Le previsioni secondo Nintendo

Console tribe news - Le previsioni secondo Nintendo

Il colosso Giapponese Nintendo non può che ritenersi soddisfatto riguardo i profitti dati dalle sue due micidiali console Nintendo Wii e Nintendo DS. La società infatti si vede aumentare l’utile del 59% rispetto allo scorso esercizio finanziario e si porta a quota 410 miliardi di Yen (3,8 miliardi di $) esattamente il 26% di aumento sulle aspettative iniziali e sull’anno precedente. Le vendite della console portatile Nintendo DS hanno subito un piccolo calo, sono scese da 30310000 unità dell’anno precedente a 28000000 unità dell’anno in corso, anche se c’è da dire che e’ stata prevista una stima circa un rialzo che portera’ la console a 30500000 unita’. Per quanto riguarda la console Nintendo Wii, il futuro si prospetta davvero roseo. La società Nipponica prevede di arrivare a 26500000 unità entro la fine di questo esercizio finanziario da 18610000 unità dello scorso anno. Questo è davvero un grande momento per il colosso Giapponese.

34 Commenti a “Le previsioni secondo Nintendo”

1 2
  1. halfman on

    Un boom lo avrebbero di certo al calare del prezzo del Wii (quando ci sarà, prima o poi)

    Quoto, Wii a 250€ era uno shock al debutto della console, ma oggi è ridicolo, RIDICOLO.

    Ormai PS3 e X360 sono scese, e prima o poi i vecchietti e i bambini arrapati di Narnia la pianteranno di comprare la console, e allora nintendo si dovrà decidere ad abbassare il prezzo.

    Insomma, ma è possibile che Microsoft riesce a vendere una console potente come l'x360 a 199€ e Nintendo non riesce a scendere sotto i 200 per vendere una console che è quasi paragonabile al GameCube?!?!? (non cito sony perchè PS3 costa 400€ e ci sta pure perdendo soldi)

    Comunque a parte lo sfogo direi che Nintendo se lo meritava un po' di successo: era troppo tempo che la grande N subiva il dominio di Sony, sapevo che prima o poi si sarebbe vendicata.

    Sono contento anche per Microsoft e il recente incremento di vendite in giappone, visto che con la sua 360 ha comunque rivoluzionato il mondo dell'online gaming e scusate se è poco considerato che la sua concorrente si è limitata a prendere la ps2, imbottirla di superchip costosissimi e rivenderla tale e quale (detto chiaro e palese: grafica a parte, dmc4 e dmc3 sono identici tanto per fare un esempio, stessa cosa per R&C future e i prequel)

  2. Priscillo on

    Scusami è,io non so da dove cavi gli 8 milioni..cmq se nell'articolo dicono che ne hanno venduti 18Milioni nello scorso anno fiscale(marzo2007-marzo2008)…e nel prossimo prevedono di venderne 26,8milioni a me pare che ci sia un notevole incremento di 8 milioni rispetto all'anno precedente..ti tornano ora i conti?

    MNMM, allora ho letto male se è come dici, ma alchè ho il serio dubbio sulla fattibilità.

    I 8kk derivan dalla partenza a 18kk, e fine 26kk. Dove 18 solitamkente viene tarato a zero, e il 26 viene purificato dalla tara, quindi 8.

  3. URa on

    No se fosse come dici tu sarebbe che secondo loro a fine anno fiscale 2008(marzo2009) ci sarebbero 26,8 milioni di wii nel mondo(assurdo,perchè già ora è a più di 30 milioni totali)..loro hanno venduto 18 milioni nell'anno 2007 e prevedono di venderne 26,8 nel 2008…ovvero26,8 +18+(quelle del 2006)=vedite toltali(superiori a 45 kk totali a fine anno)

    URa ha aggiunto 3 Minuti e 31 Secondi più tardi…


    Quoto, Wii a 250€ era uno shock al debutto della console, ma oggi è ridicolo, RIDICOLO.

    Ormai PS3 e X360 sono scese, e prima o poi i vecchietti e i bambini arrapati di Narnia la pianteranno di comprare la console, e allora nintendo si dovrà decidere ad abbassare il prezzo.

    Insomma, ma è possibile che Microsoft riesce a vendere una console potente come l'x360 a 199€ e Nintendo non riesce a scendere sotto i 200 per vendere una console che è quasi paragonabile al GameCube?!?!? (non cito sony perchè PS3 costa 400€ e ci sta pure perdendo soldi)

    non è che non riesce non lo fa apposta,perchè fanno fatica a stare dietro alla produzione con le vendite quindi non ha senso calare….sono regole base di marketing(abbassare il prezzo di un qualsiasi prodotto che vende quanto il wii è da pazzzi)

  4. Priscillo on

    No se fosse come dici tu sarebbe che secondo loro a fine anno fiscale 2008(marzo2009) ci sarebbero 26,8 milioni di wii nel mondo(assurdo,perchè già ora è a più di 30 milioni totali)..loro hanno venduto 18 milioni nell'anno 2007 e prevedono di venderne 26,8 nel 2008…ovvero26,8 +18+(quelle del 2006)=vedite toltali(superiori a 45 kk totali a fine anno)

    Infatti quando hai postato l'ultima volta ho pensato che in effetti 16kk non poteva essere un dato, ricordo ancora che a settembre 2007 stava già a 13, in forte crescita.

    e che 18 era quindi invero come apertura dell'anno fiscale 2009.

  5. halfman on

    non è che non riesce non lo fa apposta,perchè fanno fatica a stare dietro alla produzione con le vendite quindi non ha senso calare….sono regole base di marketing(abbassare il prezzo di un qualsiasi prodotto che vende quanto il wii è da pazzzi)

    Questa è la dimostrazione che il successo di Wii è inarrestabile.

    C'è una console che registra il tutto esaurito dal debutto, e che lo fa senza il minimo abbassamento di prezzo.

    Considerato che dal debutto a un anno di distanza i componenti calano di prezzo, pensate quanto ci guadagna Nintendo su ogni wii…:-o

    E moltiplicatelo per 30 milioni.

    Ora capisco come hanno colmato le perdite di N64 e gamecube…

  6. Priscillo on

    Questa è la dimostrazione che il successo di Wii è inarrestabile.

    C'è una console che registra il tutto esaurito dal debutto, e che lo fa senza il minimo abbassamento di prezzo.

    Considerato che dal debutto a un anno di distanza i componenti calano di prezzo, pensate quanto ci guadagna Nintendo su ogni wii…:-o

    E moltiplicatelo per 30 milioni.

    Ora capisco come hanno colmato le perdite di N64 e gamecube…

    Aggiungici che molti titoli ha sviluppo tagliato (ssb, mario kart, zelda, mario galaxy, metroid, etc) perchè ripresi quasi 1:1 da gamecube ed altri poco costosi da realizzare (wiifit e sport), esce ottimo margine.

    Con wii e ds nintendo in effetti guadagna e vende davvero bene.

    Però non condivido il fatto che sia inarrestabile, per svariati motivi penso che entro un paio d'anni la situazione sarà diversa per wii e per eventuali emuli futuri.

    Le ragioni son diverse ed articolate, e di certo non dico che andrà sicuramente così. Dico solo che lo vedo come successo arrestabile 😛

    E non che comunmque sia la fine di Nintendo in favore di ms o sony, solo di wii.

  7. halfman on

    Aggiungici che molti titoli ha sviluppo tagliato (ssb, mario kart, zelda, mario galaxy, metroid, etc) perchè ripresi quasi 1:1 da gamecube ed altri poco costosi da realizzare (wiifit e sport), esce ottimo margine.

    Con wii e ds nintendo in effetti guadagna e vende davvero bene.

    Però non condivido il fatto che sia inarrestabile, per svariati motivi penso che entro un paio d'anni la situazione sarà diversa per wii e per eventuali emuli futuri.

    Le ragioni son diverse ed articolate, e di certo non dico che andrà sicuramente così. Dico solo che lo vedo come successo arrestabile 😛

    E non che comunmque sia la fine di Nintendo in favore di ms o sony, solo di wii.

    Dico che è inarrestabile non solo perchè è una console che ha ancora moltissimo da dire, ma soprattutto perchè con il rapporto guadagno/spesa che ha nintendo anche con un calo di vendite ha il futuro assicurato.

    C'è ancora la carta dell'abbassamento di prezzo, lo sfruttamento di franchise hardcore e  quando i soldi guadagnati copriranno sia le perdite di GC e N64 che un eventuale futuro insuccesso e intanto lo sviluppo dei chip grafici e dei processori diventerà meno costoso piazzeranno il colpo di grazia: un Wii 2 con le capacità grafiche di una PS3 che monopolizzerà il mercato.

    Tutto questo a patto che sony e microsoft non invertano tendenza e non propongano qualcosa in grado di fare il "botto".

    In ogni caso tra due anni Wii sarà in commercio da più di 4 anni, quindi se fino ad allora la situazione continuerà ad essere così rosea nintendo può già brindare…

  8. Steve1977 on

    Sinceramente mi pare prematuro fare stime di quello che potrà accadere nella prossima generazione di console… Nintendo ha fatto sicuramente bene, ma Microsoft non è stata sicuramente da meno. Sony, dopo un'iniziale difficoltà, si sta riprendendo, quindi possiamo solo aspettare e vedere.

    Di una cosa sono sicuro: in ogni caso chi ci guadagnerà in queste lotte tra marchi è l'utente finale, che avrà a disposizione tre scelte sempre di alto livello… viva la concorrenza 😀

  9. Priscillo on

    halman, essendo comunque modi di pensare e vedere, non contraddico il fatto che per te sia inarrestabile. Forse lo è, forse no, chi può dirlo ^^

    Solo che vedo propio la crisi di vendite tra un paio  d'anni, per questo per me è arrestabile 🙂

    Rivedo in wii molte cose viste di fine anni '70, inizio '80 (no come giochi e concept di gioco, ma lato di gestione), per questo mi aspetto una rottura molto decisa in un futuro non così lontano.

  10. halfman on

    halman, essendo comunque modi di pensare e vedere, non contraddico il fatto che per te sia inarrestabile. Forse lo è, forse no, chi può dirlo ^^

    Solo che vedo propio la crisi di vendite tra un paio  d'anni, per questo per me è arrestabile 🙂

    Rivedo in wii molte cose viste di fine anni '70, inizio '80 (no come giochi e concept di gioco, ma lato di gestione), per questo mi aspetto una rottura molto decisa in un futuro non così lontano.

    Ti riferisci al caso di E.T. e dei giochi-spazzatura per atari 2600?

    Hmmm, in effetti è una storia molto simile.

    Atari sembrava imbattibile, era in vantaggio rispetto a coleco e mattel di milioni di console e poi si è ritrovata in bancarotta in un batter d'occhio.

    Ma nel 1983 elemento essenziale fu la spietata concorrenza dell'emergente mercato PC, mentre oggi per un PC giocabile ci vogliono 700 € e i giochi sono pochi e ottimizzati male.

    Comunque vedremo l'evolversi della situazione.

  11. Priscillo on

    Mi riferisco al tipo di mercato.

    Molto grande, belllo, in continua crescita con una marea di titoli imploso quasi senza senza quasi soluzione di continuità. Per non dare spazio ai vari fanboy chiudo qui il flashback, ma wii trae modo di vendere da quegli anni.

    L'unica differenza che al tempo fu una catasrofe per tutto il settore, ora sarebbe cosa circoscritta a wii (lasciando libere sh e la stessa nintendo).

    Vedo wii in una fine senza appelli, con ferocia imparagonabile alle altre.

    Ma a monte di ciò, un grosso successo per la dirigenza Nintendo.

    Come direbbe qualcuno, le ha detto proprio culo! (E' ironica, eh 😉 i numeri son dallla sua e su questo guadagno non si discute)

  12. halfman on

    Mi riferisco al tipo di mercato.

    Molto grande, belllo, in continua crescita con una marea di titoli imploso quasi senza senza quasi soluzione di continuità. Per non dare spazio ai vari fanboy chiudo qui il flashback, ma wii trae modo di vendere da quegli anni.

    L'unica differenza che al tempo fu una catasrofe per tutto il settore, ora sarebbe cosa circoscritta a wii (lasciando libere sh e la stessa nintendo).

    Vedo wii in una fine senza appelli, con ferocia imparagonabile alle altre.

    Ma a monte di ciò, un grosso successo per la dirigenza Nintendo.

    Come direbbe qualcuno, le ha detto proprio culo! (E' ironica, eh 😉 i numeri son dallla sua e su questo guadagno non si discute)

    Io invece credo che il successo commerciale stia dalla parte di chi ha idee che funzionano, non da quella di chi deve fallire per forza.

    Insomma, nessuno ha mai avuto dubbi sul successo di PS2, nonostante questa fosse meno potente del GC e (forse) anche del Dreamcast.

    Comunque un fallimento di Wii sarebbe il terzo fallimento a fila per Nintendo nelle home console, quindi non direi proprio che se ne uscirebbe indenne…

  13. EviLuzZ on

    io l'anno scorso avevo comprato la ps3 e me ne sn pentito alla grande…. qualke giorno fa ho comprato la wii e ci gioco fino alle 4 del mattino 😀

    costa poko, è divertente sia da sola ke con gli amici… x me ha trovato una combinanzione da paura… mitica nintendo!!!

    spero solo ke con la prox console (wii2) migliorino un po la grafica, ma x il resto niente da dire

  14. Priscillo on

    Io invece credo che il successo commerciale stia dalla parte di chi ha idee che funzionano, non da quella di chi deve fallire per forza.

    Insomma, nessuno ha mai avuto dubbi sul successo di PS2, nonostante questa fosse meno potente del GC e (forse) anche del Dreamcast.

    Comunque un fallimento di Wii sarebbe il terzo fallimento a fila per Nintendo nelle home console, quindi non direi proprio che se ne uscirebbe indenne…

    No, spè, sarebbe un fallimento voluto.

    Si baserebbe sul concetto che tutto a fine ed inizio.

    Può capitare che per vari motivi, si voglia accellerare la vita di un prodotto.

    Questo fà si che tutti i grafici della vita di un prodotto si comprimano.

    Quindi accrce più rapidamente, ma muore alla stessa velocità.

    Per me wii rientra nella categoria.

    Ovvero, si discosta dal pensiero di ps2 e ps3, ma rientra in un discorso di sfruttamento puro.

    Un concetto controtendenza al marketing attuale, come dibattuto da golden & Co., in cui arrivato alla fine dello sfruttamento, si cambia immediatamente.

    Da qui la difficoltà per Nintendo di separare wii con paratie solide, in modo da liberarsene appena richiesto.

    Non è un fallimento, è un ciclo vitale breve.

    Quello di difficile è che Nintendo non è una ditta americana di schede grafiche, ma una casa d'intrattenimento giapponese.

    Sia il mercato che l'utenza non è propriamente favorevole a questi modelli. Da qui la bravura di Nintendo di separare per bene, in modo che wii non sia un problema da rimpiazzare, abbia modelli adatti a questo tipo di sfruttamento ed abbia il riconoscimento cercato.

1 2

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.