PEGI vieta GTA IV ai minori di 18 anni

Console tribe news - PEGI vieta GTA IV ai minori di 18 anni

Il Pan European Game Information (PEGI) ha decretato che GTA IV sarà vietato ai minori di 18 anni. La cosa non stupisce, dati i contenuti del gioco e gli incessanti dibattiti in merito. Secondo fonti inglesi, la scelta è stata motivata per la consueta dose di insana violenza contenuta nel titolo e per alcune uscite profane.

55 Commenti a “PEGI vieta GTA IV ai minori di 18 anni”

1 2 3
  1. megapixel on

    Io probabilmente sono l'unica persona di questo mondo ad avere la ps2/3 e la psp e non avere neppure un GTA: i miei genitori non vogliono ke io ci giochi perchè è vietato!!!!!!

  2. albest on

    Io probabilmente sono l'unica persona di questo mondo ad avere la ps2/3 e la psp e non avere neppure un GTA: i miei genitori non vogliono ke io ci giochi perchè è vietato!!!!!!

    Quanti anni hai? senza sapere la tua età è difficile giudicare la scelta autoritaria dei tuoi..

  3. albest on

    per favore.

    Se esistono dei divieti è perchè vanno rispettati.

    Fatevelo dire da un padre di famiglia.

    Churchill disse: "Se due persone fumano sotto il cartello "vietato fumare" gli fai la multa, se venti persone fumano sotto il cartello "vietato fumare" chiedi loro di spostarsi, se duecento persone fumano sotto il cartello "vietato fumare" togli il cartello."

    il Winston era un alcolista; un fin troppo autoritario (perfetto per il periodo) uomo di stato e un fascista trovatosi dalla parte sbagliata della Manica. Certo è che non era uno stupido e queste parole lo dimostrano

  4. elfobuono on

    allora visto che in carcere ci sono più di mille detenuti per omicido, l'omicidio è legale, idem per tutto i reati commessi da più di un tot di persone…

    molto astuta come frase…

  5. vergil87 on

    Churchill disse: "Se due persone fumano sotto il cartello "vietato fumare" gli fai la multa, se venti persone fumano sotto il cartello "vietato fumare" chiedi loro di spostarsi, se duecento persone fumano sotto il cartello "vietato fumare" togli il cartello."

    il Winston era un alcolista; un fin troppo autoritario (perfetto per il periodo) uomo di stato e un fascista trovatosi dalla parte sbagliata della Manica. Certo è che non era uno stupido e queste parole lo dimostrano

    Scusa, ma nn è che se molte persone fanno una cosa, allora è giusto!!

    Il fatto che 200 persone fumino sotto il cartello "nn fumare" nn giustifica che lo debbano fare!!

    Allora, se si segue stò discorso, si può anche dire: " Tutti i ragazzi che hanno il motorino lo truccano per andare a 100 KM/h, quindi lo posso fare anche io"!!  O anche " molti ragazzi i sabato sera bevono e si ubriacano, allora lo faccio anche io".

    Il fatto che succeda nn giustifica che debba essere fatto.

    Chiudo qui l'OT.

  6. albest on

    allora visto che in carcere ci sono più di mille detenuti per omicido, l'omicidio è legale, idem per tutto i reati commessi da più di un tot di persone…

    molto astuta come frase…

    non capisci il suo significato e non capisci la differenza tra illecito e reato.

  7. elfobuono on

    era un esempio come tanti, per dimostrare che quella frase per me non ha senso, non è che un'azione è legittimata dal fatto che molte persone la compiano…

    altrimenti in italia non ci sarebbero limiti di velocità, divieti di sosta e mille altre cose…

    Se le regole ci sono vanno rispettate

  8. albest on

    Scusa, ma nn è che se molte persone fanno una cosa, allora è giusto!!

    Il fatto che 200 persone fumino sotto il cartello "nn fumare" nn giustifica che lo debbano fare!!

    Allora, se si segue stò discorso, si può anche dire: " Tutti i ragazzi che hanno il motorino lo truccano per andare a 100 KM/h, quindi lo posso fare anche io"!!  O anche " molti ragazzi i sabato sera bevono e si ubriacano, allora lo faccio anche io".

    Il fatto che succeda nn giustifica che debba essere fatto.

    Chiudo qui l'OT.

    molti non è tutti, per di più vi siete dimenticati della "situazione" ossia: se chi si ubriaca e non deve guidare, non da fastidio a nessuno e si sa controllare un secondo prima di aver veramente esagerato.. in questo caso non vedo che male ci sia nell'ubriacarsi (una volta ogni tanto).

    L'illecito non è reato, ossia qui non si parla di andare in giro ad ammazzare la gente o di guidare ubriachi et similia! ma di un semplice illecito amministrativo.

    infine chissà perchè tutti sflangiano il motorino e nessun vigile dice niente a nessuno (anche nell'evidenza dell'infrazione): è la dimostrazione del fatto che Churchill disse una cosa assolutamente implicita

    albest ha aggiunto 22 Minuti e 49 Secondi più tardi…


    era un esempio come tanti, per dimostrare che quella frase per me non ha senso, non è che un'azione è legittimata dal fatto che molte persone la compiano…

    altrimenti in italia non ci sarebbero limiti di velocità, divieti di sosta e mille altre cose…

    Se le regole ci sono vanno rispettate

    La mia non vuole essere un'apologia di delitti! (come la chiama l'art 21 della cost o leggi correlate, ora non ricordo).

    Con ciò voglio solo dire che il ranking è: 1) in alcuni casi sbagliato 2) giusto (come nel 18 più a gta), ma è un 18+ che non tiene conto della variabile soggettiva: molti ragazzini sono abbstanza adulti da decifrare il messaggio contenuto nel gioco per quanto questo possa essere "adulto". In questo caso dico che dovrebbe essere compito dei genitori comprendere quanto effettivamente questo limite sia appropriato. Poi che i limiti non vadano infranti sta da se'!

    Cmq sia dal punto di vista politico è innegabile che, al termine di alcuni cicli storici, le parole di Churchill si siano realizzate! altrimenti non avremmo avuto il '68, non avremmo avuto la legge sul divorzio con il referendum del 72 (e non avremmo avuto neppure il referendum abrogativo che, previsto con l'art 75, venne disciplinato proprio per questa occasione).

    Gli aborti li praticherebbero ancora le mammane con prezzemolo e spilloni

  9. AndreAce on

    tanto il divieto del pegi è un consiglio, mica un vero divieto.

    non è una vera regola.

    Dovrebbero essere i rivenditori che, invece di mettere gta tra ratchet e clanck e spyro the dragon…

    avrebbero da fare uno scaffalino a parte per i giochi con contenuti porno, droga, violenza.

    ma non lo fa nessuno, perchè i giochi violenti sono tra quelli che vendono di più. gta in primis.

  10. Lu770 P3rp37u0 on

    I negozianti se ne fregano di vendere Gta a un minorenne? Sinceramente sono stufo dis entire queste idiozie. Per quanto mi riguarda ogni volta che un genitore si presenta con i figli che chiedono loro di comprare Gta o un gioco 18+ li avviso SEMPRE del fatto che i contenuti non sono adatti a loro. Peccato solo che gli stessi genitori (8 volte su 10) mi rispondono "Ah ma ci ha già giocato dal suo amico".  Ed è vero Il Pegi è solo un consiglio non un obbligo ma praticamente nessun genitore  ne conosce il significato. Un esempio? Ho vendito gran Turismo 4 cons critto sopra 3+ e mi hanno chiesto se era l'età consigliata per giocare…. E straquoto chi dice che le regole ci sono perchè devono essere rispettate altrimenti davvero se si continua così si finisce allo sfascio (non che ci manchi molto cmq…).

  11. Tyler Durden on

    credo sia il minimo per un gioco del genere, anche se in italia lo giocano anche bambini di 6 anni

    Quoto, ormai i bambini di tutte le età giocano a videogame vietati, il problema per come la vedo io non è la violenza nei videogames, ma sta alla base ovvero che sia la famiglia che insegni al bambino a non confondere la violenza del gioco da quella della realtà

1 2 3

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.