PSN+ Ottobre 2010 - Articoli

Finalmente ottobre e' arrivato, e con esso anche il nuovo e ricco mese del PSN+! Dall'ultimo articolo che avete letto qui su Console-Tribe su questo servizio Sony, molti contenuti sono stati rilasciati e annunciati: demo gustose, beta in anteprima e quant'altro. Quindi partiamo subito in quinta, e parliamo di cio' che il colosso giapponese ha concesso a tutti coloro i quali che hanno sottoscritto un abbonamento PSN Plus. Proseguite con la lettura.

Finalmente ottobre è arrivato, e con esso anche il nuovo e ricco mese del PSN+!
Dall’ultimo articolo che avete letto qui su Console-Tribe su questo servizio Sony, molti contenuti sono stati rilasciati e annunciati. Quindi partiamo subito in quinta, e parliamo di ciò che il colosso giapponese ha concesso ai possessori del PSN Plus.
Prima di tutto accenniamo alla demo esclusiva di Castlevania resa disponibile una settimana prima rispetto al resto dell’utenza. Per carità, niente di eclatante, è vero, però fa piacere vedere come Sony si sia mossa in maniera corretta, dando la precedenza agli abbonati Plus. A ciò va aggiunta anche l’apertura esclusiva della beta di Assassin’s Creed: Brotherhood poco tempo dopo, concedendo la possibilità di provarla con largo anticipo e farsi così un’idea più precisa sul nuovo titolo Ubisoft. Insomma, le versioni beta promesse all’E3 della scorsa estate cominciano finalmente a vedersi, e per i prossimi giorni la situazione diverrà sempre più rosea: presto infatti sia Guerrilla che Media Molecule permetteranno ai membri Plus di provare in anteprima le loro attese esclusive, ovvero Killzone 3 e Little Big Planet 2. Sebbene per il primo gioco i posti saranno limitati, solo 10.000 codici verranno distribuiti per chi scaricherà più velocemente il tema distribuito questa sera, il secondo promette una distribuzione più estesa. Fa molto piacere vedere tutti questi progressi del servizio, che diventa sempre più completo e vario. E chi non avrà la fortuna di essere tra i “prescelti” per quanto riguarda Killzone 3, non dovrà disperare, visto che sicuramente la beta verrà aperta in seguito a più persone.
Per chi invece volesse abbonarsi ma ancora non l’ha fatto, questo è sicuramente un buon momento. Chi infatti si iscriverà al servizio per un anno, riceverà ben tre mesi gratuiti, per un totale di quindici mesi di abbonamento, che di sicuro compensano la spesa iniziale di 50 €.
Detto ciò, passiamo adesso ai contenuti distribuiti questo mese!

Street Fighter II Turbo HD Remix

Il titolo PSN gratuito di questo mese è una vecchia gloria Capcom rimasterizzata in alta definizione dai capaci ragazzi di Udon Entertainment, un picchiaduro che ha fatto la storia di questo genere. Forte di un roster ricco, che presenta tutti i lottatori originali – Ryu, Ken, Guile, M. Bison, Blanka, e tanti altri -, nonché della classica modalità Arcade e di quella di allenamento, Street Fighter II Turbo HD Remix diverte parecchio ancora oggi.
Il gameplay è lo stesso della versione originale, totalmente invariato, tecnico al punto giusto e capace di premiare chiunque abbia la pazienza di imparare le tecniche più complesse. Risulta forse troppo difficile da gestire per chi non ami particolarmente il genere o per le nuove leve, abituate a comandi più semplici e meno rigidi, ma ciò non toglie che con un po’ di pratica chiunque possa impararlo a gestire con perizia. Ecco quindi che, da lottatore inerme e pieno di lividi, chiunque può aspirare a diventare un vero maestro di arti marziali, capace di concatenare combo rapide e mortali.
La grafica, coloratissima, mostra un restyling curato che concede con un’opzione l’utilizzo di quella 2D dell’epoca, dall’adorabile gusto retrò, nonché di un supporto ben più moderno del widescreen. Anche il sonoro permette di scegliere tra le tracce originali e quelle remixate, regalando sicuramente bei ricordi ai giocatori di vecchia data e imprimendosi nella mente di quelli nuovi.
A tutto questo va aggiunta l’inedita modalità online, che permette di combattere con altri utenti in carne ed ossa in duelli all’ultimo hadouken, aumentando sicuramente la longevità di questo grande titolo.

Kula World

Il classico PSOne di ottobre è il simpaticissimo Kula World, un puzzle game di quelli vecchia scuola. Il giocatore controllerà un pallone il cui scopo sarà quello di raggiungere le uscite degli assurdi stage in cui verrà catapultato. Nessuna storia di fondo a tali eroiche gesta, avrebbe stonato, ma solo livelli geometrici sempre più complessi da superare, ricchi di monete da raccogliere per ottenere punti extra, trappole di ogni tipo da evitare e una fisica alquanto particolare, che punisce i più distratti. La palla si muoverà infatti in maniera rigida su blocchi perpendicolari tra loro, con la possibilità di cambiare lato in determinate circostanze – costringendo così a vedere sotto differenti prospettive lo stesso livello – o di andare su altri blocchi, posizionati in zone a superiori o inferiori, con salti precisi. Cadere nel vuoto, la cui gravità viene modificata in base alla posizione in cui si trova la palla, equivale ad un rapido Game Over.
Per sbloccare le uscite di ogni stage il giocatore dovrà recuperare un determinato numero di chiavi entro un tempo limite, che in base a bonus o malus potrà aumentare o diminuire, e si potranno raccogliere frutti utili a sbloccare livelli extra, utili a far crescere i punteggi.
Se si considera che la grafica, nonostante sia parecchio vecchiotta, non stona particolarmente e non risente troppo dell’età – cosa dovuta principalmente al tipo di gioco -, i caricamenti molto brevi ed un gameplay immediato e divertente, si può suggerire senza remore il download di questa vecchia gloria PSOne a tutti quanti.

Aero Racer – minis

Primo minis di questo mese, Aero Racer è un colorato titolo di corse ambientato in un mondo vagamente futuristico. Il giocatore, che controlla uno dei vari veicoli – che ricordano molto quelli di Wipeout – visto dall’alto, dovrà cimentarsi in numerose sfide dai differenti obiettivi. Se i primi stage rappresenteranno più dei tutorial che dei veri e propri livelli, mano a mano che si andrà avanti il gioco porrà limiti più rigidi e farà affrontare gare più articolate, con la presenza di concorrenti agguerriti, limite di punti ottenuti e tempo disponibile. Verranno inseriti quindi sempre più ostacoli, come barriere che rallentano o aumentano oltremodo la velocità del mezzo, o curve così strette da costringere il giocatore ad eseguire spericolati manovre. Arrivare primi così sarà sempre più arduo, e talvolta basterà un singolo errore per non arrivare sul podio.
La grafica vivace, il sonoro ritmato e le varie modalità di gioco contribuiscono a rendere questo minis allegro e divertente, nonché sufficientemente longevo, spesso tallone di Achille di questa tipologia di giochi. Passerete volentieri qualche ora ad eseguire quindi grind lungo le curve cercando di superare i rivali, pronti ad arrivare sul podio e rubare loro la tanto agognata e meritata coppa d’oro.