Sony ha dubbi sul prezzo di Playstation 5 secondo alcuni insider

Secondo un report di Bloomberg Sony non avrebbe ancora le idee chiarissime sul prezzo da dare alla sua futura console, la Playstation 5 che dovrebbe essere lanciata sul mercato entro la fine dell’anno.

L’alta richiesta sul mercato elettronico di alcuni componenti specifici (DRAM e memoria NAND flash su tutti) avrebbe infatti portato il costo di produzione alla soglia dei 450$ per unità.
La maggior parte dei componenti sono però definitivi, compreso il sistema di raffreddamento sul quale pare si sia speso qualche dollaro in più del previsto. Non ci sono invece dei ritardi causati dal coronavirus, mentre non è ancora chiaro quante unità saranno prodotte nel primo anno.
La carenza di DRAM ha già dato problemi a Sony sul mercato mirrorless, dove ha già dovuto cancellare alcune feature per dei nuovi modelli di fotocamera.

Le fonti, che sono rimaste anonime, ci fanno sapere che normalmente il prezzo delle nuove console Sony è già finalizzato entro febbraio ed è seguito dalla produzione di massa in primavera.
Il sospetto è che la compagnia giapponese stia al momento temporeggiando in attesa di capire le mosse di Microsoft con la sua nuova Xbox Series X, e prezzare così di conseguenza la sua console.

8 Commenti a “Sony ha dubbi sul prezzo di Playstation 5 secondo alcuni insider”

  1. Avr86SkNa on

    L'Inculata è dietro l'angolo!
    Se incominciano a pensare sul prezzo mi sà che è meglio rimanece con il PC.
    Secondo la mia opinione con quelle specifiche tecnichesicuro superiore all 500 euro. In pratica solo chi può permetterselo potrà acquistarlo senza pensieri, il resto dovrà fare tantissimi sacrifici.
    Incomiciando subito, oggi che si mangia? Pane e cipolle :asd:

  2. Claudio "Evil_Sephiroth" Perfler on

    Spero a sto giro tornino ai pr4ezzi della gen ps3 e 360, tenere i prezzi bassi è smepre bello, ma se ne fa le spese la qualità preferisco pagare di più e evitarmi cavolate come pso e one x

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.