• Pag. 1
  • Pag. 2
  • Pag. 3
  • Pag. 4
  • Pag. 5
Pubblicata il 13/12/2005, a cura di Redazione

Risoluzioni

Come ben sappiamo la generazione in arrivo sta preoccupando per le costose "esigenze" che richiede per essere apprezzata a pieno. E' stata definita l'hd era, ovvero era dell'alta definizione, argomento questo, nel quale l'italia è più indietro rispetto aglia altri paesi europei, e che quindi ha generato un po' di confusione nella scelta dell'apparecchio giusto da usare per godere la grafica dell'x360 in tutto il suo splendore.

Nella prossima generazione avremo a che fare con tv hd e monitor dalle mile risoluzioni, cosa che con le tv a tubo catodico non succedeva. E' bene a profondire questo discorso partendo dalle fondamenta (non quelle di halo 2).



Cenni sulle risoluzioni

Le risoluzioni vengono indicate con il rapporto fra largezza e altezza (es 1280x720) e vengono abbreviate scrivendo solo l'altezza (in questo caso 720p/i). Accanto al valore noterete una "i" o una "p", che stanno ad indicare se si tratta di una risoluzione interlacciata o progressiva. La prima ha una qualità più scadente, ed è usata in genere dale tv a tubo catodico (crt) mentre la seconda ha una qualità molto migliore in quanto genera immagini estremamente nitide e prive di "sfarfallio".

Alta definizione

L'alta definizione, indicata con la sigla HD, sfrutta risoluzioni più elevate delle tv classiche crt. Mentre un crt infatti ha risoluzioni di 720x576 pixel (576i) per il PAL, (lo standard europeo) e di 640x480 (480i) petr l'NTSC (lo standard americano), L'HDTV (tv ad alta definizione) ha invece una risoluzioni di 720p e di 1080 i/p. Questo vuol dire possibilità di visualizzare immagini più grandi e nitide rispetto alla televisione standard. La 1080p fornirebbe la massima qualità possibile per l'alta definizione, ma pochissimi televisori la supportano (questi si chiamano full hd) e comunque la quantità di informazioni da trasferire è tale da renderne problematica la trasmissione. La 1080i vanta una risoluzione in pixel maggiore, ma presenta gli sfarfallii tipici della risoluzione interlacciata (della tv standard a tubo catodico per intenderci). Solitamente si preferisce la 720p (1280x720), che è la risoluzione in cui verranno svilluppati i videogiochi di xbox 360 e,probabilmente, anche ps3.

La sigla Hd ready è come un marchio doc che ci dice che l'apparecchio in questione ha i requisiti minimi per supportare l'alta definizione. C'è tuttavia da fare attenzione, poichè nel marchio hd ready vengono incluse tv hd classiche, full hd e hd compatibili. La differenza la fa la risoluzione standard. Le classiche (lcd) hanno pannelli di 720p o 768p e sono quelle più comuni e diffuse. Le full hd (plasma per adesso), ancora rare in commercio, hanno pannelli che supportano le risoluzioin più alte (1920x1080), tecnologia comunque ancora difficilmente raggiungibile per i mezzi moderni, e quindi molto costose oltre che poco sfruttate. Le hd compatibili (plasma) vengono chiamate così perché hanno pannelli in 480p, ma supportano comunque le risoluzioni più alte.Per far questo però devono ricorrere a grande lavoro dello scaler, con conseguente perdita di qualità rispetto ad una tv che una risoluzione hd ce l'ha di default (e ce quindi non ha bisogno di intervento dello scaler).

Formati

Queste risoluzioni, oltre ad essere più grandi e con teconologia progressiva, sono anche in formato diverso rispetto alle tv crt. La proporzione tra altezza e larghezza dello schermo HDTV infatti è di 16:9 contro i 4:3 della tv clasica. Oltre ad avere più spazio lateralmente, il 16:9 si adatta meglio al formato cinematografico, potremo così godere dei film senza rischio di perdere porzioni di immagini.Un piccolo accorgimento ci permette di riconoscere subito in quale formato è una risoluzione, facendo il rapporto fra larghezza e altezza.

4:3 = 1,3 così come 640:480 = 1,3
16:9 = 1,7 così come 1280:720 = 1,7

Sono risoluzioni 4:3:

640*480
720*480 (Ntsc)
720*576 (Pal)
1024*768 (XGA)
1152*864
1280*1024
1600*1200

Sono risoluzioni 16:9

852*480 (EDTV)
1280:720 (HDTV 720p)
1366:768
1920:1080 (HDTV 1080i/p)

Scaler

Queso aspetto è fondamentale nel tema alta definizione, poiché è da questo che dipende la qualità che visualizzeremo nelle hdtv. Lo scaler è un dispositivo che c'è all'interno delle tv ad alta definizione che serve per adattare le risoluzioni. Come ormai tutti sapranno, le hdtv hanno una risoluzione standard del pannello (quella cioè, in cui l'apparecchio produce prestazioni e qualità migliori, grazie all'assenza dell'intervento dello scaler) ma possono supportare anche altre risoluzioni.
Quando alla tv arriva un segnale con risoluzione diversa da quella sua nativa, lo scaler riadatta l'immagine alla risoluzione della tv. Se la risoluzione entrante è minore di quella dello schermo, lo scaler farà un upscale del segnale, ovvero dovrà calcolare e creare tutte le informazioni (i pixel) mancanti fino ad arrivare alla giusta risoluzione. Se al contrario lo scaler riceve più informazioni di quanto il video sia in grado di visualizzare, parte del segnale dovrà essere scartato. Queste operazioni comportano una perdità di qualità del segnale, e in particolare la perdità sarà direttamente proporzionale alla quantità di lavoro svolta da questo dispositivo.
Si intuisce quindi, che è fondamentale scegliere la tv in base all'uso che ne faremo, perchèdovremo tenere in considerazione il segnale da mandare in entrata e cercare di evitare il più possiible l'intervento dello scaler. Le tv lcd hanno in genere pannelli in risoluzione nativa di 1366x768, per cui nel caso la tv ci servisse principalmente per i giochi, l'intervento dello scaler in questo caso sarà minimo, in quanto il segnale in origine (1280x720) è di poco diverso da quelo della tv, e quindi la perdita di qualità sarebbe quasi impercettibile. Diversamente, le tv al plasma che hanno risoluzioni native di 480p o 1024p, dovranno far fare un gran lavoro allo scaler se collegate ad un xbox 360.
L'ideale, per xbox 360, sarebbe collegare una tv lcd con pannello di 720p di default, oppure, nel caso si abbia un pannello 768p, usare il cavo vga per fare una mappatura 1:1. La mappatura consiste nel selezionare da dashboard microsoft il segnale d'uscita in 768p anzicchè 720p, in modo da farlo uscire nella stessa risoluzione della tv ed evitare l'intervento,seppur minimo, dello scaler. Si ricorda che questa operazione è fattibile soltanto con il cavo vga.

  • Sommario:
  • Risoluzioni
  • TV, monitor e proiettori. Cosa scegliere?
  • Connessioni
  • HD Player
  • Conclusioni
  • Pubblicato il 09/02/2016
    Eccoli i vostri giochi preferiti del 2015! Anche quest'anno noi ve li abbiamo proposti e voi li avete votati.
    Ai vincitori il solito posto d'onore mentre subito sotto una nota della redazione per non dimenticare qualche titolo che magari ha ...
    0
    0
  • Pubblicato il 03/02/2016
    Dopo un buon mese di Gennaio caratterizzato da titoi interessanti seppur non eccelsi, il secondo mese dell'anno promette sicuramente qualcosina di più grazie a una serie di uscite che, almeno sulla carta, sono di prima qualità.
    0
    0
  • Pubblicato il 01/02/2016
    Poco meno di due mesi fa, dopo una carrellata di video che avevano fatto scoppiare l’ennesima caccia al downgrade, The Division si era mostrato in forma giocata grazie ad un succosa release alpha a numero chiuso. L’occasione era stata più che mai ...
    0
    0
  • Pubblicato il 20/01/2016
    Il 2015 è finito, finalmente siamo entrati completamente dentro la Nextgen. O forse no? In ogni caso è arrivato il momento di dire la vostra: preparatevi a spulciare la vostra ludoteca dell’anno oramai prossimo a salutarci, siate freddi e lucidi ...
    0
    0
  • Pubblicato il 19/01/2016
    Che bella sorpresa è stato Plants vs Zombies: Garden Warfare nel 2014? PopCap Games ha trasformato completamente la sua creatura passando dal tower defense su dispositivi mobile allo shooter multiplayer su console che scimmiotta e ironizza su videogiochi del calibro ...
    0
    0
  • Pubblicato il 11/01/2016
    Le console realizzate in occasione di particolare eventi oppure a tema per uno specifico videogioco sono generalmente più costose. L’elevato prezzo è giustificato dal numero limitato di pezzi messo in commercio e anche dalla particolare bellezza di alcuni modelli. Non ...
    0
    0
  • Pubblicato il 04/01/2016
    Anno nuovo, videogiochi nuovi. Il 2016 promette di essere ricco di videogiochi e lo si evince già da questo primo mese dell'anno. Mancao tripla A importanti, eppure c'è una buona varietà per accontentare i palati di tutti i tipi di ...
    0
    0
  • Pubblicato il 24/12/2015
    Eccoci come di consueto al momento dell'anno in cui volgiamo il nostro sguardo indietro e armati di pennarellone nero indelebile ci prepariamo a tirare una bella riga sotto questo anno videoludico.
    Di seguito potrete trovare i migliori e i peggiori ...
    0
    0
  • Pubblicato il 24/12/2015
    Una delle critiche mosse a Bloodborne ad aver maggiormente raccolto consensi tra i giocatori è stata, senza dubbio, quella relativa alla longevità. Buona, ma non certo paragonabile a quella sperimentata nei due Dark Souls e in Demon’s Souls. Questa è andata a braccetto anche con ...
    0
    0
  • Pubblicato il 21/12/2015
    Il 2015 sta volgendo al termine.
    Un anno forse non saturo di videogiochi ma sicuramente teatro di alcuni eventi destinati a cambiare il panorama del nostro hobby preferito, o almeno il secondo preferito.
    0
    0