We Happy Few in accesso anticipato su Xbox One

Compulsion Games ha presentato alla conferenza Microsoft dell’E3 2016 il suo nuovo gioco chiamato We Happy Few. Il titolo sarà disponibile dal 26 Luglio su Xbox One in accesso anticipato grazie al programma Xbox Game Preview.

 


Scopri la storia macabra di questa città retrofuturistica mentre ti muovi attraverso le narrazioni intrecciate di tre cittadini di Wellington Wells che cautamente cercano di ribellarsi. Ognuno di questi personaggi ha dei punti di forza e delle debolezze, si confronta con il proprio passato, si prepara per il futuro e si impegna in attività che non rappresentano esattamente lo status quo in questa città artificiosamente entusiasta.

We Happy Few è un videogioco del genere , , sviluppato da e pubblicato da per , .

La data di uscita di We Happy Few è il 10 agosto 2018 per Xbox One, Playstation 4.

17 Commenti a “We Happy Few in accesso anticipato su Xbox One”

  1. The_WLF on

    Solo a me ispira un casino?

    Siamo in due: lo seguo sin dall'annuncio. Peccato sia procedurale, altrimenti ci poteva scappare fuori la sorpresona…

  2. Sid on

    Nuuu. E' grezzotto ma aveva delle idee interessanti…

    Ma realizzate male.

    L'hype si abbassa, mi ha fatto defecare quel gioco

    Si mh

    Inviato da stocazzo utilizzando Tapatalk

  3. DJ_Jedi on

    Anche a me ha attirato molto, mi ricorda Bioshock Infinite….spero solo che ci sia del gameplay oltre all'andare dal punto A al punto B e premere i tasti a schermo.

    Esatto, questo ricorda tantissimo Bioshock, soprattutto nella parte in cui non prendendo la droga vede il topazzo invece della pinata, un po' come su Bioshock 2 quando giochi come little sister e si alternano i momenti di perfezione di Rapture dovuti all'adam e i momenti di lucidità in cui è tutto in rovina.

  4. The_WLF on

    Ma realizzate male.

    Si mh

    Inviato da stocazzo utilizzando Tapatalk

    Vabè, ma l'esperienza (di norma) insegna… a me spaventa di più, come scritto, il fatto che sia tutto procedurale e non sia un'avventura nel senso stretto del termine, visto che il setting mi piace un sacco…

  5. Macchiaiolo on

    Vabè, ma l'esperienza (di norma) insegna… a me spaventa di più, come scritto, il fatto che sia tutto procedurale e non sia un'avventura nel senso stretto del termine, visto che il setting mi piace un sacco…

    Ma davvero è tutto procedurale?

    Allora tolto dalla lista di attesa.

  6. The_WLF on

    Ma davvero è tutto procedurale?

    Allora tolto dalla lista di attesa.

    Preso direttamente dalla pagina ufficiale del gioco:

    Highly Replayable

    If you die in “We Happy Few”, that’s it – there is no reloading your save. It’s designed to be replayed. Each time you die, you’ll restart in a brand new city, thanks to our procedural generation tech. You’ll be able to customize the world to your liking, and play through using multiple characters and playstyles. Each time, you’ll learn a little more about how to survive in Wellington Wells.

  7. Jill Sandwich on

    Preso direttamente dalla pagina ufficiale del gioco:

    Highly Replayable

    If you die in “We Happy Few”, that’s it – there is no reloading your save. It’s designed to be replayed. Each time you die, you’ll restart in a brand new city, thanks to our procedural generation tech. You’ll be able to customize the world to your liking, and play through using multiple characters and playstyles. Each time, you’ll learn a little more about how to survive in Wellington Wells.

    Ma sono pazzi? [emoji52]

  8. The_WLF on

    Evidentemente creare un vero single player avrebbe richiesto uno sforzo economico troppo elevato. Però è un peccato che un'idea così intrigante sia sacrificata così…

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.