The Disney Afternoon Collection - Recensione

Questo è l’anno della nostalgia videoludica. Fra remaster riusciti bene o meno bene, reboot e compagnia cantante, non poteva mancare chi andasse a pescare fra i vecchi giochi usciti sulle care console della fine degli anni 80 – inizio 90, e riproponesse alcuni capisaldi della storia Disney dei videogames.

Storie di Paperi..

Chi è nato negli anni 80, come il sottoscritto, ricorda benissimo il tentativo di rilancio televisivo del marchio Disney che fu fatto fra la fine di quella decade e l’inizio della successiva, sia sfruttando alcuni personaggi storici, come Paperone & Co. nella serie “Ducktales” o alcuni creati ex-novo, come Darkwing Duck. E per ogni serie che usciva, puntuale come un orologio svizzero veniva sempre pubblicato il relativo videogame.

In questa Disney Afternoon Collection troviamo 6 di questi giochi: Ducktales 1 e 2, Chip’n Dale Rescue Ranger 1 e 2, Darkwing Duck e Talespin, probabilmente i più apprezzati dell’epoca. E abbiamo quindi Ducktales dove incontriamo il sempre verde Paperon de’ Paperoni alla caccia di tesori, con un gameplay molto vivace e particolare, a Talespin che riprendeva le gesta del grande Orso Baloo alla guida di un aeroplano, trasformando il gioco in un interessante Shot’em up che tanto andava in voga in quel periodo, per non dimenticare le avventure di Cip e Ciop nei panni degli investigatori privati, sempre alla ricerca di indizi nei livelli ambientati in luoghi comuni ma visti dagli occhi di uno scoiattolo.

Cosa resterà di questi anni 80…

Se questa famosa canzone si riferisse alla Disney Afternoon Collection, la risposta sarebbe soltanto una: tutto. Quando facciamo partire il software infatti compare un vivace menu dove ci vengono mostrate le copertine dei giochi, e selezionatone uno, ci renderemo conto di come i giochi non siano stati affatto ritoccati ed anzi siano stati volutamente lasciati così com’erano tranne alcune lievi modifiche grafiche che ci permettono di vedere i giochi così come si vedevano sulle TV di quel periodo, oppure di ingrandire la visuale di gioco da 4:3 a 16:9. Altra piccola aggiunta degna di nota è il tasto Rewind che ci permette di tornare indietro nel gioco (Riavvolgendolo, appunto) e quindi rifare quei punti dove magari abbiamo perso troppa energia. Funzione molto utile in quanto i giochi hanno conservato la stessa difficoltà dell’epoca, elevatissima, e solo dopo molto allentamento e morti stupide riusciremo a divenire padroni del gameplay

Modalità e Collezioni.

Altra aggiunta divertente alla modalità di gioco standard sono le modalità Sfida a Tempo e Corsa al Boss. Nella prima dovremo tentare di completare il gioco nel minor tempo possibile, mentre nella seconda ci verrà proposto il duello con il boss finale di ogni stage del gioco che sceglieremo, da completare sempre nel minor tempo possibile. Ci verrà proposta inoltre una classifica online dedicata ad ogni modalità di ogni gioco, dove potremo selezionare i migliori e vedere le loro tecniche di gioco per impararle e farle nostre.

Ma diciamocelo, questa Disney Afternoon Collection non si potrebbe chiamare così se non avesse qualcosa che ci facesse scoprire i retroscena del passato. Ed ecco che nella sezione Galleria ci viene proposta una meravigliosa raccolta di bozzetti e curiosità relative ad ogni gioco, oltre ad una raccolta completa di tutte le musiche dei giochi.

Ma la spesa vale l’impresa?

Questa Disney Afternoon Collection costa 19,99€, Il prezzo è forse un tantinello elevato visto quanto offerto, ma se siete affetti da nostalgite acuta della vostra gioventù, probabilmente più di una lacrimuccia vi scenderà mentre farete saltare l’inimitabile Paperon de’ Paperoni sul suo bastone da passeggio.

  • Effetto Nostalgia

  • Rewind

  • Galleria

  • Prezzo

  • Nessun Ritocco

7 Commenti a “The Disney Afternoon Collection”

  1. Ulell on

    Minchia furto a mano armata!!!!!

    Bhe no, dipende.

    Se ti piacevano quei giochi da ragazzino, li ritroverai esattamente com'erano. Calcola che gli emulatori non rientrano nella categoria ufficiale,

    e sopratutto non tutti sanno usarli…alla fine se uno non "addicted" vuole giocare a questi giochi questo è l'unico modo

  2. Sid on

    Bhe no, dipende.

    Se ti piacevano quei giochi da ragazzino, li ritroverai esattamente com'erano. Calcola che gli emulatori non rientrano nella categoria ufficiale,

    e sopratutto non tutti sanno usarli…alla fine se uno non "addicted" vuole giocare a questi giochi questo è l'unico modo

    Si ma 30 euro giochi del nes…

    Recentemente hanno fatto il remake di uno di Zio Paperone, e costa pure meno!

    Inviato dal mio D6503 utilizzando Tapatalk

  3. Ulell on

    Si ma 30 euro giochi del nes…

    Recentemente hanno fatto il remake di uno di Zio Paperone, e costa pure meno!

    Inviato dal mio D6503 utilizzando Tapatalk

    Si ma sono comunque 6 giochi del nes…5 euro l'uno.

    Ma lungi da me l'idea di difenderli sia chiaro, io non li avrei mai spesi ma perchè non ho nostalgia di questi giochi.

  4. Sid on

    Guarda che ho capito il tuo punto di vista, solo che non lo accetto. Mi fai uscire una collection di 6 giochi del NES comunque a 30 euro, senza manco fare una grafica rinnovata. No non lo accetto

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.