Avalanche Studios ha cancellato un open world ambientato negli alternativi anni ’50

Mikael Säker, sceneggiatore che ha dato il suo contributo alla storia di Battlefield 3, 4 e 1, The Darkness e i videogiochi di The Chronicles of Riddick, ha svelato di aver lavorato con Avalanche Studios su un videogioco purtroppo cancellato:

“Avalanche ha cancellato tutti i suoi giochi tranne uno. Stavo lavorando insieme a loro a questo fantastico gioco open world ambientato in una realtà anni ’50 alternativa. Era una cosa davvero folle!”

Säker ha rivelato che c’era una versione distopica di Londra senza grattacieli ma con una mappa gigantesca composta da una serie di architetture sotterranee. , piena di teleferiche, dirigibili e strutture volanti, con buchi profondi da cui scrutare le strutture ipogee della metropoli. Il gioco avrebbe mescolato elementi action e RPG e, a detta di Säker, aveva delle idee davvero fantastiche. Lo sviluppo è stato però bloccato quando mancavano circa altri due anni di lavoro.

Un Commento a “Avalanche Studios ha cancellato un open world ambientato negli alternativi anni ’50”

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.