PSN+ Settembre 2010 - Articoli

Eccoci al terzo appuntamento con lo speciale sul PSN Plus, alias PSN+, e le offerte ad esso legate. Cosa e' successo dall'ultima volta che abbiamo parlato di questa offerta Sony? Beh, non molto ad essere sinceri, anche se la direzione intrapresa dal colosso giapponese di sicuro e' quella giusta. Cominciamo l'articolo parlando delle demo che sono state rilasciate in anteprima. Non parliamo semplicemente di un giorno o due prima, ma di almeno una settimana, valorizzando cosi' l'espressione 'in anteprima' utilizzata nei tanti video promozionali. Adesso analizziamo pero' la sostanza di questo mese del PSN+.

Eccoci qua, al terzo appuntamento con lo speciale sul PSN Plus, alias PSN+, e le offerte ad esso legate.
Cosa è successo dall’ultima volta che abbiamo parlato di questa offerta Sony? Beh, non molto ad essere sinceri, anche se la direzione intrapresa dal colosso giapponese di sicuro è quella giusta. Cominciamo quindi l’articolo parlando delle demo che sono state rilasciate in anteprima. Bisogna notare come finalmente queste siano state rilasciate con maggior anticipo rispetto al servizio pubblico. Non parliamo semplicemente di un giorno o due prima, ma di almeno una settimana, valorizzando così l’espressione “in anteprima” utilizzata nei tanti video promozionali. Ecco quindi la versione di prova di R.U.S.E. durante il mese di Agosto, strategico in tempo reale ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale, con tanto di impostazioni per l’ormai imminente Move – peccato che solo in pochi lo abbiano con tanto anticipo – e quelle invece recentissime degli attesissimi Pro Evolution Soccer 2011, nuova versione del titolo calcistico targato Konami, e God of War: Ghost of Sparta, secondo capitolo della saga a sbarcare sulla PSP.
Insomma, qualche passo avanti lo si sta facendo certamente, e adesso non ci manca che attendere le prime versioni beta dei tanti titoli autunnali/invernali così attesi – chi dice Little Big Planet 2, Assassin’s Creed: Brotherhood, Killzone 3 e Final Fantasy XIV?
E ancora tutti gli abbonati stanno aspettando che Sony aggiunga una qualche possibilità di scelta tra i titoli da poter scaricare dallo Store, anziché essere costretti a mettere in download quelli scelti da loro.
Adesso analizziamo però la sostanza di questo mese del PSN+, vedendo cosa Sony ci offre gratuitamente e cosa a prezzo scontato.

Sam & Max: The Devil’s Playhouse

Ecco il titolo PSN gratuito del mese di Settembre, ovvero l’intera serie di Sam & Max: The Devil’s Playhouse! Non si sta parlando quindi di un singolo capitolo, ma di tutti quelli rilasciati, ben cinque, totalmente gratuiti (prezzo di base 24.99 €). Una volta selezionato l’articolo nel negozio virtuale, infatti, si renderanno disponibili per il download tutti gli episodi. Ottima scusa per giocarsi completamente questa divertente avventura grafica, con protagonisti un cane detective e un coniglio folle con poteri assurdi. Nonostante il tutto sia stato rilasciato esclusivamente in lingua inglese, vera pecca del titolo, bisogna ammettere che l’occasione è davvero ghiotta, e già di per sé giustifica ampiamente questo “numero” dell’abbonamento.
Nel caso la vostra curiosità sia tanta e vogliate saperne qualcosa di più su questo titolo, vi rimando alle quattro recensioni che trovate sul sito, curate dal nostro REdeiDESIDERI, in attesa di quella sull’ultimo capitolo.

Oddworld: Abe’s Oddysee

Il grande classico PSOne offerto gratuitamente questo mese non è un titolo anonimo, bensì uno dei giochi più famosi ed esilaranti usciti anni fa. Si sta parlando dell’indimenticabile Oddworld: Abe’s Oddysee. Videogioco bidimensionale uscito nel lontano 1997 che mescolava sezioni puramente platform ad altre un po’ più adventure, il primo capitolo della serie Oddworld si può descrivere come un unico, immenso puzzle. Vestiti i panni del povero Abe, uno schiavo Mudokon costretto a lavorare in un mattatoio e fuggito improvvisamente verso la libertà, la missione del giocatore è quella di attraversare livelli strutturati tanto orizzontalmente quanto verticalmente, con l’obiettivo di salvare quanti più compagni possibili da numerose insidie, siano esse bestie feroci, soldati sadici o trappole infernali. Ma per farlo si devono affrontare un’infinità di prove, che mettono a dura prova tanto la mente quanto i nervi: per superare ogni sezione infatti bisogna risolvere determinati enigmi, e farlo necessita una giusta dose di pazienza e sangue freddo. Cercare di accelerare i tempi porterebbe inevitabilmente ad una morte precoce.
Sebbene il titolo sia ormai piuttosto vecchio – d’altronde sono passati tredici lunghi anni – bisogna ammettere che tra tutti i classici PSOne rilasciati è quello che certamente porta meglio l’età. Infatti, oltre a risultare ancora oggi tanto divertente quanto particolarmente ostico, la grafica stessa che lo caratterizza si rivela dal giusto gusto retrò. La bidimensionalità che lo ha caratterizzato era un’arma vincente all’epoca così come oggi, risultando sì non troppo definita, ma senza soffrire delle profonde rughe che contrassegnano tutti gli altri titoli a tre dimensioni. In definitiva, per essere un gioco PSOne, Abe’s Oddysee si difende sufficientemente bene tuttora. Se a ciò si aggiunge lo humour nero che caratterizza tutta l’opera, un doppiaggio italiano di rispetto e una longevità sicuramente buona, si può constatare come questo titolo si riveli una vera perla.
Consigliato tanto a chi lo giocò all’epoca, magari per rivivere le emozioni di un tempo, sia a chi non ha avuto mai la fortuna di provarlo, per sperimentare uno dei titoli più divertenti della prima console Sony.

Echoes – minis

Il primo minis offerto gratuitamente questa volta è Echoes, un simpatico titolo dal gameplay originale e, a modo suo, unico. Al controllo di una ragazza osservata dall’alto – non a caso vedrete sempre e solo il suo cappello – dovrete percorrere piccoli livelli, raffiguranti oggetti di ogni tipo, alla ricerca del numero di cristalli necessari per procedere alla sezione successiva. Ogni volta che otterrete un cristallo, però, nell’area comparirà una copia maligna della protagonista, che cercherà di colpirvi e farvi perdere vite preziose. Il vostro scopo sarà quindi quello di percorrere il livello stando attenti ai cloni cattivi che creerete, prendendo tutti i cristalli nel minor tempo possibile e, eventualmente, utilizzando bonus vari per facilitarvi la missione. Ecco così che, dopo qualche secondo di tranquillità, ogni ambientazione si popolerà di minacce, e ottenere tempi record diverrà una sfida davvero ardua.
Se all’originale stile grafico e sonoro del titolo, minimalisti quanto bastano, aggiungiamo l’assenza totale di menu convenzionali – per selezionare le voci desiderate dovrete percorrere delle schermate simili ai livelli del resto del gioco – e modalità atte ad aumentare la longevità e il divertimento generale, si capisce subito che il minis in questione è tanto semplice e immediato quanto di buona qualità e vi terrà allegramente impegnati per qualche manciata di ore.