PETA contro Far Cry 5 per le sezioni dedicate alla pesca

Diverse volte il PETA si è scagliato contro i videogiochi per l’inclusione di scene violenti nei confronti degli animali come ad esempio le sessioni di caccia. Questa volta l’associazione si è schierata contro Far Cry 5 a causa delle sessioni di pesca presenti nel gioco:

“Pescare significa attirare un pesce in trappola, esporlo alla paura e all’impossibilità di respirare per minuti o ore, nonché alla lotta estenuante contro la morte prima di essere ucciso o aperto in due vivo. Sappiamo oggi che un pesce è qualcuno non qualcosa e la promozione della pesca è sbagliata. I pesci sono dei curiosi vertebrati con delle personalità individuali.”


Far Cry sbarca in America con il nuovo capitolo della pluripremiata serie. Ecco Hope County, Montana, terra dei liberi, patria dei coraggiosi... e della setta apocalittica Eden’s Gate. Affronta il capo spirituale Joseph Seed e i suoi fratelli, gli Araldi: accendi il fuoco della ribellione e libera una comunità sotto assedio. Libera Hope County in modalità a un giocatore o in due. Recluta mercenari e addestra animali per sconfiggere la setta. Semina il caos nella setta, ma occhio a non far infuriare Joseph Seed e i suoi seguaci. Guida famose muscle car, quad, aerei e molto altro mentre affronti le truppe della setta in scontri epici.

Far Cry 5 è un videogioco del genere , sviluppato da e pubblicato da per , .

La data di uscita di Far Cry 5 è il 27 marzo 2018 per Playstation 4, Xbox One.

8 Commenti a “PETA contro Far Cry 5 per le sezioni dedicate alla pesca”

  1. IsoGamerX on

    Anche in Zelda c'erano dei minigiochi di pesca…
    Comunque so già che la mia morte sarà per mano di un terrorista di PETA che per protesta si farà saltare in aria nella salumeria che ho sotto casa.

  2. Sid on

    Li odio. Li odio con tutto il mio cuore.

    Che poi non fanno un cazzo per gli animali, si lamentano e basta

    Inviato dal mio Xperia Z2 utilizzando Tapatalk

  3. stefano.pet on

    In un gioco in cui viene richiesto come obiettivo di uccidere dei tori in 3 modi diversi tra cui dargli fuoco e triturarli con una trincia, tra pe altre cose, loro a cosa pensano? Alla pesca: forse l'unico aspetto "normale" del gioco. Fermo restando che è un gioco e per tale va preso non capisco il senso della loro protesta: dimostrano scarsa intelligenza. Se sei contro la pesca hai ben altri mondi con cui prendertela, se sei a favore degli animali in generale dovresti protestare per tutto il gioco, se sei intelligente capisci che è finzione e continui a vivere.

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.