Trine: Ultimate Collection - Recensione

In contemporanea con l’uscita di Trine 4: The Nightmare Prince, la finnica Frostbyte presenta sul mercato anche una versione completa ed aggiornata che comprende tutti i capitoli della saga, Trine: Ultimate Collection. La raccolta sarà disponibile per Ps4, Xbox One e Nintendo Switch ad un prezzo di €49,99. Sicuramente un must have per gli amanti dei puzzle game, Trine: Ultimate Collection potrà farà luce su tutte le avventure che il temibile trio, Amadeus, Pontius e Zoya, ha affrontato negli anni a partire dalle loro origini. Di sicuro una quadrilogia che andrà a tenere impegnati i giocatori per diversi giorni di fronte ad ostacoli ambientali sempre diversi.

L’avventura ha inizio

Il lavoro di aggiornamento dei capitoli precedenti in Trine: Ultimate Collection si può dire un successo, infatti molti dei poligoni e delle animazioni sono stati ritoccati per sembrare più in linea con i tempi, purtroppo però si avverte comunque il passare degli anni, specialmente se mettiamo il tutto a confronto con il quarto capitolo, Trine 4: The Nightmare Prince, di sicuro il migliore per distacco dell’intera saga. Le varie interazioni, immagini e schermate che servono per narrare la storia, se pur ritoccate, denotano infatti uno stile un po’ retrò. Questo elemento potrebbe non emozionare i nuovi giocatori della saga, a differenza invece di chi conosce il brand da anni e che vedrà riaffiorare ricordi con nuova linfa.

Questo masso lo metto là in fondo e poi…

Partendo dal primo capitolo della saga, andando poi a giocare in sequenza i successivi, ci accorgiamo dell’ottimo lavoro svolto dalla Frostbyte negli anni, che è riuscita a presentare sempre nuove sfide utilizzando bene o male lo stesso sistema di interazioni con l’ambiente. Le animazioni dei personaggi e le possibilità di azioni sono cresciute a mano a mano nel tempo, fino ad arrivare all’ottimo quarto capitolo. Qua fa un po’ eccezione Trine 3: The Artifact of Power, nel quale era stato tentato un approccio differente al gioco, aggiungendo la possibilità per gli eroi di muoversi nell’area non solo in maniera orizzontale, ma anche sfruttando l’ambiente in verticale per accrescere la tridimensionalità del tutto… basta però dire come con il capitolo successivo siano tornati sui loro passi.

L’italica lingua

Sebbene il lavoro dal punto di vista grafico di Trine: Ultimate Collection sia positivo, lo stesso non si può dire per il comparto audio, almeno per quanto riguarda la nostra nazione. Infatti partiamo con un buon primo capitolo dove la voce narrante ci aiuta a percorrere assieme agli eroi la loro avventura, arriviamo al secondo e terzo capitolo della saga narrati interamente in lingua inglese. Sebbene siano presenti i sottotitoli in italiano e la trama e la scrittura siano di per sé molto semplici, il non aver inserito anche un doppiaggio nella nostra lingua potrebbe essere un punto a sfavore. Infine ritroviamo nel quarto ed ultimo capitolo un comparto audio in italiano di tutto rispetto. Questo passare fra italiano ed inglese, inglese ed italiano potrebbe rovinare un poco l’avventura nel mondo di Trine.

In conclusione il lavoro svolto in Trine: Ultimate Collection è buono ma non eccezionale, ma il prezzo con cui si presenta sul mercato potrebbe interessare molti giocatori. Infatti con l’aggiunta di €15,00 rispetto all’acquisto del solo quarto capitolo ci si può aggiudicare ben 3 titoli che occuperanno il pubblico decisamente per molte ore di gioco.

  • Buon Lavoro sui colori

  • Prezzo ottimo

  • Consigliato agli amanti del genere

  • Mancanza della lingua italiana nel 2° e 3° capitolo

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.