hai letto l’articolo in modo parziale o frettoloso, non “afferrando” completamente il senso del discorso che, ANCORA UNA VOLTA, era incentrato sul fornire una previsione economica e non un trattato di natura tecnica. L’errore che compi è il “limitarti” a parlare di componenti in senso stretto, quando in realtà il mio intero discorso è basato su di un confronto e comparazione di “concept tecnologici” a cui si è tentato (per quanto possibile) di affibbiare una valutazione economica anche in un ipotetico futuro.

    Dimentichi anche che la mia è semplicemente una visione della cosa, personale e argomentata seguendo vie non particolarmente ortodosse e, come sottolineato in alcuni punti, piuttosto forzate. Nulla di sconvolgente ne’ di velleitariamente veritiero. Se pensi che gran parte delle previsioni provengono dall’analisi di trend economici che hanno nulla o poco a che fare con le questioni più squisitamente tecniche ed interne al mercato, è facile rendersi conto che il mio “azzardo” non è poi così tanto grossolano. Un semplice spunto di riflessione per innescare una discussione (e, dati alla mano, lo sta facendo piuttosto bene!). Have a nice day!

  6. DJ_Jedi on

    Su PC devi comunque sottostare alle API disponibili e alle chiamate che ti permettono, ma su console hai la possibilità di far fare (quasi) quello che vuoi all'hardware perché le API ti permettono un accesso a bassissimo livello, su PC sei molto più limitato, perché l'hardware su cui gira il software è molto variegato e quindi non puoi usare caratteristiche intrinseche di determinate cose. L'ottimizzazione che ha un gioco console (ormai solo esclusiva) è incredibile e ottiene risultati non solitamente ottenibili su PC, anche se ormai nei multi si sbattono proprio zero per ottimizzare essendo i motori gli stessi.

  7. Evil_Sephiroth on
    fos

    Da Vista in poi, il sistema non ha fatto che alleggerirsi per poter girare anche nei Tablet ecc…
    Ho 8 tab aperte nel browser, più qualche processino in background che si prende lo 0,x, e il processore oscilla tra l'1 e il 2% con la frequenza dinamica fissa a 1.16GHz. Di che parliamo?
    Ma lo usate un PC, perché mi viene il dubbio…

    Resta il fatto che il sistema delle console non deve fare niente che non sia avviare i giochi, far girare la chat o il broswer, non a caso se volessimo usare le APU delle console su un fisso avremmo un fisso entry level lato CPU

  8. Evil_Sephiroth on
    Alf4C0m_1

    Ciao e grazie della risposta! Cercherò di dirti la mia rispondendo punto per punto al tuo commento.

    Tanto più che, effettivamente, un processore di fascia media anche degli anni scorsi arriva a costare “poco” in meno rispetto ad un attuale top di gamma (al momento, il 6700k su Amazon ha un prezzo senza sconti di 500 euro. Il 9900k di 556…). ALLO SCOPO DELL’ARTICOLO, il prezzo finale sarebbe oscillato di poco e avrebbe influito sul senso del confronto in modo relativo. Parli del Ryzen 2700X e ti dico che, ALLO SCOPO DELL’ARTICOLO (a questo punto credo sarà chiaro…) una variazione di 200 euro (costa 399 a prezzo pieno su Amazon) non avrebbe cambiato nulla o quasi negli intenti dell’articolo di proporre una PREVISIONE di prezzo.

    Il punto è che non ha senso , nemmeno per economia dell'articolo, prendere ad esempio processori di fascia alta…lato CPU le attuali console sono entry level, non fascia media, un vecchio FX-8350 che costa 70 euro lato CPU oblitera la componente CPU delle console. quindi il conto è deeeeeecisamente più basso

  9. fos on
    Alf4C0m_1

    L'articolo l'ho letto benissimo, anche se ho fatto fatica ad arrivare in fondo, ma non per la complessità…
    Cioè, chiaramente, si capiva, ecc… Ma perché non impari a leggere tu?
    Parlavo del frame rate, non della risoluzione, si capiva benissimo e mi sono permesso anche di approfondire un po' il perché… che prendi per i campi?

    Citare i prezzi di componenti fuori mercato PC è una cosa assurda, non bisogna essere un fenomeno per capirlo, e non se ne capiva l'utilità come non si capisce adesso, perché non ce n'è nessuna, semplice.
    Se non è per ignoranza, è per confondere le acque a chi non conosce certe dinamiche. Suvvia, non sprecare spazio scrivendo NULLA.
    Prendere l'i9 da 600€ a cosa serviva, perché è un'altra cosa che continua a non capirsi?
    Ah, Amazon non è il monopolio dello stato, e non parliamo di sigarette.
    https://www.trovaprezzi.it/Fprezzo_processori_amd_ryzen_7_2700x.aspx
    Trovaprezzi, senza cercare fornitori da privilegio.

    Possiamo dire che viene la metà, e che se ci metti un Ryzen 2600X, che viene circa un terzo, strabordi comunque con qualcosa che letteralmente trita una CPU a basso consumo a mò di Tablet?

    Se ti faccio mirati paragoni hardware, parlando anche del motivo per cui il picco tecnologico ha prezzi con i quali non è il caso di fare paragoni, sia per motivi impliciti, che per motivi onesti (cerchi il top contro i llow? Eddaglie):
    Mi spieghi la pertinenza del citare il software che ci girà? Non assomiglia al classico partigiano che in mancanza d'altro verte sul software quando finisce la benzina dell'hardware? Come se non bastasse, provochi tipo un ragazzino stizzito, parlando di altri stereotipi? Che poi, mi spieghi che problemi hai con chi cura ancche l'aspetto estetico del suo PC? Sul come, tamarro o meno: De Gustuibus. Ma che razzo dovrebbe entrarci?

    Sul resto lascio perdere perché non fai che intorbidire credendo di approfondire. Questo è quello che penso, e che credo di poter dimostrare senza problemi (volontà a parte), quindi, sì, Ambasciator non porta pena.

    Prima sembravi solo un po' ignorante, adesso sembri il RE dei sofisti.
    Lascia perdere, che è meglio.

  10. fos on
    DJ_Jedi

    Su PC devi comunque sottostare alle API disponibili e alle chiamate che ti permettono, ma su console hai la possibilità di far fare (quasi) quello che vuoi all'hardware perché le API ti permettono un accesso a bassissimo livello, su PC sei molto più limitato, perché l'hardware su cui gira il software è molto variegato e quindi non puoi usare caratteristiche intrinseche di determinate cose. L'ottimizzazione che ha un gioco console (ormai solo esclusiva) è incredibile e ottiene risultati non solitamente ottenibili su PC, anche se ormai nei multi si sbattono proprio zero per ottimizzare essendo i motori gli stessi

    Perché, sulle console non hanno le API? Il collo erano le chiamate, le altre feature, solitamente vengono mostrate in anteprima su PC. Il frainteso era proprio quello di cui parlavo.
    Il vantaggio della specificità dell'hardware l'ho sottolineata anch'io, ma è un'altro discorso. Ma non parliamo di mancanze, che le novità su PC vengono mostrate, non nelle console.

    Le API che tu consideri un limite, a parte il fatto che sono praticamente inevitabili per vari motivi, permettono di aggiungere un'estenzione per supportare una feature uscita poco prima (poco solo perché devono scriverla e testarla… altrimenti subito proprio). Ad esempio, Nvidia ha creato un'estensione per accelerare il Raytracing tramite Vulkan (hai presente come funzionavano le estensioni OpenGL?, che già si trova nel driver.
    Nel Firmware delle console non viene spesso inserito un nuovo driver? Quello è la cosa più a basso livello che esista, e di solito ci mette mano AMD (e non credo proprio che il sorgente sia a portata di tutti), il resto, se non sono colli non nati tali, non è che su console viene accelerato a mo' di spinaci o cannone del tubo catodico.
    Separate cose che non lo sono, insomma.

    Come il discorso della RAM condivisa, che sembra meglio come fosse un paradigma. Lo è solo in alcuni casi, mentre negli altri è un compromesso per risparmiare in spesa e consumo.
    Il processore centrale beneficia della bassa latenza della DDR, altroché, e la GDDR non è chiamata così a caso, è nata con in testa la banda passante, che è la cosa che più conta per la scheda grafica (non ha accessi cosrtanti come la CPU, quindi predige lo streaming di grosse quantità di dati, visto che una volta "dato l'ordine" passa un reggimento).

    La cosa che si fa da quando serve… è mascherare le alte latenze aumentando e/o aggiungendo cache, cosa che diminuisce i problemi limitando gli accessi obbligati a memoria che risponde tardi.
    Il progetto di Microsoft con XBox One non è stato il migliore, visto che costava di più (proprio per l'eSRAM) e in generale rendeva di meno, ma con la banda di circa 1/3, 2/3 delle CU e metà delle ROPs, se non ci fosse stata quella cache a bassissime latenze, altro che 900p vs 1080p… La (o il, stì sessi hardware…) CPU di Xbox One X non ha il doppio della cache L2 per caso (oltre ad altre ottimizzazioni della stessa).

    Avere memorie separate e specifiche come su PC, se lo si tiene in mente, in generale può fruttare molto di più, perché le stesse possono essere sommate, e negli accessi contemporanei non aumentano ulteriormente le latenze. Il mix perfetto credo sarebbe un BUS tipo nVlink a parte.

    In breve, spesso, più che parlare dell'ottimizazione nelle console, e di limiti nel controllo dell'hardware che praticamente non sono tali (DX-12 e Vulkan tolgono il collo che s'era venuto a creare, altri limiti, se ci sono, fanno poco testo, i driver hanno comunque l'accesso diretto alla GPU), bisognerebbe parlare della mancanza di ottimizzazione su PC. In fondo, nei componenti determinanti per i giochi non ci sono manco tutti gli incroci che sembrano… Non servirebbe neache ottimizzare in maniera mirata come su console, visto che la potenza è comunque abbondante. Il fatto è che troppo spesso si approfittano di questa abbondanza.

    Evil_Sephiroth

    Resta il fatto che il sistema delle console non deve fare niente che non sia avviare i giochi, far girare la chat o il broswer, non a caso se volessimo usare le APU delle console su un fisso avremmo un fisso entry level lato CPU

    OK, chi lo mette in dubbio, è innegabile che sia più snello (nell'uso della RAM non ne sarei così sicuro…), ma l'esempio che ti ho fatto non dimostra che sono differenze a dir poco trascurabili? Cioè, se invece dell'1% diventa il 2, e mi occupa 1GB di RAM in più, il PC si spaventa? Questo volevo dire. Chiaro che il PC è pronto a reagire ad una miriade di variabili, periferiche ecc…

  11. Alf4C0m_1 on
    Evil_Sephiroth

    Il punto è che non ha senso , nemmeno per economia dell'articolo, prendere ad esempio processori di fascia alta…lato CPU le attuali console sono entry level, non fascia media, un vecchio FX-8350 che costa 70 euro lato CPU oblitera la componente CPU delle console. quindi il conto è deeeeeecisamente più basso

    Non sono affatto d'accordo concettualmente. Non puoi prevedere con assoluta certezza come IN DUE ANNI si possano evolvere i motori grafici e le richieste hardware dei giochi (pensando anche alla realtà virtuale che, probabilmente, sarà meno costosa e più accessibile). Seppur i giochi attuali siano molto più esigenti lato GPU, non è detto che la fisica e quanto poggia di più sulla CPU non possa diventare nell'arco di un biennio parimenti importante ed esigenti. Quindi, nel senso STRETTO dell'articolo, per garantire ad occhi chiusi il 4k/60fps anche in futuro, servono componenti di altissimo pregio.

  12. DJ_Jedi on
    fos

    Perché, sulle console non hanno le API? Il collo erano le chiamate, le altre feature, solitamente vengono mostrate in anteprima su PC. Il frainteso era proprio quello di cui parlavo.
    Il vantaggio della specificità dell'hardware l'ho sottolineata anch'io, ma è un'altro discorso. Ma non parliamo di mancanze, che le novità su PC vengono mostrate, non nelle console.

    Le API che tu consideri un limite, a parte il fatto che sono praticamente inevitabili per vari motivi, permettono di aggiungere un'estenzione per supportare una feature uscita poco prima (poco solo perché devono scriverla e testarla… altrimenti subito proprio). Ad esempio, Nvidia ha creato un'estensione per accelerare il Raytracing tramite Vulkan (hai presente come funzionavano le estensioni OpenGL?, che già si trova nel driver.
    Nel Firmware delle console non viene spesso inserito un nuovo driver? Quello è la cosa più a basso livello che esista, e di solito ci mette mano AMD (e non credo proprio che il sorgente sia a portata di tutti), il resto, se non sono colli non nati tali, non è che su console viene accelerato a mo' di spinaci o cannone del tubo catodico.
    Separate cose che non lo sono, insomma.

    Come il discorso della RAM condivisa, che sembra meglio come fosse un paradigma. Lo è solo in alcuni casi, mentre negli altri è un compromesso per risparmiare in spesa e consumo.
    Il processore centrale beneficia della bassa latenza della DDR, altroché, e la GDDR non è chiamata così a caso, è nata con in testa la banda passante, che è la cosa che più conta per la scheda grafica (non ha accessi cosrtanti come la CPU, quindi predige lo streaming di grosse quantità di dati, visto che una volta "dato l'ordine" passa un reggimento).

    La cosa che si fa da quando serve… è mascherare le alte latenze aumentando e/o aggiungendo cache, cosa che diminuisce i problemi limitando gli accessi obbligati a memoria che risponde tardi.
    Il progetto di Microsoft con XBox One non è stato il migliore, visto che costava di più (proprio per l'eSRAM) e in generale rendeva di meno, ma con la banda di circa 1/3, 2/3 delle CU e metà delle ROPs, se non ci fosse stata quella cache a bassissime latenze, altro che 900p vs 1080p… La (o il, stì sessi hardware…) CPU di Xbox One X non ha il doppio della cache L2 per caso (oltre ad altre ottimizzazioni della stessa).

    Avere memorie separate e specifiche come su PC, se lo si tiene in mente, in generale può fruttare molto di più, perché le stesse possono essere sommate, e negli accessi contemporanei non aumentano ulteriormente le latenze. Il mix perfetto credo sarebbe un BUS tipo nVlink a parte.

    In breve, spesso, più che parlare dell'ottimizazione nelle console, e di limiti nel controllo dell'hardware che praticamente non sono tali (DX-12 e Vulkan tolgono il collo che s'era venuto a creare, altri limiti, se ci sono, fanno poco testo, i driver hanno comunque l'accesso diretto alla GPU), bisognerebbe parlare della mancanza di ottimizzazione su PC. In fondo, nei componenti determinanti per i giochi non ci sono manco tutti gli incroci che sembrano… Non servirebbe neache ottimizzare in maniera mirata come su console, visto che la potenza è comunque abbondante. Il fatto è che troppo spesso si approfittano di questa abbondanza.

    Non so quanti giochi utilizzino le Vulkan o le DX12 (penso molto pochi), la mancanza di ottimizzazione su PC penso di averla citata, ma per me è oltre ad un approfittarsi della potenza in più è proprio anche una impossibilità di farlo per assicurare la compatibilità su tutto, si fermano al substrato dato dalle DX o dalle ex OpenGL e fine.
    In ogni caso, io non mi sono mai specializzato direttamente sulla grafica, qua si vede che hai una preparazione superiore alla mia, sono un ingegnere fallito :asd:

  13. Alf4C0m_1 on
    fos

    L'articolo l'ho letto benissimo, anche se ho fatto fatica ad arrivare in fondo, ma non per la complessità…
    Cioè, chiaramente, si capiva, ecc… Ma perché non impari a leggere tu?
    Parlavo del frame rate, non della risoluzione, si capiva benissimo e mi sono permesso anche di approfondire un po' il perché… che prendi per i campi?

    Citare i prezzi di componenti fuori mercato PC è una cosa assurda, non bisogna essere un fenomeno per capirlo, e non se ne capiva l'utilità come non si capisce adesso, perché non ce n'è nessuna, semplice.
    Se non è per ignoranza, è per confondere le acque a chi non conosce certe dinamiche. Suvvia, non sprecare spazio scrivendo NULLA.
    Prendere l'i9 da 600€ a cosa serviva, perché è un'altra cosa che continua a non capirsi?
    Ah, Amazon non è il monopolio dello stato, e non parliamo di sigarette.
    https://www.trovaprezzi.it/Fprezzo_processori_amd_ryzen_7_2700x.aspx
    Trovaprezzi, senza cercare fornitori da privilegio.

    Possiamo dire che viene la metà, e che se ci metti un Ryzen 2600X, che viene circa un terzo, strabordi comunque con qualcosa che letteralmente trita una CPU a basso consumo a mò di Tablet?

    Se ti faccio mirati paragoni hardware, parlando anche del motivo per cui il picco tecnologico ha prezzi con i quali non è il caso di fare paragoni, sia per motivi impliciti, che per motivi onesti (cerchi il top contro i llow? Eddaglie):
    Mi spieghi la pertinenza del citare il software che ci girà? Non assomiglia al classico partigiano che in mancanza d'altro verte sul software quando finisce la benzina dell'hardware? Come se non bastasse, provochi tipo un ragazzino stizzito, parlando di altri stereotipi? Che poi, mi spieghi che problemi hai con chi cura ancche l'aspetto estetico del suo PC? Sul come, tamarro o meno: De Gustuibus. Ma che razzo dovrebbe entrarci?

    Sul resto lascio perdere perché non fai che intorbidire credendo di approfondire. Questo è quello che penso, e che credo di poter dimostrare senza problemi (volontà a parte), quindi, sì, Ambasciator non porta pena.

    Prima sembravi solo un po' ignorante, adesso sembri il RE dei sofisti.
    Lascia perdere, che è meglio.

    Ciao! A mio modesto avviso, continui ad ignorare il senso dell’articolo. Il confronto “immaginario” nel 2013 è impostato su concept tecnologici e non sulla valutazione intrinseca dei componenti tecnici. Hai approfondito (relativamente) una questione di carattere tecnico e mosso obiezioni che, EFFETTIVAMENTE, avrebbero cambiato in modo MOLTO minore il senso dell’articolo (ovvero, 200 euro in meno di costo complessivo dell’ipotetico “pacchetto 4k).

    Ancora una volta, la citazione dei prezzi fuori mercato significava dimostrare A CHI NON CONOSCE AFFATTO IL MERCATO PC ed in modo ASSOLUTAMENTE CHIARO che la logica intra-mercato della componentistica hardware per Home Computer sfugge dal concetti di “obsolescenza” in senso stretto.

    Per quanto concerne la scelta dell’i9, ti copio/incolla la risposta data ad un altro utente: “Non puoi prevedere con assoluta certezza come IN DUE ANNI si possano evolvere i motori grafici e le richieste hardware dei giochi (pensando anche alla realtà virtuale che, probabilmente, sarà meno costosa e più accessibile). Seppur i giochi attuali siano molto più esigenti lato GPU, non è detto che la fisica e quanto poggia di più sulla CPU non possa diventare nell'arco di un biennio parimenti importante ed esigente. Quindi, nel senso STRETTO dell'articolo, per garantire ad occhi chiusi il 4k/60fps anche in futuro, servono componenti di altissimo pregio.” E aggiungo anche che, vista la linea tracciata dalle console di nuova generazione, le quali sono sempre più multitasking e “smart”, è sempre più necessaria una CPU di alta qualità in grado di gestire più processi e applicazioni.

    Il mio continuo riferimento ad Amazon (che, al momento, ha anche il prezzo più basso sul componente preso in esame da te anche se non viene citato da Trova Prezzi), è perché è un rivenditore “autorevole” e riconosciuto di e-commerce e che, piuttosto spesso, ha i prezzi migliori. Anche in questo caso, mostri di non aver compreso fino in fondo il senso dell’articolo, visto che togliere 50/100 ORA non avrebbe cambiato minimamente il senso della cosa.

    Parli del 2600x che, già adesso, fa da collo di bottiglia ad una 1080ti in ambito 4k/30 fps. Figurarsi quindi se, per risparmiare 100 euro (al momento su Amazon la 2600x costa 215 euro, contro i 315 di 2700x), insignificanti ai fini dell’esempio riportato nell’articolo e del senso dello stesso, sarebbe stato logico scegliere una CPU con zero impatto sull’esempio finale e che, GIA’ OGGI, non garantisce il 4k a 60 frame in tutte le situazioni. Ancora una volta, rileggi l’articolo un po' meglio.

    In definitiva, hai toccato questioni che erano ben chiare anche a me, visto che ho più volte specificato che il discorso “azzardato” aveva delle falle di natura tecnica. Falle che, EFFETTIVAMENTE, avrebbero prodotto danni minimi al senso del discorso. La mia scelta di componenti di alto livello è una mossa dettata dall’ESTREMA CAUTELA visto che, nessuno di noi, può prevedere in che modo effettivo si evolverà l’hardware ed il software. Continuo a sostenere la validità del mio discorso. E sostengo pure che, il senso stretto di esso, continui a sfuggirti.

    Per tutto il resto, ho semplicemente risposto simpaticamente alle tue frecciatine gratuite. Che io sia “ignorante” lo ammetto tranquillamente: non sono un ingegnere, ne’ un progettista di componenti. E ciò mi fa somigliare al 99.99% della popolazione. Come quasi tutti qui dentro, conosco quello che leggo in giro su internet e non azzardo approfondimenti di natura tecnica. Comunque, se io sono “un po’ ignorante”, tu sei un po’…miope! E no, non lascio perdere. Il discorso ha senso oggettivamente: se tu non lo vedi…rileggi ancora una volta! Have a nice day!

  14. Evil_Sephiroth on
    Alf4C0m_1

    Non sono affatto d'accordo concettualmente. Non puoi prevedere con assoluta certezza come IN DUE ANNI si possano evolvere i motori grafici e le richieste hardware dei giochi (pensando anche alla realtà virtuale che, probabilmente, sarà meno costosa e più accessibile). Seppur i giochi attuali siano molto più esigenti lato GPU, non è detto che la fisica e quanto poggia di più sulla CPU non possa diventare nell'arco di un biennio parimenti importante ed esigenti. Quindi, nel senso STRETTO dell'articolo, per garantire ad occhi chiusi il 4k/60fps anche in futuro, servono componenti di altissimo pregio.

    Ti prego..no…sei parecchio fuori strada o non aggiornato… La fisica già da qualche anno se la mangia la GPU perché e infinitamente più veloce anche in quei calcoli rispetto alla CPU. Infatti la selezioni preferenziale per la fisica e sempre VGA.

  15. Alf4C0m_1 on
    Evil_Sephiroth

    Ti prego..no…sei parecchio fuori strada o non aggiornato… La fisica già da qualche anno se la mangia la GPU perché e infinitamente più veloce anche in quei calcoli rispetto alla CPU. Infatti la selezioni preferenziale per la fisica e sempre VGA.

    La CPU è così "insignificante" a livello gaming che una rivista come PC Gamer ci ha dedicato un intero articolo sull'importanza di averne una prestante per il gioco, pochi giorni fa. Riporto uno stralcio dell'articolo (che non linko perchè è "la concorrenza"): "While the GPU performs the actual polygon movement and transformation, the CPU acts like a director in telling the GPU what to load, what to perform, and when to perform it while leaving the tasks of HOW to do it to the GPU".

    Lo stesso articolo fa questa semplificazione:
    High polygon Models/Lots of Models+game mechanics+AI+Lighting=CPU
    Shaders+Textures+Resolution=GPU
    La commistione di meccaniche di gioco e intelligenza artificiale sono, di base, la fisica complessiva che muove il gioco. Concluderei dicendo che la redazione di PC Gamer è "parecchio fuori strada e non aggiornata" come me!

  16. Evil_Sephiroth on
    Alf4C0m_1

    La CPU è così "insignificante" a livello gaming che una rivista come PC Gamer ci ha dedicato un intero articolo sull'importanza di averne una prestante per il gioco, pochi giorni fa. Riporto uno stralcio dell'articolo (che non linko perchè è "la concorrenza"): "While the GPU performs the actual polygon movement and transformation, the CPU acts like a director in telling the GPU what to load, what to perform, and when to perform it while leaving the tasks of HOW to do it to the GPU".

    Lo stesso articolo fa questa semplificazione:
    High polygon Models/Lots of Models+game mechanics+AI+Lighting=CPU
    Shaders+Textures+Resolution=GPU
    La commistione di meccaniche di gioco e intelligenza artificiale sono, di base, la fisica complessiva che muove il gioco. Concluderei dicendo che la redazione di PC Gamer è "parecchio fuori strada e non aggiornata" come me!

    Abbastanza..e ripeto sono anni che i motori fisici si appoggiano maggiormente alla GPU.

    Parlano di lighting ma, anche prima del ray tracing (lasciamolo stare per ora) le impostazioni che incidevano tanto su l'illuminazione erano tutte impostazioni GPU intensive….vedi ambiental occlusion ad esempio.

    L'ai e un altro campo che sta andando completamente verso le VGA (anche se non le consumerà) quindi secondo me si la redazione di PC gamer ha preso una gran cantonata o non hanno corretto l'articolo a chi lo ha scritto.

    E comunque la qualità di PC gamer e la loro competenza é in caduta libera da qualche tempo.

    E sulla prima parte da te citata forse non hai compreso a cosa si riferissero. Era un chiaro riferimento al CPU limited, che ci sta, non é che si può mettere un core duo con una 2080…. Detto questo al di là dei benchmark un vecchio phenom 2 non farà i numeroni "al frame" ma non limita così tanto in uso reale

  17. Alf4C0m_1 on
    Evil_Sephiroth

    Abbastanza..e ripeto sono anni che i motori fisici si appoggiano maggiormente alla GPU.

    Parlano di lighting ma, anche prima del ray tracing (lasciamolo stare per ora) le impostazioni che incidevano tanto su l'illuminazione erano tutte impostazioni GPU intensive….vedi ambiental occlusion ad esempio.

    L'ai e un altro campo che sta andando completamente verso le VGA (anche se non le consumerà) quindi secondo me si la redazione di PC gamer ha preso una gran cantonata o non hanno corretto l'articolo a chi lo ha scritto.

    E comunque la qualità di PC gamer e la loro competenza é in caduta libera da qualche tempo.

    E sulla prima parte da te citata forse non hai compreso a cosa si riferissero. Era un chiaro riferimento al CPU limited, che ci sta, non é che si può mettere un core duo con una 2080…. Detto questo al di là dei benchmark un vecchio phenom 2 non farà i numeroni "al frame" ma non limita così tanto in uso reale

    Perdonami, senza offesa, ma PC Gamer è un'autorità nel campo da DECADI e non credo che l'opinione di un "utente comune" non coadiuvata da dettagli tecnici, possa smontarne così facilmente l'opinione. E se fai un giro velocissimo su Internet, ti rendi conto della correttezza delle informazioni da loro rilasciate. In aggiunta, basta un po' di buon senso: se la CPU non servisse, ora avremmo tutti ANCORA dei 386 da 12 Mhz come processore base.

  18. MmK83 on

    Finalmente un articolo sul tribe interessante a cui partecipare :D.
    Non ho letto tutti i post ma in velocità mi sono fatto un idea di "chi pensa cosa".
    L'articolo in sè in realtà è buono…l'errore è stato fatto a causa del fatto che chi lo ha scritto non è un sistemista o cmq una persona che lavora quotidianamente nel settore "assemblaggio PC".
    L'articolo fino al punto "back to the future" era impeccabile…ma il redattore è caduto (non per sua diretta colpa…semplicemente perchè appunto palesemente non fa parte del settore PC) quando ha cercato di paragonare i "nuovi prezzi console dopo anni su strada" con i prezzi degli stessi componenti PC del 2013 con oggi 2019.Tutto li.
    Mentre una console anche se difatto rimane della stessa potenza,internamente anche se molto spesso non lo vediamo (escludendo i palesi restyle in slim) continua ad evolversi con le sue potenziali revisioni e quindi materiali meno costosi e nanometri più bassi per i chip principali (aka costa meno produrla)….l'hardware PC di pagarone (dello stesso periodo di uscita) rimane invariato perchè non si evolve direttamente il modello specifico ma di fatto ne escono "altri" di modelli che vanno a sostituire il modello precedente.Anche nel mondo PC troviamo quindi un potenziale (faccio un esempio) i3 8350k sirie 8 che di fatto va come (e probaiblmente anche di più, non ho controllato) del buon vecchio Intel 4670k.Cosi come una 1050ti (scheda nvidia di fascia bassa attualmente) va di più di una gtx 660 dell'epoca costanto di fatto meno.
    Quindi questo per dire che l'unico errore fatto dall'articolo è stato quello di paragonare il prezzo del 2019 delle console attuali (evolute internamente per abbassare i costi di produzione) con il prezzo dei vecchi componenti pc non evoluti perchè difatto sostituiti con altri componenti dove l'evoluzione dei nanometri più bassi è arrivata anche li…quindi oggi 2019 per avere un cpu che vada come una top di gamma del 2013 non c'è bisogno di spendere le stesse cifre che bisognava spendere nel 2013 appunto ma addirittura con un i3 (considerata la facia bassa di intel) si hanno le medesime perfomance!!!
    Sia chiaro…per fare un pc nel 2019 che vada come ps4 base il prezzo complessivo sarà sicuramente più alto dei 299€ di ps4 ma bisogna anche dire che le prestazioni di un pc di fascia bassa oggi sono abbastanza superiori a una ps4 base perchè anche un pc di fascia bassa (del 2019) genera sicuramente quei 2,5 teraflop…aka abbastanza sopra gli 1,8 di ps4 base.
    I prezzi alti sui componenti vecchi del PC presi dall'articolo non sono assolutamente attendibili perchè NON sono derivati all'andamento del mercato attuale o ai problemi di "mining" (finalmente risolti) ma semplicemente che di fatto quei componenti non esistono più perchè usciti fuori produzione e in quei rari casi in cui c'è un rimanenza di magazzino il prezzo alto gioca sul fatto che se non vuoi cambiare anche tutti gli altri componenti e quindi adeguarti agli standard di oggi perchè la tua scheda madre non supporta le nuove cpu allora il prezzo della vecchia cpu (uscita fuori produzione) lo faccio io venditore a mia discrezione 😀 (stile pezzi di ricambio di auto antiche per dire) ma ripeto quei prezzi "folli" non sono assolutamente attendibili e utilizzabili nel contesto dell'articolo.

  19. MmK83 on

    Se posso,visto il contesto "hardware" dell'articolo,volevo anche spendere alcune miei perplessità sui rumori delle specs di ps5.
    Si parla chiaramente di un discreto salto lato cpu (finalmente) ma con un TDP di 95 watt.Spero che la cosa riguardi esclusivamente l'assorbimento della sola cpu perchè vi posso garantire che se è il totale di assorbimento dell'intera APU (quindi anche della GPU interna)…non ci sarà questo grosso salto grafico che ci si potrebbe aspettare (anche considerando i potenziali 7 nanometri costruttivi).

  20. Evil_Sephiroth on
    Alf4C0m_1

    Perdonami, senza offesa, ma PC Gamer è un'autorità nel campo da DECADI e non credo che l'opinione di un "utente comune" non coadiuvata da dettagli tecnici, possa smontarne così facilmente l'opinione. E se fai un giro velocissimo su Internet, ti rendi conto della correttezza delle informazioni da loro rilasciate. In aggiunta, basta un po' di buon senso: se la CPU non servisse, ora avremmo tutti ANCORA dei 386 da 12 Mhz come processore base.

    Stai facendo un esempio sbilanciato..

    Se parliamo di CPU limiterò hai ragione ma il CPU limited oltre ad essere visibile in modo eclatante solo da benchmark se parliamo di CPU recenti (come ho detto su un phenom 2 da 80 euro a meno di non essere in condizione di spingere al massimo una 1080 o successive, manco lo vedi il cpu limited)

    Nel caso che hai detto (se si potesse montare una 1080 su un 386) allora lo vedresti sempre….ma nei casi sensati come un phenom 2 con una 1080 non é assolutamente come dici.

    Le istituzioni crollano o vanno in crisi in tutto iil mondo, specie quando devono massificarsi per vendere e rimanere a galla.

1 2 3 4

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.