Un video gameplay per Ni No Kuni II: Revenant Kingdom

Il portale Polygon ha pubblicato un video che mostra per la prima volta il gameplay di Ni No Kuni II: Revenant Kingdom, l’atteso videogioco di Level-5 in uscita nel 2017 su PS4.


Benvenuto nel meraviglioso mondo di Ni no Kuni! Dopo un colpo di stato che lo ha privato del suo trono, il giovane re Evan decide di affrontare un'impresa straordinaria per fondare un nuovo regno, unire il suo mondo e proteggere i suoi abitanti dalle forze oscure che li minacciano. Accompagnalo in un'avventura indimenticabile al limite tra film d'animazione e videogioco. Sviluppato da LEVEL-5, Ni no Kuni II è pieno di magnifici personaggi ideati dal leggendario Yoshiyuki Momose e vanta una sensazionale colonna sonora creata dal celeberrimo Joe Hisaishi.

Ni no Kuni II: Revenant Kingdom è un videogioco del genere , sviluppato da e pubblicato da , per , .

La data di uscita di Ni no Kuni II: Revenant Kingdom è il 23 marzo 2018 per PC, Playstation 4.

17 Commenti a “Un video gameplay per Ni No Kuni II: Revenant Kingdom”

  1. MmK83 on

    menomale, su un gioco del genere cambi completamente la fruizione

    Non ho capito se sia una battuta o no ma nel caso della battuta anche in un gioco del genere è utile avere i 60fps perchè vengono riprodotti a 60frame anche le animazioni delle magie.Uno sparatutto per esempio quando va 60frame il principale vantaggio che hai è nella risposta e precisione nei controlli ma visivamente oltre a una minore vibrazione dell'immagine non noti migliorie "visive" (perchè i colpi che spari non li vedi partire con un raggio diciamo).In un gioco invece come questo dove quando lanci un incantesimo c'è proprio l'animazione che parte da te a ve verso l'avversario…andare a 60frame rende il tutto molto gradevole da vedere.E se tutto questo riesci a farlo su ps4 standard…sulla pro si spera ci sia anche altro.

  2. adenosina on

    Non ho capito se sia una battuta o no ma nel caso della battuta anche in un gioco del genere è utile avere i 60fps perchè vengono riprodotti a 60frame anche le animazioni delle magie.Uno sparatutto per esempio quando va 60frame il principale vantaggio che hai è nella risposta e precisione nei controlli ma visivamente oltre a una minore vibrazione dell'immagine non noti migliorie "visive" (perchè i colpi che spari non li vedi partire con un raggio diciamo).In un gioco invece come questo dove quando lanci un incantesimo c'è proprio l'animazione che parte da te a ve verso l'avversario…andare a 60frame rende il tutto molto gradevole da vedere.E se tutto questo riesci a farlo su ps4 standard…sulla pro si spera ci sia anche altro.

    Non era una battuta

  3. KojimaSan on

    Non ho capito se sia una battuta o no ma nel caso della battuta anche in un gioco del genere è utile avere i 60fps perchè vengono riprodotti a 60frame anche le animazioni delle magie.Uno sparatutto per esempio quando va 60frame il principale vantaggio che hai è nella risposta e precisione nei controlli ma visivamente oltre a una minore vibrazione dell'immagine non noti migliorie "visive" (perchè i colpi che spari non li vedi partire con un raggio diciamo).In un gioco invece come questo dove quando lanci un incantesimo c'è proprio l'animazione che parte da te a ve verso l'avversario…andare a 60frame rende il tutto molto gradevole da vedere.E se tutto questo riesci a farlo su ps4 standard…sulla pro si spera ci sia anche altro.

    In realtà le animazioni delle magie devono tenere conto dell'indice di rifrazione. In ottica per esempio, la rifrazione avviene quando una onda luminosa passa da un mezzo ad un altro aventi un indice di rifrazione diverso. Sul bordo dei raggi di luce ancestrale delle magie, la velocità di fase dell'onda è modificata, cambia direzione e la sua lunghezza d'onda è aumentata o diminuita mentre la sua frequenza rimane costante nonostante possa viaggiare a 30fps. Per esempio, i raggi di luce si rifrangono quando entrano o escono dal vetro della tv.

  4. MmK83 on

    In realtà le animazioni delle magie devono tenere conto dell'indice di rifrazione. In ottica per esempio, la rifrazione avviene quando una onda luminosa passa da un mezzo ad un altro aventi un indice di rifrazione diverso. Sul bordo dei raggi di luce ancestrale delle magie, la velocità di fase dell'onda è modificata, cambia direzione e la sua lunghezza d'onda è aumentata o diminuita mentre la sua frequenza rimane costante nonostante possa viaggiare a 30fps. Per esempio, i raggi di luce si rifrangono quando entrano o escono dal vetro della tv.

    :uau:

    Ribadisco…sei il migliore sul tribe!!!

    INDISCUTIBILE!

  5. Macchiaiolo on

    A me non fa impazzire il polpettone di stili, il primo era molto più coerente in questo senso.

    Comunque il primo non mi ha fatto innamorare, anzi l'ho trovato piuttosto mediocre a parte la direzione artistica che era sublime.

    Però un Jrpg in più è sempre meglio che qualsiasi altro genere, quindi ben venga.

  6. adenosina on

    A me non fa impazzire il polpettone di stili, il primo era molto più coerente in questo senso.

    Comunque il primo non mi ha fatto innamorare, anzi l'ho trovato piuttosto mediocre a parte la direzione artistica che era sublime.

    Però un Jrpg in più è sempre meglio che qualsiasi altro genere, quindi ben venga.

    Questo se non sbaglio manca del coinvolgimento dello studio ghibli in prima persona a differenza del primo

  7. Ciccio8 on

    Questo se non sbaglio manca del coinvolgimento dello studio ghibli in prima persona a differenza del primo

    Esattamente, anche se il character design è comunque affidato a Yoshiyuki Momose, uno che bazzica comunque quelle latitudini, ed infatti l'impatto visivo è quello la 😉

  8. Ciccio8 on

    Ma anche la storia è riconducibile allo stile ghibli.

    Si si, ma infatti anche se non sono implicati direttamente nella realizzazione del gioco, in un modo o nell'altro la loro influenza c'è tutta (Y)

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.