Marooners - Recensione

È sempre la solita storia. Arrivano amici a casa, chiedendo di giocare qualcosa con le vostre console Ultra HD 4K HDR, e puntualmente vi ritrovate a scrollare la vostra lista dei giochi acquistati nella disperata ricerca di un titolo multiplayer locale. Alla fine, esausti, proponete il solito FIFA, oppure chiedete ai vostri amici di tornare a casa affinché possano giocare online con voi. Marooners, di M2H, getta un’ancora di salvezza grazie ad un frenetico party game locale ed online fino a 6 giocatori.

In cerca del Loot

Seleziona il tuo Marooner, scegli una delle 70 armi sbloccabili durante il gioco, e buttati nella mischia. I livelli presentano diverse location e sfide differenti, e lo scopo principale è raccogliere più tesoro possibile. Gemme, monete, e mega idoli dorati saranno posizionati o scagliati in giro per i mini schemi, ma nel frattempo… trappole, massi cadenti, terreno instabile, muri di pietra, vi ostacoleranno e tenteranno di tutto per uccidervi, e quando ci riusciranno… beh, non pensavate mica di smettere di giocare! Tornate sotto forma di fantasma, e infastidite come potete gli altri giocatori, pestandoli e ostacolandoli, affinché non riescano ad ottenere il prezioso loot.

Modalità normali e folli

25 diverse mappe ed altrettanti minigiochi, sparpagliate in due modalità, Party Mode e Arena Mode, ma ciò che fa maggiormente la differenza è come affrontarle. Una per volta, dall’inizio alla fine? Mmh, troppo facile. Perché non fare dieci secondi per minigioco, e poi passare all’improvviso al successivo per altri dieci secondi, e fermarlo, passare ad un altro, e poi tornare nuovamente al primo… che stavamo facendo in quel momento? Ok abbiamo perso il segno di cosa succede e dove. Caos totale! I minigiochi si interromperanno ed il gioco ci porterà al successivo, congelando il momento, e riportandocelo esattamente come era prima dopo due o tre minigiochi dopo. Sconsigliato alla prima partita, consigliatissimo per dare quel tocco di follia alla partita.

Info e Tecnicismi utili

Marooners è un gioco sviluppato in Unity, piattaforma utilizzata per creare ed esportare giochi sia su console che su pc o mobile. A livello poligonale e anche stilistico ci ritroviamo di fronte un titolo semplice e dal gameplay platform, caratterizzato da personaggi unici e ben diversi fra loro, stereotipati su classi come il vichingo, il troglodita, la piratesca, e via discorrendo. I colori, sgargianti, regalano dinamicità e allegria ad ogni livello, mentre la semplicità del gameplay, unita alla dimensione ridotta degli schemi, rende ogni schema rapido e facilmente comprensibile. Vi è un’indicazione iniziale sullo scopo del livello, ma non sempre questa è abbastanza per far capire le dinamiche di gioco. Online è capitato diverse volte di vedere i giocatori concentrarsi sul picchiare gli avversari anziché lanciarsi sul loot, o soccombere rapidamente su trappole ovvie così che la partita finisca rapidamente, ma personalmente credo sia questione di praticità e affrontare più partite finché non le padroneggerete. Sia che vinciate o che perdiate, il titolo presenta un avanzamento a livelli, che aumenteranno in base al tesoro accumulato, i quali sbloccheranno nuove armi e nuovi personaggi. Sono presenti anche alcuni power up, casualmente scagliati nella mappa, che attiveranno alcuni poteri come la calamita che attrae i tesori distanti, o il mega pugno per scagliare fuori schema gli avversari, e via dicendo.

Riassumiamo

Marooners è un party game semplice ma divertente, sviluppato senza troppe pretese se non quella di passare mezz’ora di divertimento in compagnia. 25 minigiochi potrebbero sembrare abbastanza, ma non presentando un gameplay originale, si concludono brevemente e potrebbero stancare presto il giocatore. Nonostante i diversi personaggi, non vi sono differenze in termini di gameplay, cosicché ogni giocatore possa sfidare gli altri alla pari, con l’unica differenza sostanziale nell’arma che utilizza. Il titolo è disponibile per Xbox One e PS4 già da ora. Andate a provarlo!

  • Gioco sia locale che online

  • Modalità divertenti e frenetiche

  • Avanzamento rapido e sblocco armi e personaggi

  • Mancanza di minigiochi che facciano la differenza

  • Gameplay un po’ troppo semplificato

  • Minigiochi a volte confusionari o dove lo scopo non è intuitivo

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.