3DS: situazione attuale e line-up 2011 - Articoli

Pochi mesi prima dell'uscita del 3DS era sorto qualche dubbio circa il successo che avrebbe potuto riscuotere la nuova portatile di Nintendo. Una povera line-up di lancio unita alla mediocre prospettiva dei mesi a seguire, ne hanno decretato (forse) l'insuccesso. Prese le dovute contromisure gia' in piena estate, Nintendo si prepara dunque ad affrontare gli ultimi mesi dell'anno con ben 12 esclusive che, in un modo o nell'altro, dovranno dare un senso al recente taglio di prezzo. Seguiteci.

Pochi mesi prima dell’uscita del 3DS era sorto qualche dubbio circa il successo che avrebbe potuto riscuotere la nuova portatile di Nintendo. La tecnologia di uno schermo 3D fruibile senza l’ausilio di speciali occhiali le conferì sicuramente un punto a favore, ma una povera line-up di lancio, unita alla mediocre prospettiva dei mesi a seguire, ne hanno decretato (forse) l’insuccesso. Se a ciò aggiungiamo anche che 259€ per una console portatile, di questi tempi, non sono proprio pochissimi, la situazione si fa ancora peggiore.
Un po’ spinta da queste motivazioni, un po’ per l’avvicinarsi del periodo più “caldo” dell’anno, Nintendo decide quindi di effettuare un taglio netto al prezzo della console che, dal 12 Agosto, è acquistabile per 179€, ben 80€ in meno. Probabilmente sono queste le cause che dichiarerebbe la grande N, ma ci sentiamo di affermare con una certa sicurezza che l’annuncio di PS Vita avvenuto all’E3 ha smosso qualcosa all’interno degli studi nipponici. Dover fronteggiare, alle precedenti condizioni, con una console di tali potenzialità e per di più di prezzo inferiore (249€ per la versione Wi-Fi), era qualcosa di improponibile. Prese le dovute contromisure già in piena estate, Nintendo si prepara dunque ad affrontare questi ultimi quattro mesi dell’anno con ben 12 esclusive che, in un modo o nell’altro, dovranno dare un senso al recente taglio di prezzo e risollevare le sorti di una console che ha “ciccato” il primo colpo.
Andiamo dunque a scoprire cosa ci aspetta per questo fine 2011.

Il 9 Settembre segna il ritorno di una vecchia gloria del Nintendo 64: stiamo parlando di StarFox. Rimasterizzato in 3D per la nuova portatile, ciò che colpisce di questa conversione non è il comparto visivo, che non dimostra particolari attenzioni, bensì l’introduzione di una modalità multiplayer ed il sistema di controllo. Quest’ultimo prevede, oltre all’utilizzo dell’analogico, anche le potenzialità del giroscopio. C’è da dire però che il movimento della console causa una leggera o totale perdita dell’effetto 3D, dato l’angolo visivo dello schermo. Se a ciò aggiungiamo una scarsa precisione riscontrata negli ultimi test offerti dalla Gamescom, non possiamo che storcere un po’ il naso. Comunque ne sapremo di più tra pochi giorni.

Probabilmente data la scarsa visibilità cui godono i titoli disponibili su WiiWare rispetto ai concorrenti rilasciati su PSN e Xbox Live, Aksys Games ha deciso di raccogliere i propri titoli rilasciati sullo store nipponico per rioffrirli in versione portatile con l’aggiunta del 3D stereoscopico. Ricordiamo che i sei titoli sono: BIT.TRIP BEAT, BIT.TRIP CORE, BIT.TRIP VOID, BIT.TRIP RUNNER, BIT.TRIP FATE e BIT.TRIP FLUX. Tutti insieme formeranno il prossimo 13 Settembre il titolo Bit Trip Saga che, come si può intuire dal nome, sprigionerà divertimento fino all’ottavo bit.

La serie Harvest Moon, simulatore di vita à la Farmville, debutterà su 3DS con un porting della versione DS che, tra l’altro, non è ancora disponibile in Europa. Entrambe le versioni giungeranno sul mercato occidentale il medesimo giorno, esattamente il 20 Settembre e per noi si tratterà dunque di una novità. Nella terra del Sol Levante è improbabile che qualcuno lo attenda, dato che è stato già giocato circa un anno e mezzo fa.

Un titolo che non ha bisogno di presentazioni è Frogger 3D, remake dell’apprezzatissimo titolo uscito la bellezza di 30 anni fa nelle sale giochi. Per chi malauguratamente non lo conoscesse, nonostante le tantissime edizioni che si sono susseguite nel tempo, l’obiettivo del gioco è guidare una rana verso la sua tana affrontando percorsi con svariati ostacoli. Già disponibile su PS Store, il titolo si appresta ad approdare su 3DS il prossimo 20 Settembre.

Il professor Layton avrà dall’11 Ottobre il suo primo concorrente… o semplicemente un aspirante imitatore? Beh, Dottor Lautrec e i Cavalieri Perduti non è esattamente una copia della serie sviluppata da Level 5. Per quanto la formula possa apparentemente risultare simile, ci sono interessanti novità che, però, destano alcuni dubbi. Alla formula già rodata del professore per eccellenza, ossia quella relativa alla risoluzione di complicati enigmi, vengono aggiunte sezioni di esplorazione e qualche tipo di combattimento. Per quanto possa risultare interessante andare in giro a scovare tesori, il nostro timore risulta proprio nell’offerta di un’esperienza più varia. Il pubblico è ormai abituato allo stile di Layton e vedervici aggiungere qualcosa in più potrebbe essere un’arma a doppio taglio. Ma sono soltanto supposizioni campate per aria, dato che il Dottor Lautrec sprizza stile da tutti i pori. Basti vedere l’accattivante grafica in stile manga che assicura un character design pieno di fascino.
Non ci resta che attendere l’11 Ottobre per levarci un grosso dubbio: sarà un senso di dejà-vù?

Aspettate, non correte a segnare sul calendario il 24 Ottobre. Questo episodio dei Pokemon si discosta molto dalla serie GdR, in quanto si tratta del seguito di Pokemon Rumble, uscito nel 2009 su WiiWare. Pokemon Rumble Blast per 3DS si avvicina molto più allo stile di un Dynasty Warriors in stile cartoon. Controllando uno degli oltre 600 pokemon disponibili, tra cui sono presenti anche gli ultimi dalle specie Nero & Bianco, dovremo affrontare orde su orde di nemici con la possibilità di catturare nuovi esemplari da aggiungere al proprio roster.
Ma chi conosce la serie di hack’n’slash firmata Koei, sa benissimo quanto sia facile sfociare nel ripetitivo e nella noia. Considerando che il precedente episodio per Wii è caduto nella trappola, cosa dovremo aspettarci da questa esclusiva 3DS?

Già il titolo dice tutto. Sì, perché Sega ha pensato bene di rendere omaggio alla ventennale saga di Sonic attraverso un videogioco: Sonic Generations. A detta di David Carless, Global Brand Director di Sonic, si tratta della possibilità di poter giocare sia con il classico che con il moderno porcospino, la celebrazione perfetta del ventesimo anniversario della nostra amata mascotte. E i più nostalgici non potranno non essere d’accordo dopo aver giocato gli iconici livelli alle prese con lo storico antagonista di Super Mario. Restiamo quindi in attesa del mese di novembre.

Il remake di Cave Story, uscito su WiiWare e DSiWare, arriverà su 3DS l’8 Novembre. Come conferma il creatore delle precedenti edizioni, Cave Story 3D differirà solo per l’ambientazione tridimensionale che, comunque, manterrà intatto lo stile action/platform a scorrimento dell’originale. Ci saranno comunque un paio di elementi nuovi, easter egg ed alcuni segreti che renderanno i fan più felici di rigiocare un titolo che meritava finalmente una versione retail.

Tales of The Abyss è il remake per 3DS del titolo uscito su PS2 più di 5 anni fa. Se ricordate, infatti, l’RPG giunse in Giappone alla fine del 2005 per poi arrivare in America circa un anno dopo. Il vecchio continente non poté dunque assaporare la buona qualità di questo ottimo titolo, ma il prossimo 10 novembre potremo mettere fine a questa lunga astinenza.
Non si annoverano novità per questa conversione, la quale si limita semplicemente ad offrire il supporto al touchscreen e al 3D stereoscopico della nuova portatile Nintendo.

Sicuramente i videogiocatori di vecchia data l’avranno sentito nominare e, perché no, anche giocato su Megadrive o nelle sale giochi. Ed è forse in quegli anni che è stato maggiormente apprezzato, dato che i due tentativi tridimensionali su PS2 non hanno reso granché. Una teoria che viene confermata dalla natura stessa del nuovo titolo per 3DS. Shinobi è infatti un arcade nudo e crudo, in cui non sarà dato ampio spazio alla trama, come invece azzardato su PS2, in modo da conferirgli un’impronta più simile a quanto visto alla fine degli anni ’80.
Dal punto di vista grafico sembra che il titolo fosse dapprima destinato al DS. Il motore grafico alterna infatti un 2D “pixellosissimo” ad un 3D soltanto abbozzato che entra in gioco giusto per sottolineare uccisioni, risoluzioni di enigmi ed altri momenti chiave. Non si potrà dunque godere di quella profondità che titoli come Sonic Generations saranno in grado di offrire.
Il ritorno alla bidimensionalità e al classico vecchio stile arcade riusciranno a sopperire a tale mancanza? Lo scopriremo l’11 Novembre, dato che è stato rimandato di circa due mesi.

In apertura accennavamo al fatto che un limitato parco titoli ha influito molto sul passo falso del 3DS. L’assenza dell’idraulico per eccellenza evidentemente si è fatta sentire e, se consideriamo che si lascerà desiderare sino al mese di novembre, probabilmente le nostre supposizioni sono più di una semplice teoria. Non è novità, infatti, che i titoli più graditi per le console Nintendo siano quelli first-party. E se i fan verranno costretti ad un’attesa così duratura, l’hype non potrà che salire alle stelle.
Facendosi carico di tali responsabilità, gli stessi creatori della serie Super Mario Galaxy si ritroveranno a dover soddisfare il malcontento dei possessori di 3DS e, allo stesso tempo, a convincere all’acquisto coloro che finora si sono trattenuti. Ci riusciranno? Anche se non possediamo la sfera di cristallo, le premesse fanno ben sperare. Super Mario 3D Land è un ritorno alle origini, basti vedere la tuta di Mario, la tanook suite indossata in Super Mario Bros 3, considerata dai fan una delle preferite tra quelle presenti nel suo armadio. Ma i vari collegamenti con i passati episodi non si fermano al solo aspetto visivo: la bandiera che viene issata sull’asta al termine di ogni livello, come in Super Mario Bros, è un altro esempio.
Il titolo è senza dubbio la più importante esclusiva e dovrà segnare una svolta che dimostri le vere potenzialità della console. Un flop non verrebbe tollerato.

È nel mese di dicembre che giungerà sugli scaffali Mario Kart 7. Il nuovo racing non si rivelerà un punto di svolta della serie, ma si limiterà ad aggiungere qualche interessante feature e a sfruttare maggiormente le potenzialità multiplayer del 3DS. Basti pensare alla possibilità di personalizzare i kart prima di ogni competizione, scegliendo tra una varietà di telai, gomme e accessori che, certamente non limitati al solo fattore estetico, andranno a determinare manovrabilità, peso e precisione del mezzo oltre a conferirgli un’abilità aggiuntiva. Di queste ultime abbiamo potuto adocchiare l’aliante, il quale permette di planare dopo i salti. E se a ciò aggiungiamo il ritorno delle monete che aumentano la velocità massima, tanto basta per un titolo che con molta probabilità farà felici i fan della serie, oltre a contribuire al tanto atteso rilancio della console.

 

Considerazioni finali

In definitiva, la situazione del 3DS non si discosta molto da quanto abbiamo già visto col lancio delle altre console. I problemi sono sempre gli stessi: un prezzo al lancio piuttosto elevato e una line-up scarsa, sia in quantità che qualitativamente parlando. E si sa, per trarre il meglio da una console gli sviluppatori devono prima conoscerne le vere potenzialità e raramente si vedono capolavori già dopo pochi mesi dall’uscita di un nuovo hardware.
Comunque sia, per attenuare questa attesa, Nintendo ha deciso di puntare sui remake di vecchie glorie riproposte sotto l’ala protettrice del 3DS. La volontà di portare questa console in alto c’è e il miglior artefice non potrà che essere, di nuovo, l’idraulico per eccellenza. La sua assenza per tutti questi mesi si è fatta sentire e alcune scelte della grande N di certo non hanno contribuito ad attenuarla. Dunque ci penserà lui, insieme a Luigi e compagnia, a dare un senso a questo 2011, in attesa di interessanti titoli come Luigi’s Mansion e Kid Ikarus: Uprising, previsti per l’inizio del nuovo anno. Ma Nintendo non ha ancora sparato l’ultima cartuccia. Speriamo di poterla inserire nella console entro la fine dell’anno! Di cosa stiamo parlando? Ma di Monster Hunter 3G ovviamente! Il 13 Settembre si terrà infatti la Nintendo Conference e, in pieno stile “big N”, ci aspettiamo qualche bella sorpresa inaspettata che infoltisca il già annunciato parco titoli.
Non ci resta dunque che darvi appuntamento a martedì, giorno in cui potrete trovare sulle nostre pagine il liveblog dell’evento.

 

DISCUTINE SUL FORUM