Beat’em up – Annientali tutti! - Articoli

Il PlayStation Store del PSN e il Marketplace di Xbox Live si arricchiscono ormai sempre piu' spesso di giochi divertenti e originali, ma talvolta ripropongono anche remake in alta definizione di vecchie glorie o titoli citazionisti per andare incontro ai gusti di piu' giocatori possibili. Questa volta quindi Console-Tribe vi propone un pezzo sui Beat'em up, genere che si sta affermando come quello con una proposta maggiore. Ecco a voi percio' le recensioni di tre grandi videogame: Earthworm Jim HD, Scott Pilgrim vs The World e Shank.

Il PlayStation Store del PSN e il Marketplace di Xbox Live si arricchiscono ormai sempre più di giochi divertenti e originali, ma talvolta ripropongono anche remake in alta definizione di vecchie glorie o titoli citazionisti per andare incontro ai gusti di più giocatori possibili. Questa volta quindi Console-Tribe vi propone un pezzo sui Beat’em up, genere che si sta affermando come quello con una proposta maggiore. Ecco a voi perciò le recensioni di tre grandi videogame: Earthworm Jim HD, Scott Pilgrim vs The World e Shank.

Buona lettura!

Earthworm Jim HD
Vermi, mucche e banchieri persi nello spazio!

Uscito nel lontano 1994 per Mega Drive, Earthworm Jim era un platform a scorrimento orizzontale dallo humour tanto particolare quanto azzeccato. Armato di un’avanzatissima tuta spaziale, il nostro povero vermiciattolo Jim doveva vedersela con mostri di ogni tipo in livelli assurdi ed originali. La difficoltà che caratterizzava il titolo all’epoca era particolarmente alta, e per portare a termine le sfide proposte bisognava avere una pazienza elevata e dei buoni riflessi. Nonostante ciò il gioco era molto divertente, e i videogiocatori più vecchiotti lo ricorderanno con particolare affetto.
Ma perché non dare la possibilità anche alle nuove generazioni di provare un titolo così speciale? Ecco quindi che è stato pensato di fargli un restyling generale, ringiovanendolo, fornendolo di una splendida grafica colorata e in alta definizione e arricchendolo con nuovi livelli, una modalità multiplayer e gli ormai immancabili Trofei ed Obiettivi, per poi pubblicarlo sugli scaffali del PlayStation Store e del Marketplace ad un prezzo tutto sommato accettabile.
Dal punto di vista del gameplay puro, tutte le caratteristiche principali sono rimaste invariate, così come la struttura dei livelli e l’originalità degli scontri con alcuni boss. Il nostro Jim potrà quindi nuovamente saltare in giro per le improbabili ambientazioni di gioco, appendendosi a tutte le superfici scalabili, utilizzando la propria testa come liana improvvisata, sparando a cani rabbiosi e banchieri isterici con la sua pistola laser e sfrecciare per lo spazio con il suo ridicolo mezzo in pazze corse contro un corvo spaziale. Insomma, la follia di Earthworm Jim è rimasta intatta, e la formula diverte ancora oggi, a distanza di sedici anni dall’uscita della prima versione.
Visiterete così discariche disseminate di copertoni elastici e popolate da simpatiche mucche, laboratori sottomarini abitati da famelici criceti giganti e feroci gatti nerboruti, stazioni spaziali futuristiche fornite di macchinari tecnologici e valli prese di mira da piogge di meteoriti infuocati. Il tutto condito da trovate tanto geniali quanto originali, che rendono ogni sezione divertente e sufficientemente varia, e da musiche orecchiabili arricchite da effetti sonori buffi.

A ciò vanno aggiunti tre nuovi livelli pensati per questa versione in alta definizione, paradossali quanto quelli originali, capaci di aumentare sicuramente la longevità del gioco. Sebbene le qualità di quest’ultimo siano quindi tante, c’è qualche piccolo difettuccio che mina un po’ la bontà generale del tutto. I controlli, quantunque riadattati alle console casalinghe di ultima generazione, potevano essere ulteriormente rivisti: talvolta sparare contro i nemici risulta infatti un po’ troppo impreciso, visto che si può prendere la mira soltanto mentre si fa fuoco, e alcuni passaggi risultano ancora oggi ostici e non del tutto immediati, nonostante le varie tipologie di difficoltà selezionabili. Probabilmente questi non sono dei veri e propri difetti, ma di precise scelte degli sviluppatori che non hanno voluto alterare la natura del titolo. Tuttavia rimangono discutibili. Oltretutto il comparto online è sfortunatamente e stranamente desolato, e affrontare partite multiplayer diventa così ostico per l’assenza di altri giocatori.

Insomma, non siamo di fronte ad un capolavoro assoluto, ma sicuramente dinanzi ad un remake di ottima qualità, che farà scendere una lacrimuccia di nostalgia sulle guance dei giocatori più anzianotti, e che strapperà più di una risata a quelli più giovani.

In generale…

Earthworm Jim HD è un titolo senza dubbio di spessore, a cui sono state apportate le giuste aggiunte per renderlo appetibile alle nuove generazioni di giocatori. Con una grafica colorata e in alta definizione, un reparto sonoro ricco e comico e un gameplay tuttora forte di qualche originale trovata, questo titolo merita sicuramente di essere giocato, sia da chi non ha mai avuto il piacere di farlo prima che da chi lo assaporò nel lontano 1994, magari in onore dei bei vecchi tempi.