PS3 è venduta in pari

Console tribe news - PS3 è venduta in pari

Kota Ezawa di Nikko Citigroup ha reso noto recentemente che i costi di produzione della PS3 sono scesi dagli originali $800 per unità a $400. La riduzione di prezzo, dovuta alla rimozione di alcuni componenti, il rimaneggiamento della piastra e l’adozione di chip con un migliore processo produttivo ha permesso a Sony di andare in pari.
Stinger (che probabilmente rimarrà CEO di Sony per almeno altri tre anni) ha annunciato anche che entro marzo la società dovrebbe essere in grado di produrre un buon 5% di margine di profitto. Di nota anche il bilancio della divisione giochi; le stime parlano di una perdita di “appena” 1.4 miliardi di dollari contro i 2.1 del precedente anno fiscale.
Ezawa ritiene che il settore gaming non andrà in attivo prima della seconda metà del 2009 ma considera molto positive le operazioni per limitare i costi e limitare le perdite della sezione.

16 Commenti a “PS3 è venduta in pari”

  1. MAXXPRO on

    Vorrei anch'io potermi permettere una perdita di appena 1.4 miliardi di dollari…

    fatta! controlla pure il tuo conto in banca.. ci ho pensato io :asd:

  2. berto68 on

    fatta! controlla pure il tuo conto in banca.. ci ho pensato io :asd:

    lol

    Considerando che viene venduta a 400 dollari in USA e meno in JAP a pagare i debiti di SONY siamo noi Europei 😀

    Cmq sia è una buona notizia, si comincia a guardare in verde, che per un ramo di una società come SONY non è poco

    🙄

  3. kevin1950 on

    Che cuore generoso quello della Sony,la PS3 la vendono senza guadagno,anzi ci rimettono…:D

    Si vero sono proprio generosi,poverini fanno pure beneficenza.:cry: :asd:

  4. ConteZero on

    No, quello è un investimento.

    Se la PS3 ingrana in futuro potranno rifarsi delle spese.

    E'una cosa già accaduta in passato, quando Sony andava male altrove recuperava sulla PS2, oggi spende sulla PS3 sperando un domani di ricapitalizzare.

    Non ci vedo niente di strano… è come quando ti danno gratis da mangiare (cibi piccanti) ma ogni bottiglia d'acqua la fai pagare cinque euro.

  5. Wii@Sengir on

    No, quello è un investimento.

    Se la PS3 ingrana in futuro potranno rifarsi delle spese.

    E'una cosa già accaduta in passato, quando Sony andava male altrove recuperava sulla PS2, oggi spende sulla PS3 sperando un domani di ricapitalizzare.

    Non ci vedo niente di strano… è come quando ti danno gratis da mangiare (cibi piccanti) ma ogni bottiglia d'acqua la fai pagare cinque euro.

    Più che altro è una grande mossa perchè con la PS3 anche in perdita stanno facendo di tutto per farla diffondere a tal punto da vincere, definitivamente, la sfida dei supporti. Sfida dei supporti che porta 10 miliardi di dollari circa (secondo le stime).

    Se riescono, le ultime news sembrano incoraggianti, avranno fatto bingo e vinto la sfida della next-gen.

  6. ConteZero on

    La format war è praticamente vinta.

    Sony sà che la sua sopravvivenza negli scorsi anni è dovuta innanzitutto alla PS2 e quindi stà puntando dannatamente forte sulla PS3.

  7. hayet450 on

    quindi le previsioni dell'altro giorno dell'altro tizio sony erano sbagliate 🙂

    mi e ci puzzava qualcosa…ecco infatti i conti forse piu' in linea con la verita'

  8. ConteZero on

    Il momento in cui con $400 produci una console devi ancora aggiungerci i soldi necessari per spedirla (distribuzione) ed il ricarico del rivenditore.

    In USA dove le tasse si pagano "extra" nei $400 c'è anche il ricarico dei negozianti e la distribuzione, segno che viene ancora venduta in perdita.

    In EU dove le tasse sono incluse nei €400 c'è quanto sopra più l'IVA; il cambio fà comunque si che, alla fine dei conti, la console venga venduta con qualche margine d'attivo (che comunque in parte serve per ammortizzare la garanzia dei due anni).

    Tieni conto che la catena distributiva di Sony è decisamente grossa e capillare, cosa che permette di avere costi molto bassi per la distribuzione.

  9. thefly76 on

    Che cuore generoso quello della Sony,la PS3 la vendono senza guadagno,anzi ci rimettono…:D

    nn sono generosi …

    sono solo molto astuti …

    il grosso del prezzo e fatto dal lettore blu ray …

    ma mettendolo nella ps3 hanno gia' piazzato piu di 8 milioni di lettori bluray nel mondo … :lalala:

    e indovinate chi detiene i diritti del blu ray …..

    indovinate a chi dovranno pagare i diritti per ogni blu ray venduto… 🙄

    e la piu grossa operazione commerciale degli ultimi anni …

    la creazione di uno standard …

    per ora ci perdono ….per avere poi un guadagno quasi incalcolabile …

    .

  10. ConteZero on

    E'vero che Sony ha molti brevetti e prende molte loyalty sul BD, ma è anche vero che altrettanto faceva con i DVD ed i CD, quindi lì la differenza è molto labile.

    Per il resto non penso che la PS3 sia strumentale alla format war.

  11. ezekielelupo on

    E'vero che Sony ha molti brevetti e prende molte loyalty sul BD, ma è anche vero che altrettanto faceva con i DVD ed i CD, quindi lì la differenza è molto labile.

    Per il resto non penso che la PS3 sia strumentale alla format war.

    Non era esattamente così…

    infatti il grosso dei diritti su CD e DVD  li intasca la Philips.

    fu lei ad inventare tali supporti.

    Infatti la lotta serrata è (o dovrei dire ERA) tra Sony-Blu-Ray e Philips-HD-DVD.

    Correggetemi se sbaglio

  12. Razer(x) on

    Infatti la lotta serrata è (o dovrei dire ERA) tra Sony-Blu-Ray e Philips-HD-DVD.

    Correggetemi se sbaglio

    1) Non è stata solo Sony ha costruire il BD ma hanno fatto parte del progetto molte aziende

    2) E' Toshiba, non Philips.

  13. Sinoue on

    1) Non è stata solo Sony ha costruire il BD ma hanno fatto parte del progetto molte aziende

    2) E' Toshiba, non Philips. i diritti dei CD sono della Philips.

    dei DVD non saprei.

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.