Guardians of the Galaxy: The Telltale Series – Ep. 4 “Who needs you” - Recensione

Attenzione: Prima di proseguire alla lettura di questa recensione del quarto episodio di Guardians of the Galaxy vi avvisiamo della presenza di spoiler. Se volete evitare qualsiasi tipo di anticipazione il nostro consiglio è di andare direttamente al commento finale.

Who needs you

Finora i Guardiani della Galassia di Telltale Games non ci hanno catturato. Ddopo un discreto primo episodio la serie non è riuscita a decollare negli altri due a causa di toni troppo seri e un ritmo della narrazione davvero troppo altalenante. Le premesse quindi per i due episodi finali non sono assolutamente delle migliori, eppure “Who needs you” potrebbe aver in parte corretto il tiro. Questo quarto episodio inizia esattamente dove ci eravamo lasciati l’ultima volta, con la battaglia tra i Guardiani e i Kree che continua. A un certo punto però lo scontro viene interrotto con i nostri protagonisti che vengono respinti nella parte sotterranea del pianeta.

Da questo momento in poi Telltale Games decide quindi di mettere in pausa la trama del gioco per concentrarsi solo ed esclusivamente sui personaggi. Se negli episodi precedenti abbiamo criticato l’esagerata attenzione dedicata all’introspezione dei personaggi, in questo caso ci sentiamo di elogiare la scelta di Telltale perché riesce innanzitutto a giustificare narrativamente questi lunghi momenti e soprattutto per il modo con cui lo fa. “Who needs you” mescola infatti scene più ironiche, divertenti e leggere (Groot sbronzo è tra le cose più belle dell’intera serie) ad altre più drammatiche trovando il giusto punto d’equilibrio a differenza dei precedenti episodi che si prendevano veramente troppo sul serio. Abbiamo quindi una Gamora preoccupata per la sorella e per la scia di morte che si porta dietro temendo di colpire anche la sua “famiglia” (i Guardiani), Rocket Racoon che mette sempre in crisi la pace all’interno del gruppo, e Mantis che cerca di comprendere l’umanità. Intanto Drax e Groot si trovano nel mezzo cercando di aiutare Star Lord a ristabilire la serenità e a far andare il gruppo d’amore e d’accordo.

“Who needs you” è un episodio dove si cominciano a farsi vedere le conseguenze delle nostre scelte prese in passato con i Guardiani della Galassia che rischiano di separarsi. Il sacrificio caratterizza le quasi due ore per portare a termine l’episodio tra i singoli membri del team che devono buttare via i loro oggetti per alleggerire la nave e farla ripartire e un finale che si allaccia perfettamente a questa tematica.

Commento finale

Il quarto episodio di Guardians of the Galaxy: The Telltale Series riesce a risollevare in parte il destino di Star Lord e soci e a porre buone basi per un finale che si prospetta esplosivo e pieno di sorprese. L’unico problema di “Who needs you” è forse proprio il ricordo di quanto successo in passato, se solo Telltale Games avesse affrontato con questo piglio anche il secondo e il terzo episodio…

  • Il tema del sacrificio

  • Le scelte morali cominciano a mostrare le conseguenze

  • Il ricordo dei precedenti episodi...

 

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.