Soundcore Liberty Air 2 Pro - Hardware-Test

Dobbiamo ammettere che è sempre un piacere avere tra le mani un nuovo prodotto di Soundcore, sub-brand di Anker che negli ultimi anni si sta conquistando una fascia di mercato sempre più importante grazie a una qualità dei prodotti che non ha nulla da invidiare ai ben più noti marchi concorrenti ma con un prezzo decisamente appetibile. Nelle ultime due settimane ho avuto modo di testare le nuovissime Liberty Air 2 Pro.

Iniziamo dalla confezione che presenta dimensioni un po’ più generose rispetto agli standard odierni ma che fa sicuramente una bella figura grazie alla sua semplicità ed eleganza. Oltre alle cuffie e alla custodia di ricarica, la confezione include i soliti manuali, un cavo USB Type-C e un gran numero di gommini che vanno dalle misure XXXS a XXL in grado di soddisfare qualsiasi tipo di utenza. Un’attenzione per i clienti questa che è solo di Soundcore visto che solitamente le altre aziende non inseriscono nella confezione più di 4 gommini.

Il design delle cuffie riprende lo stile di AirPods con dimensioni più generose ma un peso non eccessivo e un design davvero piacevole. Al tatto comunque si ha la sensazione di avere tra le mani un prodotto costruito con materiali di qualità. Stesso discorso sulla qualità lo estendiamo alla custodia di ricarica che però, a differenza delle cuffie, si discosta dal design tipico di casa Apple e ripreso poi da altre aziende in favore di un qualcosa di più personale. La custodia presenta infatti dimensioni tutt’altro che eccessive risultando sempre comoda da tenere in tasca e con un’elegante apertura scorrevole che rivela al suo interno gli auricolari con la solita calamita a tenerli ben saldi al loro posto. La parte frontale presenta un led che indica lo stato di carica e sul retro la porta USB-C per la ricarica tramite l’apposito cavo. Da segnalare che la ricarica può essere effettuata anche mediante un caricabatterie wireless compatibile QI.

Dopo aver trovato il gommino giusto per le mie orecchie, le Soundcore Liberty Air 2 Pro risultano davvero comode da indossare e molto stabili senza dare l’impressione di perderle in qualunque momento. Anche durante qualche sessione di sport hanno retto abbastanza bene e la certificazione IPX4 viene in soccorso rendendo così le cuffie impermeabili alle gocce di sudore e alla pioggerellina. Tuttavia per questa fascia di utenti il mio consiglio è di rivolgere le attenzioni a un altro tipo di prodotto come le Life Dot 2, le Spirit X2 o le Spirit Dot 2 che abbiamo testato sempre su queste pagine. Le Liberty Air 2 Pro sono infatti cuffie pensate principalmente per l’uso quotidiano, per chi lavora in ufficio, per i pendolari, chi fa molte telefonate e così via.

Estratte le cuffie dalla custodia di ricarica l’accoppiamento con il proprio smartphone (le ho provate anche con il PC) avviene all’istante come qualsiasi altro prodotto che sfrutta la tecnologia Bluetooth 5. Ovviamente le cuffie possono essere utilizzate singolarmente accoppiandosi o disattivandosi a seconda se vengono estratte o inserite nella custodia di ricarica. Apprezzabile inoltre la presenza di un sensore che mette in pausa le cuffie non appena vengono tolte dalle orecchie. Presenti inoltre i controlli touch personalizzabili mediante l’apposita app di cui vi parlerò qualche riga più avanti.

Piccolo passo indietro rispetto ai precedenti prodotti della serie Liberty è l’assenza del codec aptX, Liberty Air 2 Pro supporta solo SBC e AAC. Probabilmente molti neanche ci faranno caso, ma era giusto segnalare questa mancanza per chi magari è interessato. La qualità audio delle nuove arrivate di casa Soundcore offre un suono pulito, bassi accentuati, alti e medi bilanciati posizionando le cuffie tra i top di gamma del mercato. Presente anche la cancellazione del rumore che svolge bene il suo compito pur non raggiungendo vette di eccellenza di altri marchi. Ottimo anche l’audio in entrata con 6 microfoni che trasmettono in chiamata una voce chiara in tutte le occasioni. Il merito è anche di una buona soppressione dei rumori che riesce a esaltare la nostra voce cancellando gli altri suoni o, in casi più estremi, a relegarli sullo sfondo.

Ottima la batteria sia delle cuffie che con una singola carica reggono per circa 7 ore, che della sua custodia che può ricaricare fino a un massimo di 3 volte le cuffie. Presente anche la ricarica rapida che garantisce 3 ore di utilizzo delle cuffie con soli 15 minuti di ricarica. Soundcore dichiara un’autonomia di 26 ore, una stima che confermiamo tranquillamente.

Chiudiamo con una breve parentesi sull’ottima applicazione di Soundcore che permette di personalizzare l’esperienza d’uso delle Liberty Air 2 Pro. Una volta collegate le cuffie allo smartphone, basta avviare l’app e connettere le cuffie per aprire le varie opzioni. Come potete vedere nella gallery in calce è possibile personalizzare la riduzione dei suoni ambientali adattandola in base all’ambiente in cui ci troviamo. Inoltre è possibile fare un piccolo test che ci aiuta a regolare la posizione delle cuffie così come a scegliere il gommino più adatto alle nostre orecchie e HearID che effettua un test audio per realizzare un equalizzatore personale.

Soundcore Liberty Air 2 Pro sono le cuffie giuste al momento giusto. In questo periodo ero proprio alla ricerca di un accessorio di questo tipo e devo ammettere di essere rimasto pienamente soddisfatto da questa new entry del sub-brand di Anker. Tutto è davvero azzeccato nelle Soundcore Liberty Air 2 Pro, a partire dal design per poi passare alla qualità dei materiali, l’autonomia della batteria e il comparto audio da top di gamma sia in entrata che in uscita. Come per i predecessori di Soundcore, anche in questo caso ci troviamo dinanzi a un prodotto dall’ottimo rapporto qualità/prezzo che vi consiglio di tenere assolutamente in considerazione. Il prezzo consigliato è di 129,99 euro, ma in giro si riescono a trovare anche tra i 100 e i 110 euro, una cifra che rende queste Soundcore Liberty Air 2 Pro davvero imperdibili.

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.