Online la recensione di Duke Nukem Forever

Console tribe news - Online la recensione di Duke Nukem Forever

Qualcuno non ci crede ancora, eppure il Duca è tornato!
Dopo un’estenuante attesa, Duke Nukem Forever ha finalmente raggiunto gli scaffali di tutto il mondo.
Saranno riusciti gli sviluppatori di Gearbox – già autori di Borderlands – a rendere omaggio ad uno dei personaggi videoludici più irriverenti e carismatici di sempre? Scopritelo leggendo la recensione a cura di Simone ‘The_WLF’ Cantini. Vi auguriamo, come sempre, una piacevole lettura.


Duke Nukem Forever è un videogioco del genere sviluppato da e pubblicato da per , .

La data di uscita di Duke Nukem Forever è il 10 giugno 2011 per Playstation 3, Xbox 360.

43 Commenti a “Online la recensione di Duke Nukem Forever”

1 2 3
  1. SONICCO on

    che non se la prendino i fan….ma io col tutto che ero a 7 ore di gioco..tra noiosissimi caricamenti lunghi una vita,la fisica scadente dei sbirroporci berserk quando devono caricarti o gli stessi movimenti dei nemici,i freeze di gioco e col tutto che ero arrivato abbastanza lontano(nel livello in cui si piglia il congelatore) sto gioco l'ho preso e l'ho messo da parte per giocare a megaman x6(che ho pure finito al massimo)..-_-

    cioè dai..sto gioco è incredibilmente pessimo..diciamo la verità,quel po di buona parola in difesa su sto gioco gliela date perchè c'è nukem.. altrimenti sarebbe finito nel dimenticatoio

    e non diciamo che in questo gioco il punto forte è il divertimento perchè altrimenti non l'avrei messo da parte(ed ero pure intezionato a farci i 1000g) comandi pessimi e ia dei nemici ridotta all'osso nonostante la difficoltà messa al massimo…e non regge nemmeno la scusa di avere un vecchio stile perchè vecchi titoli come doom3,quake4 o lo stesso half life2 sono molto,molto più divertenti e qualitivamente migliori di questo gioco

    e lo ripeto di nuovo…questo gioco è lo stesso di legendary…cambia solo che c'è il duka e poi sono uguali..

    saluti

1 2 3

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.