Activision era al lavoro su un Call of Duty ambientato nell’antica Roma [Aggiornata]

GamesRadar rivela che Activision era al lavoro su un videogioco della serie Call of Duty ambientato nell’antica Roma. Il gioco si chiamava Call of Duty: Roman Wars ed era in lavorazione presso Vicarious Visions, team responsabile della serie Skylanders. Il gioco era incentrato sulla decima legione di Giulio Cesare con fasi action in terza persona, catapulte, torri d’assedio ed elefanti da guerra. Un primo concept del gioco risale al 2008, ma dopo qualche mese lo sviluppo è stato interrotto per motivi sconosciuti. Successivamente i lavori sono ricominciati con l’obiettivo di lanciare il videogioco nel 2013 su PS4, PS3, Xbox One e Xbox 360, ma Activision ha deciso di cancellare il tutto in quanto non è mai stata convinta del progetto.

[Aggiornamento] Activision ha fatto un po’ di chiarezza sul progetto. Il titolo era stato proposto da quello che ormai è un ex dipendente della compagnia proponendo inquadrature in prima e in terza persona facendo vestire al giocatore i panni di un militare dell’esercito di Roma. Il progetto però non fu mai preso sul serio da Activision, infatti oltre all’unico livello creato non esiste neanche un prototipo.

Il portale IGN ha inoltre rivelato un interessante retroscena. Vicarious Visions era andata anche da Ubisoft a proporre il progetto. Ovviamente in questo caso veniva eliminato il nome Call of Duty visto che il brand appartiene ad Activision. Anche Ubisoft però rifiutò l’idea facendo morire il progetto.