Pumped BMX + - Recensione

Da quanto tempo non vedevate un gioco di BMX su questi lidi? Yeah Us!, uno studio composto da una sola persona, ci riporta sulle due ruote con il recente Pumped BMX +, fresco fresco di conversione dal mobile.

Da quanto tempo non vedevate un gioco di BMX su questi lidi? Yeah Us!, uno studio composto da una sola persona, ci riporta sulle due ruote con il recente Pumped BMX +, fresco fresco di conversione dal mobile.

Spingere più forte

Un’equazione ormai scontata dei titoli indie è che se la conversione è possibile allora li vedremo su tutte le piattaforme disponibili: è il plus nascosto nel nome di Pumped BMX + a rivelarci subito che si tratta di una versione riveduta e corretta, questa volta fatta ad hoc per le console.
Venendo dal mobile la struttura del gioco cerca di non complicare troppo le cose lasciandoci ad una visuale bloccata sul profilo del ciclista che percorre verso destra una strada più o meno irta di ostacoli, ogni livello ha quindi diverse sfide, divise in facili, medie e difficili che sicuramente non brillano per originalità in questo tipo di giochi “estremi”. Tra i nostri obiettivi ci saranno quindi i classici punteggi da battere e mosse particolari da inanellare.
Le altre variabili del gioco, divise in rotazioni sui grilletti, trick sullo stick destro e trick estremi da applicare con i dorsali, servono a guadagnare più punti in combo spettacolari ma il movimento più importante è il tasto frontale che ci permette di guadagnare più spinta dai salti: il tempismo su quando iniziare la discesa controllata sarà infatti necessario per affrontare con più velocità i salti più difficili, alcuni dei quali necessari per arrivare al gol finale.
Le cinque aree divise in 8/10 brevi livelli ciascuna mostrano diverse ambientazioni, non particolarmente innovative o ispirate, come anche la grafica cartoon del titolo o le musiche di sottofondo, tutto senza infamia e senza lode.
Il giochino scorre abbastanza velocemente e, a parte le animazioni a volte un po’ rozze, senza intoppi: le sfide introduttive ci aiutano a capire meglio le dinamiche (che potete provare con mano se avete il plugin di Unity a questo link) e la difficoltà sale in maniera graduale chiedendoci trick sempre più difficili e punteggi più alti

Pumped BMX + non è un brutto gioco, anzi può essere un ottimo passatempo con le sue sfide veloci, ma basta tanto a descriverlo quanto a giocarlo e nella conversione non ha perso la sua semplice natura di gioco per mobile. Inoltre la sensazione è quella di trovarsi davanti un prodotto “precotto” senza intuizioni particolari (probabilmente perché molti degli assets sono stati comprati o recuperati in outsourcing dal solo sviluppatore). Se vi manca parecchio il mondo delle bmx provate a farci un giro altrimenti riparmiatevi questi 9.99 euro e andate verso uno qualunque dei Trials, magari meno impegnati sul fronte dei trick ma tutti sicuramente più adrenalinici e divertenti.

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.