MADD vs TAKE2: "Via GTA dalla vendita"

Console tribe news - MADD vs TAKE2: "Via GTA dalla vendita"

Mothers Against Drunk Driving è un organizzazione molto influente nell’opinione pubblica americana e spesso le sue prese di posizione si sono imposte sugli interessi di mercato.
L’organizzazione sta facendo pressioni su Entertainment Software Ratings Board, l’organizzazione indipendente che si occupa del rating dei videogames, che ha classificato gta 4 come gioco per soli adulti.
“Guidare ubriaco non è un gioco, e non è uno scherzo,” sono queste le parole che MADD ha rilasciato un una dichiarazione martedì. “Guidare ubriaco è una scelta, un crimine violento evitabile al 100%”.
MADD ha anche invitato l’editore Take-Two Interactive e sviluppatore Rockstar Games a prendere in considerazione il ritiro del gioco dalla vendita, in rispetto a milioni di vittime e superstiti di incidenti provocati dalla guida in stato di ebrezza.
Gli analisti prevedono che verranno vendute 9 milioni di copie che rendereranno più di $ 400 milioni e questo solo al momento del lancio.
I giocatori possono entrare in un bar e poi tentare di guidare ubriachi. Sotto l’influenza dell’alcol, lo schermo diventa sfuocato e i controlli sono più difficili da usare. E’ possibile però prendere un taxi. Gli effetti terminano dopo pochi minuti di gioco.
“Abbiamo molto rispetto per la missione di MADD, ma riteniamo che il pubblico di ‘Grand Theft Auto IV’, sia abbastanza maturo e riesca a percepire i contenuti,di conseguenza l’indicazione “only adult” risulta, secondo noi, sufficente ad indicare il tipo di contenuti di GTA4″.
“Per lo stesso motivo che non si può giudicare un intero film o programma televisivo da un’unica scena, non si può giudicare ‘Grand Theft Auto IV’ solo da un piccolo aspetto del gioco.”
Questo è quanto Rockstar Games ha dichiarato Mercoledì alla Associated Press .
MADD ha rifiutato di commentare ulteriormente.

54 Commenti a “MADD vs TAKE2: "Via GTA dalla vendita"”

1 2 3
  1. D4rk5paWn on

    Per concludere….. anche ammettendo il fatto che la guida in stato di ebbrezza in un videogame possa indurre qualche "pirla" a far lo stesso nella vita reale….. CA**O stiamo parlando di un gioco in cui vai in giro ad ammazzare le persone, spacciare droga, mettere sotto le vecchiette, reclutare prostitute…… la guida in stato di ebrezza sarebbe l'ultima cosa da censurare!!!!!!!!!!!!!!!!!

    effettivamente è quanto meno strana questa cosa…

    con tutta la carne che avevano al fuoco puntando su questo gioco guardano una cosa così piccola messa in confronto al resto?

    mah…

  2. festern on

    ma dai che è un gioco!!! Si io guido ubriaco nel gioco e poi lo faccio nella realta'! Ma dai!!! Giusta la vendita vietata ai minori di 18 anni.;)

  3. xbillie on

    Basterebbe far rispettare l'etichetta del PEGI o quale altra associazione volete. E un gioco 18+, lo comprano persone MAGGIORENNI che sanno distinguere la realtà dalla finzione, sono sicuro che far rispettare leggi del genere sarebbe troppo "scomodo" quindi meglio scaricare le colpe sugli altri. Mi viene in mente un paragone che ho sotto gli occhi: mi hanno regalato Asssassin's Creed da Londra, sulla copertina c'è un bollino "15"! Lì posso accoltellare chi voglio, si vede sangue, sono un tizio che ha l'unico scopo di uccidere e i 15enni ci possono giocare! Allora perchè non criticare AC? Ripeto, GTA IV è un gioco 18+, andrebbero rispettate (o cambiate) le leggi.

    ps: Lost Odyssey ha il PEGI 16+ O___O

  4. salvo1993 on

    Se si vieta GTA bisogna vietare anche una marea di film sulla malavita, canzoni di artisti che decantano il lora passato da gangster ecc..

    Il guaio è che nonostante sia un videogioco vietato ai minori alla fine un sacco di ragazzini lo avranno e in molti casi sarà un regalo degli stessi genitori ignari del fatto che anche i videogiochi possono essere non adatti a certe fascie di età. Chi dice che certe scene non hanno effetti sulla psiche delicata di certi individui sbaglia di grosso, conosco anche gente maggiorenne che si immedesima un po' troppo nei videogiochi.

    Quello che penso è che bisognerebbe mettere meglio in chiaro che si tratta di un prodotto per soli adulti e non si dovrebbe permettere ai venditori di smerciarlo anche ai ragazzini.

    come non quotarti? :asd:

  5. X 13 on

    ma dove siamo finiti. ognuno e libero di fare cio che vuole con i propi soldi. non ci puo giudicare nessuno su quello che voliamo comprare o no, non e lei a decidere. allora devono levare tutti quei giochi dove si vede sangue a palate. bastaaaaaaaaaaa gta 4 resta sul mercato ora hanno rotto le palle con qusti commenti del kazzo contro i videogiochi. E poi gta e da tantissimo tempo che esiste. Invece di fare proteste contro i videogiochi perche non pensa per lei. lei non e nessuno per comandare sulle case produttrici. gta 4 lo stavamo aspettando da tanto tempo e hanno anche sudato molto per farlo quindi adesso non si deve mettere lei in mezzo. I contenuti che presto arriveranno saranno nostri e non sara lei a impedircili levando dal commercio mondiale gta 4. Nessun gioco e mai stato venduto cosi tanto dall offerrta lancia. adesso dico per finire che il gioco deve restare  e bastaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa. rockstar games non si fare certo mettere le mani in testa da quella. spero di essere stato chiaro. Per me e giusto cosi. ditemi il vostro giudizio di quelloo che ne pensate di quanto ho scritto. vi saluto a tutti e continuate a divertirvi ciaooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo 😉 🙂 :laugh:

  6. sunfish on

    tra la realta' e un videogioco c'e' una differenza incolmabile! non dico nessuno pero' penso che il 99% della gente che lo compra sia maggiorenne e vaccinata per capire che e' solo e soltanto un gioco e che nella vita reale non fa stupidaggini simili!!!!!

    si aggrappano al fatto che si guidi ubriachi!!! perche' tutto il resto allora e' normale!!!ahahaha!!!

    invece di guardare gta4 pensino a winnie the pooh che e' gay!

    sia nel cartone che nelle foto c'e' sempre qualcosa che uno puo' intendere male…fateci caso eppure i bambini ci giocano in continuazione!!!

    i videogiochi di oggi sono creati in modo da fare cio' che l'immaginazione e' in grado di fare in un gioco non nella realta'….

    tornate a fare la calzetta e la maglia e curate di piu' i vostri figli che se si dovvessero drogare poi trovereste sempre una scusa e la colpa di un videogioco!

  7. Megatron on

    secondo me ognuno è libero di fare ciò che vuole con i propri soldi.. cm aveva detto qualcun'altro.. e poi rockstar ha dato una bella pacca nei denti alla vecchia

  8. wizard84 on

    beh, giustamente censuriamo un gioco che non potranno usare tutti (solo chi ha una consolle dell'ultima generazione o prossimamente un pc potente) e lasciamo in tv reality e scemate varie…

  9. Divyne on

    io ho la tua età, e ricordo benissimo quando è uscito The program e un sacco di ragazzi idioti si sono messi sulla linea di mezzeria in strada e ci hanno lasciato le penne

    ricordo anche quando è uscito quel gioco dove tagliavi la pancia a un bambolotto e un bambino ha tagliato la pancia alla sorellina

    e potrei continuare

    come dici te è gente malata che prende spunto da una cosa, e se non è un videogioco è un film o il semplice telegiornale, quindi ti contraddici già da solo quando dici che sono fesserie e poi confermi il contrario

    ricordi quando c'è stata la prima vittima per i sassi dal cavalcavia?

    inizio anni 90?

    eppure i cavalcavia ci sono da sempre, ma da quel giorno hanno continuato a farlo (e da qui l'emulazione)

    bene, i ragazzini di oggi (sia chiaro, non tutti, ma molti più di quando ero ragazzino io) non hanno ben chiara la differenza tra bene e male

    perchè sono cresciuti davanti alla tv, davanti ai videogiochi, con i genitori sempre fuori casa, sono semplicemente nati così e via dicendo

    resta il fatto che purtroppo è la realtà dei fatti

    quando avevo 14 anni io mi scordavo di dare certe risposte ai miei, di stare fuori ad ubriacarmi in centro il sabato sera e di vedere le ragazze della mia età vestite come delle… macchè, svestite più che altro

    Che la gente di oggi sia in gran parte composta da pecoroni ok, ma da lì a dire che la colpa sia di videogames e tv ce ne passa eccome. Non mi contraddico affatto, perchè secondo il tuo ragionamento, se un malato può trarre spunto da qualsiasi cosa (ed è vero) per fare qualche demenzialità (nel migliore dei casi), allora dovremmo evitare di fare vivere, perchè se un matto sente di una persona che si ustiona coi fornelli (tanto per dire la prima cosa che mi viene in mente), allora potrebbe venirgli in mente di andarsene in giro a bruciare la gente. E' giusto? Io dico di no.

    Il discorso è un altro: comincino a prendere quelli che buttano sassi dal cavalcavia e li puniscano come si deve, non mandarli in qualche comunità dove non fanno un tubo e vedrai che la gente comincerebbe a fare meno fesserie. Invece la società vuol essere buonista con tutti e se la prende con chi in assoluto a meno colpe, ed è questo il vero problema. Dando la colpa ai videogames per comportamenti fuori di testa di certa gente, non si fa altro che dare un alibi a chi non dovrebbe meritarlo e in questo modo alla fine gli unici che pagano sono quelli che non commettono crimini più o meno volontari.

    Fermo restando che più si censura una cosa e più la si rende interessante agli occhi di tutti….

  10. D4rk5paWn on

    Che la gente di oggi sia in gran parte composta da pecoroni ok, ma da lì a dire che la colpa sia di videogames e tv ce ne passa eccome. Non mi contraddico affatto, perchè secondo il tuo ragionamento, se un malato può trarre spunto da qualsiasi cosa (ed è vero) per fare qualche demenzialità (nel migliore dei casi), allora dovremmo evitare di fare vivere, perchè se un matto sente di una persona che si ustiona coi fornelli (tanto per dire la prima cosa che mi viene in mente), allora potrebbe venirgli in mente di andarsene in giro a bruciare la gente. E' giusto? Io dico di no.

    tu hai tratto questa conclusione, io non ho detto questo

    qui non si tratta di dire se è giusto o sbagliato questo comportamento

    il problema è che è quello che succede e purtroppo i fatti lo confermano

    non ti sto a dire tagliamo tutto perchè sennò qualcuno ci prende spunto, è una semplice constatazione di fatto

    Il discorso è un altro: comincino a prendere quelli che buttano sassi dal cavalcavia e li puniscano come si deve, non mandarli in qualche comunità dove non fanno un tubo e vedrai che la gente comincerebbe a fare meno fesserie. Invece la società vuol essere buonista con tutti e se la prende con chi in assoluto a meno colpe, ed è questo il vero problema. Dando la colpa ai videogames per comportamenti fuori di testa di certa gente, non si fa altro che dare un alibi a chi non dovrebbe meritarlo e in questo modo alla fine gli unici che pagano sono quelli che non commettono crimini più o meno volontari.

    si ma qua ci spostiamo su un'altro discorso

    non stiamo parlando di reati che pagano, dove mi sta benissimo il tuo ragionamento

    stiamo parlando di persone con dei seri problemi, a cui se anche dai 20 anni di galera le cose non cambiano, commetteranno quei reati comunque

    non lo faranno 2 volte perchè ormai sono dentro, ma questo è completamente OT, dato che qua si parlava di emulazione

    ricordiamoci che non stiamo parlando di reati che possono pagare come una rapina o di omicidi per vendetta, ma di "semplici" comportamenti di persone deviate

    e a una persona deviata il problema della galera proprio non lo tocca

    il fatto è che non siamo tutti uguali, e come io posso guardare un film e la cosa finisce li c'è chi guarda il telegiornale e poi si mette a lanciare sassi dal cavalcavia per il semplice gusto di farlo

    vale forse la pena fare anche solo un'anno di galera per un'azione talmente stupida?

    eppure lo fanno

    Fermo restando che più si censura una cosa e più la si rende interessante agli occhi di tutti….

    pardon, ho fatto caso al finale solo ora

    quando mai ho detto io che va censurato???

1 2 3

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.