Sacred 3 – Sacred Citadel - Anteprima

Sono passati quattro anni dal rilascio dell’ultimo episodio di Sacred e finalmente Deep Silver e Koch Media riportano sulle scene Sacred 3, in coppia con Sacred Citadel un arcade game dallo stile action a scorrimento laterale in arrivo anch’esso nel 2013 per piattaforma XBLA e PSN.
C’è ancora molto tempo prima che il gioco venga rilasciato al pubblico, ciononostante vi proponiamo in questa anteprima-antipasto le principali novità dei titoli in oggetto.

Sono passati quattro anni dal rilascio dell’ultimo episodio di Sacred e finalmente Deep Silver e Koch Media riportano sulle scene Sacred 3, in coppia con Sacred Citadel un arcade game dallo stile action a scorrimento laterale in arrivo anch’esso nel 2013 per piattaforma XBLA e PSN.
C’è ancora molto tempo prima che il gioco venga rilasciato al pubblico, ciononostante vi proponiamo in questa anteprima-antipasto le principali novità dei titoli in oggetto.

Sacred 3

“Si narra che chiunque possieda il Cuore di Ancaria sia in grado di definire il fato del mondo. Zane Ashen, signore del corrotto Impero Ashen, tenterà qualunque cosa pur di riuscire a entrare in possesso del Cuore. Fortunatamente, però, il Serafino lo ha celato in un luogo lontano, sicuro e segreto. Per opporsi al regno di terrore di Zane Ashen e liberare il mondo dalla minaccia della distruzione totale, però, sarà necessario che un gruppo di eroi pronti a tutto uniscano i propri poteri. “ Questo, il primo stralcio di storia rilasciato dai ragazzi di Keen Games che hanno impostato decisivi cambiamenti nella struttura di gioco per questo terzo capitolo. Ecco quindi staccarci da un’impostazione open-world in favore di una struttura di gioco a livelli chiusi al fine di conferire maggior frenesia al titolo e settare la barra della competitività in co-op ad un livello più alto del predecessore; a storcere maggiormente il naso per questa scelta saranno i fan di vecchia data che tanto apprezzavano la libertà d’esplorazione e la ricerca di segreti nei precedenti Sacred. Favorire la cooperazione di gruppo per migliorare l’esperienza di gioco a discapito di un “button smashing” sfrenato sembra il percorso ideale intrapreso dagli sviluppatori per rendere il gioco meno ripetitivo.
Per quanto riguarda le razze giocabili, due al momento sono state presentate: i Safiri (guerrieri molto abili nell’uso delle armi) e gli Ancariani (dotati di lame e particolarmente abili nell’uso di arti arcane ed elementali) guerrieri e lancieri. Oltre al poter infliggere danni con armi o poteri potremo infliggerne tramite trappole ed altri espedienti. Le varie classi potranno inoltre sbloccare aree segrete secondarie, aprendo a nuovi livelli e aumentando la longevità del titolo volgendo il giocatore alla ricerca dell’equipaggiamento più potente da ricercare di volta in volta.
Per quanto riguarda il versante grafico, il titolo abbandona la grafica realistica in favore di uno stile più giocoso e isometrico all’interno dei livelli che si risolveranno molto più spesso in numerose battaglie anche con assalti di più mostri contemporaneamente.
A detta degli sviluppatori, il gioco sarà capace di offrire intorno alle cento ore di gameplay poiché la molteplicità di varianti per ogni livello concorra ad aumentarne la sua giocabilità.
La versione dimostrativa che abbiamo visto si configura come una build ancora acerba ma dalle buone potenzialità, attendiamo quindi tempi migliori e qualche “prova con mano” prima di sbilanciarci in pareri più tecnici.

Sacred Citadel


Come abbiamo gia accennato, Sacred Citadel sarà un action game a scorrimento laterale. La trama, ambientata cento anni prima del primo Sacred narra di come alcuni mostri mirino a distruggere il Cuore di Ancaria; di conseguenza il gruppo di eroi da noi comandati dovrà farsi strada a suon di combo spettacolari e concatenabili, eliminando ogni minaccia sul loro cammino. Questo tipo di gameplay pone la maggior facilità nell’ abbattimento delle creature nemiche in favore di azioni di gioco più veloci e frenetiche, nonché alla realizzazione più semplice di combo attuabili anche grazie al supporto dei compagni. Alcuni elementi dello scenario possono inoltre essere attivati ed utilizzati come attacchi e/o poteri. Immancabili anche delle super mosse attivabili dopo aver accumulato abbastanza potenza.
Prendendo particolarmente spunto dai titoli picchia duro arcade delle passate generazioni, il movimento del personaggio potrà avvenire anche lungo l’asse della profondità all’interno dell’area di gioco.
Sacred Citadel non si prende quindi sul serio come la controparte, ma allieta e diverte riprendendo la trama della saga principale in modi diversi e riprendendo un po’ quello stile retrò che sta via via andando a scomparire in favore di giochi molto più multimediali.

Un Commento a “Sacred 3 – Sacred Citadel”

  1. Deadly Fagilo on

    Il video del Citadel mi ha richiamato alla mente Golden Axe! e ciò è bene!

    peer Sacred 3 devo vedere, da quanto letto hanno apportato alcuni stravolgimenti molto pesanti, ma non è detto che sia per forza un male in questo caso.

    Sotto osservazione!

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.