Moss: Book II annunciato allo State of Play

Ad aprire l’evento State of Play è stato l’annuncio di Moss: Book II.

In Moss, i giocatori hanno stretto un legame straordinario con Quill. Non solo l’hanno guidata durante il gioco, ma hanno anche interagito col mondo nei panni del proprio personaggio—ognuna delle loro azioni ha avuto un significato. I giocatori riprenderanno questo ruolo in Book II, dove la storia avrà inizio subito dopo il salvataggio dello zio di Quill, Argus. La loro avventura continua con la rivelazione che un tiranno alato, alla guida delle forze di Arcane, ha rivolto la sua attenzione su Quill, e ora è alle sue calcagna all’interno del castello maledetto dove lo zio era tenuto prigioniero. Caratterizzato da un terreno ostile, difficili rompicapo e nemici distorti dal fuoco e l’acciaio, il viaggio di Quill sarà impegnativo e pieno di trionfo e dolore, ma nuovi alleati, vecchi amici e la natura stessa del castello potranno aiutarla mentre cerca di salvare il mondo dalla distruzione.

Speriamo che con Book II i giocatori riscoprano la gioia dell’interazione fisica e il potere della risposta emotiva che possono sperimentare solo in VR. Questa volta l’incontro con Quill e suo zio non avverrà dall’esterno, ma i giocatori verranno proiettati fisicamente nel mondo e saranno presenti insieme agli altri personaggi. È proprio quest’immersione che rende il viaggio ancora più reale, e la posta in gioco più alta.

In Book II, i giocatori potranno sperimentare nuove meccaniche, ambienti, nemici e abilità. Oltre a nuove armi come il martello e l’abilità di comunione con la natura per creare nuovi sentieri per l’esplorazione, è stato emozionante lavorare sull’abilità del giocatore di caricare le armi di Quill. Questo non solo fornisce a Quill un modo unico di risolvere rompicapo, scoprire segreti e sconfiggere nemici, ma poter interagire con lei con questo spirito di squadra è davvero una bella sensazione.

L’abbiamo già detto, ma credo sia giusto ripeterlo ogni volta: l’obiettivo di Polyarcè quello di sfruttare al meglio le potenzialità del VR e creare esperienze di gioco immersive che chiedono al giocatore di interagire col mondo e i suoi personaggi in maniera convincente e gratificante. Serve molto lavoro per creare un mondo del genere, el’intero team è stato fondamentale nel raggiungere questi obiettivi. Siamo felici di ciò che stiamo per mostrare al mondo con questo trailer e siamo molto emozionati di condividere altre notizie nei mesi futuri.