Shantae: Half-Genie Hero Ultimate Edition - Recensione

Sinceramente non ho mai apprezzato più di tanto le cosiddette edizioni GOTY, quelle canoniche ristampe di titoli di successo che hanno iniziato a proliferare non appena i DLC si sono tramutati in un consolidato appuntamento fisso. Sì, perché da anziano quale sono, avevo la sana abitudine di ritrovarmi gli add-on nascosti nel software principale, magari da sbloccare tramite qualche run standard accessoria. Purtroppo, però, il mercato si evolve (a differenza mia, che mi incartapecorisco sempre più) e le raccolte la fanno sempre più da padrone. Devo comunque ammettere che se hanno la qualità di Shantae: Half-Genie Hero Ultimate Edition, non posso che chiudere felicemente un occhio.

Un gradito ritorno

Difficile rimanere immuni al fascino della genietta creata dai ragazzi di WayForward, protagonista di una serie di platform, impreziositi da elementi metroidvania, davvero curati e divertenti. Il cui ultimo esponente è proprio il capitolo che da il nome alla Shantae: Half-Genie Hero Ultimate Edition, del quale vi avevamo già parlato un po’ di tempo fa (qua la nostra recensione), e che torna oggi immutato nei suoi moltissimi pregi e nei suoi rarefatti difetti. Ci ritroveremo, quindi, a controllare la nostra sinuosa eroina lungo sei distinti stage, nel tentativo di sventare i piani della solita Risky Boots, saltellando qua e là e non rinunciando a ricorrere alle mutevoli doti della deliziosa Shantae. L’avventura ci terrà compagnia per circa 5-6 ore, grazie ad un gameplay ottimamente calibrato, attorno a cui si dipana un level design sempre convincente ed azzeccato che, tra divertentissime boss battle ed una spruzzata di backtracking, saprà fare la gioia degli amanti del genere. Presenti, come in origine, la side story con protagonista Risky, oltre alle note modalità Hero (che ci permetterà di giocare con tutte le abilità sbloccate) e Hard Core (una sfida decisamente più impegnativa del solito). A rendere stuzzicante la Shantae: Half-Genie Hero Ultimate Edition, però, ci pensano una serie di extra capaci di aumentare la già corposa, in relazione al prezzo di vendita, longevità complessiva del pacchetto.

L’unione fa la forza

Tra le feature accessorie più intriganti, spicca senza dubbio l’avventura che ha per protagonisti Bolo, Sky e Rottytops, i tre storici amici di Shantae. Questi saranno gli eroi di una storia parallela, che si svolgerà all’interno della trama principale dell’avventura e, pur presentando gli stessi stage già visti in tali situazioni, potrà beneficiare di alcune meccaniche di gameplay davvero peculiari. Ciascuno dei tre personaggi, difatti, sarà in possesso di una distinta abilità, che gli permetterà di superare determinate porzioni dello scenario: Bolo sarà in grado di utilizzare un arpione in stile Bionic Commando, Rotty potrà lanciare la sua testa oltre le barriere energetiche, per poi ricomparire dall’altro lato, mentre Sky sarà in grado di materializzare una piattaforma sospesa, utile per superare baratri troppo ampi. A fare la voce grossa sarà, però, il gioco di squadra, visto che saremo in grado di switchare in tempo reale i tre protagonisti, così da sfruttare e combinare tra loro le varie skill. Visto che sono vecchio, come detto in apertura, tale sistema non ha potuto fare a meno di riportarmi alla mente il caro, vecchio Gobliins: ve lo ricordate? A chiudere il parco degli episodi accessori ci pensano tre distinte sezioni, ognuna delle quali si baserà su altrettanti costumi inediti per la nostra Shantae: Mighty Switch Force, ninja e bikini. Ciascuno di questi travestimenti conferirà al genio peculiari abilità che, pur essendo calate all’interno dei canonici sei stage principali, conferiranno alla giocabilità complessiva sfumature inedite. A chiudere il cerchio degli extra ci pensano tantissime illustrazioni, sia del team che degli utenti, da sbloccare.

Sia si abbia già gustato l’ultima avventura di Shantae, sia questa manchi ancora all’interno del nostro curriculum videoludico, non ci sono davvero motivi validi per sconsigliare l’acquisto della Shantae: Half-Genie Hero Ultimate Edition, principalmente in virtù delle interessanti aggiunte presenti in questa release. Pur ruotando tutte attorno al medesimo scenario, difatti, i capitoli accessori sono in grado di far vivere sotto prospettive ludiche differenti, praticamente reinventandoli, stage già ampiamente metabolizzati nella loro forma originale. Se aggiungiamo al tutto il, fortunatamente, immutato comparto tecnico eccellente, viene davvero difficile resistere alle lusinghe della genietta animata dai ragazzi di WayForward.

  • L’ultima avventura di Shantae è sempre divertente

  • Le modalità inedite fanno ampiamente il loro dovere

  • Visivamente delizioso

  • Traduzione approssimativa

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.