Fallout 3 e il suo mondo

Console tribe news - Fallout 3 e il suo mondo

Fallout 3 è uno di quei giochi tanto attesi quanto avvolti nel mistero. Fortunatamente Bethesda si è ricordata oggi di farci partecipi di alcune rivelazioni importanti, che si celano all’interno di questo interessante e sconosciuto mondo. Pete Hines senza tanti giri di parole ha dichiarato: il mondo all’interno del quale si articolerà la trama di Follout 3 è abbastanza piccolo, in termini numerici è stato quantificato leggermente superiore al 50% di quello apparso in Oblivion. Nonostante ciò le cose da fare non mancheranno e la decisione di ridurre le ambientazioni deriva dal fatto che secondo il nostro parere, girovagare attraverso spazi immensi senza una meta, potrebbe risultare frustrante. Nulla è stato rivelato riguardo una data precisa di uscita, lasciando i nostri dubbi su un generico 2008.

9 Commenti a “Fallout 3 e il suo mondo”

  1. thrasher on

    eh già anche a me, da ignorantone nel campo, sembra più un gioco di corse che altro…

    …forse per la somiglianza con flat-out 😀

    mondo più piccolo…meno dispersivo…bene!

  2. Elogan on

    eh già anche a me, da ignorantone nel campo, sembra più un gioco di corse che altro…

    …forse per la somiglianza con flat-out 😀

    mondo più piccolo…meno dispersivo…bene!

    Oblivion ad esempio era più grande ma per niente dispersivo.

    Anche se più piccolo sperio sia variegato e curato nei particolari.

  3. Markoart on

    Il mondo di Oblivion è così talmente vasto che ho sempre usato il "teletrasporto" per passare da una città all'altra. La Bethesda ha ragione su questo punto :

    girovagare attraverso spazi immensi senza una meta, potrebbe risultare frustrante

    Quindi ben venga uno spazio più ristretto in Fallout3,l'importante è che ci siano più cose da fare e quindi sia più divertente!

  4. Korad on

    Mah secondo me è giusto cosi… per chi ha giocato i primi episodi come me (dopo monkey island è la mia saga preferita!!! ) cioè Fallout 1, Fallout 2 e Fallout tactics questa notizia dovrebbe essere piu che positiva… conoscendo l'ambientazione e la storia che ce dietro non avrebbe alcun senso popolare chilometri e chilometri di deserti con cose senza senso messe la giusto per allungare il brodo… In oblivion ogni cosa può avere un senso senza porsi tante domande… del genere che se mentre cammino trovo una tomba con dentro dei nonmorti non mi faccio tanti problemi sul perchè ce una tomba li e perche dentro i morti non riposano in pace…. in un classico mondo fantasy ci diamo una spiegazione inconscia anche se nella tomba non si trovano spiegazioni reali. Può essere stato un negromante, puo essere una maledizione, forse abbiamo disturbato noi i morti in quel posto ecc ecc… Di una città ce ne frega poco di quando sia stata fondata, da chi e come si sono sviluppati… alla fine si torna sempre agli stessi stereotopi.

    Con Fallout è diverso, anche se si incontra una persona che gira da sola per le lande desolate deve esserci una accurata storia dietro, dettagli importanti da scoprire e probabilmente qualcosa da fare… Se si trova una comunità o una "città" ci si chiede "ma come cacchio so sopravvissuti questi??? Che cavolo di governo hanno? A chi fanno capo? Sono sempre stati qui?" e cosi via… E negli altri episodi vi era sempre una profondità sconcertante nell'ambiente di gioco. Anche pochi luoghi, se ben strutturati possono essere davvero intriganti e divertenti da giocare, anche piu di tanti posti quasi inutili in cui ci si va solo per pomparsi un po con oggetti ed armi nuove, senza un preciso senso di esistenza… Fallout non è cosi, spero che non lo sarà.

    P.s. Per gli amanti delle avventure-gdr leggetevi un po l'ambientazione del gioco. Per gli amanti dei Gdr puri sappiate che le regole adottate fino ad ora per Fallout si basavano su Gurps quindi, secondo me, il meglio.

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.