Rain - Anteprima

In arrivo direttamente dalla Gamescom siamo venuti a conoscenza di molte novità per questo titolo PS3 annunciato sempre a questa fiera, l'anno scorso. A presentare il gioco è stato il director Yuki Ikeda che ci ha fornito molte nuove informazioni riguardo il comparto artistico/tecnico, storia e gameplay.

In arrivo direttamente dalla Gamescom siamo venuti a conoscenza di molte novità per questo titolo PS3 annunciato sempre a questa fiera, l’anno scorso. A presentare il gioco è stato il director Yuki Ikeda che ci ha fornito molte nuove informazioni riguardo il comparto artistico/tecnico, storia e gameplay.

Rain è un titolo molto simile per tematiche e musiche a ICO poichè condivide la stessa solitudine e atmosfera di malinconia ricorrente.
Impersoneremo un ragazzo che nel pieno di una notte piovosa, riconosce la sagoma di una ragazza nell’oscurità. Lei, completamente invisibile, si mostrerà nel profilo solo se colpita dalla pioggia battente; lo stesso accadrà al nostro protagonista non appena uscirà dalla sua stanza per andare alla ricerca di lei.
Legati da un misterioso fato inizia così l’avventura di Rain che si evolverà di area in area in una costante e cupa notte piovosa che permea costantemente ogni situazione.

Il gameplay si baserà sulla pressione di soli tre bottoni per correre, saltare e interagire con l’ambiente; le interazioni con lo scenario saranno di fondamentale importanza poichè tutto il gioco sarà composto da enigmi ambientali molto simili a quelli visti in ICO appunto.
Come accennato, entrambi i protagonisti saranno visibili solo sotto la pioggia; comandare un personaggio invisibile sarà di fatto un’esperienza molto strana ma anche interessante poiché i nostri movimenti saranno evidenziati da piccoli e sorprendenti particolari come un bidone che viene colpito, bottiglie di vetro che cadono a terra e si rompono al nostro passare o impronte lasciate dal passaggio in una pozzanghera.
Saranno anche presenti dei nemici da evitare i quali assumeranno la forma di cani fantasma dalle fattezze scheletriche. Per evitarli dovremo riuscire a trovare un riparo dalla pioggia, diventando invisibili anche ai loro sensi. Altri mostri saranno invece molto grandi e muovendosi lentamente in alcune aree forniranno un riparo dalla pioggia e un nascondiglio/piattaforma.

 

Durante l’avventura i due ragazzi si inseguiranno per molto tempo senza mai riuscire ad incontrarsi, e quando ciò avverrà non potranno comunicare poichè entrambi sono due entità invisibili. Dovranno così iniziare a collaborare per superare i vari enigmi ambientali e scoprire il mistero che aleggia attorno alla figura della ragazza.

L’intera atmosfera di gioco è malinconica e pervasa da un senso asfissiante di solitudine; il che è un bene poiché esprime emozioni fortissime all’interno del contesto di gioco. Esploreremo chiese, viali di città, fabbriche degradate, ponti, fogne, tetti e teatri abbandonati senza mai incrociare nessun’altra persona.
A farci compagnia per tutto il gioco saranno delle citazioni testuali che appariranno in sovrimpressione, con lo scopo di narrarci in terza persona pensieri, emozioni e sensazioni della storia stessa.
Anche la colonna sonora sarà di gran compagnia per tutto il gioco, potenziando le nostre sensazioni con temi notturni suonati al pianoforte o strazianti melodie create da incroci tra violino e filarmonica.

 

Alla Gamescom, Sony ha inoltre annunciato che Rain sarà disponibile in Europa a partire dal 2 ottobre al prezzo di 12.99€; chiunque preordini il gioco riceverà un bonus pack contenente tre prodotti esclusivi: una bonus track “melody of the rain”, un avatar pack contenente 5 avatar ed infine un tema dinamico per PS3.

Ciò che più ci ha colpito di Rain è stata proprio l’atmosfera solitaria ben caratterizzata dalle bellissime musiche in grado di avvolgere completamente il giocatore nell’atmosfera della storia.
Non sappiamo davvero quanto aspettarci in termini di durata poichè visto il prezzo molto basso, Rain si prospetta più come una piccola perla di breve durata piuttosto che un gioco completo e profondo.
Intanto, noi siamo gia sintonizzati su rainymood.com per prepararci a recensire il gioco molto presto, con il giusto umore.