Riverbond - Recensione

Riverbond è un coloratissimo arcade, tranquillo e senza pensieri, che ci vedrà protagonisti di una serie di personaggi quadrettosi che sfideranno tutto e tutti, fino a completare i vari mondi e sconfiggere ogni boss. Impresa facile? Forse. Divertente? Vediamolo insieme.

Dagli sviluppatori Cococucumber nasce questa idea di mischiare lo stile Minecraftiano a delle meccaniche hack’n’slash puramente arcade, e dobbiamo dire che funziona. Preso alla leggera, Riverbond si lascia giocare in totale tranquillità, offrendo una difficoltà bassa ma una sfida interessante per via della mole di nemici da affrontare. La possibilità di giocare in multiplayer fino a 4 giocatori arricchisce la bontà del titolo regalando ore di svago per un pubblico relativamente giovane.

Lo stile colorato e variegato dei livelli, unito agli sporadici collezionabili e livelli segreti, spingeranno i giocatori a giocare e rigiocare gli stessi mondi, divisi per livelli ed ognuno caratterizzato da un boss finale. Lo stile tridimensionale pixelloso con camera isometrica regala ai livelli uno stile retrò ma moderno, e fortunatamente per noi quasi tutto sarà soggetto a distruzione.
Vi saranno alcuni obiettivi da raggiungere, come attivare leve, sconfiggere nemici, che apriranno la porta di fine livello. La sfida sarà rappresentata per lo più dall’ammontare di nemici, ma in nostro aiuto verranno la quantità di armi bianche e da fuoco, scambiabili a piacimento una volta scoperte, che renderanno il gameplay variegato e permetteranno cambi di strategia a seconda del nemico.

Essendo il gioco senza trama, il tutto va preso molto alla leggera, ed è per questo che la presenza di skins per il personaggio rendono il gameplay più personalizzabile e buffo, presentando anche personaggi di un certo calibro, come per gli indie Bastion, Guacamelee, o Enter the Gungeon. Lo stile grafico regna, regalando paesaggi in pixel art interessanti e variegati, che uniti alla distruzione dell’ambiente rendono il titolo divertente per passare qualche ora di svago senza pensieri.

Riverbond è un gioco semplice, dedicato ad un target di piccoli, ma che può rappresentare comunque uno svago per coloro i quali cercano qualcosa che sia facile, buffo, e colorato. La semplicità forse eccessiva del titolo riduce la longevità generale nonostante i suoi 8 mondi, e la stessa rigiocabilità è praticamente fine a sé stessa, ma rimane comunque un simpatico titolo per passare il tempo, consigliato soprattutto in multiplayer in quanto da il meglio di sé.

  • Stile grafico

  • Personalizzazione

  • Boss finali

  • Fin troppo semplice

  • Di breve durata

  • Nessuna trama

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.