PSN+ Febbraio 2011 - Articoli

Ormai Febbraio sta per terminare, e finalmente si possono tirare le somme sulle offerte mensili del PSN+. Questo mese tante cose sono state rilasciate sul PS Store e sono stati soddisfatti sicuramente i palati di molti abbonati. A partire dalle demo in anteprima di Killzone 3 e Yakuza 4, per proseguire con l'offerta di due titoli PSN - dal nuovissimo Stacking al western Lead & Gold: Gangs of the Wild West - e terminare con numerosi minis e sconti vari. Analizziamo brevemente tutto quello che potrete scaricare ancora fino al 2 Marzo.

Ormai Febbraio sta per terminare, e finalmente si possono tirare le somme sulle offerte mensili del PSN+. Questo mese tante cose sono state rilasciate sul PS Store e sono stati soddisfatti sicuramente i palati di molti abbonati. A partire dalle demo in anteprima, quella di Killzone 3 e quella di Yakuza 4, per proseguire con l’offerta di due titoli PSN – dal nuovissimo Stacking, al western Lead & Gold: Gangs of the Wild West – e terminare con numerosi minis e sconti vari. Insomma, bisogna ammettere che Sony ha proposto numerosi contenuti, di ogni genere, e di sicuro farà piacere a molti la strada che la compagnia giapponese sta lentamente intraprendendo: sebbene fino ad alcune settimane fa solamente i minis venivano offerti in anteprima gratis o a prezzi scontati, ora sembrerebbe che anche i titoli PSN inizieranno a godere di tale trattamento. Da quando il PSN+ è stato lanciato, infatti, sono stati distribuiti solo giochi “vecchi”, usciti mesi e mesi prima. Ma la possibilità di scaricare Stacking fin dal “D1”, senza dover sborsare un centesimo, fa presagire un futuro roseo, ma solo il tempo potrà dirci se Sony distribuirà altre novità gratuitamente o meno.
Detto ciò, analizziamo brevemente tutto quello che potrete scaricare ancora fino al 2 Marzo, giorno in cui verranno rilasciati i nuovi contenuti.

Titoli PSN – Stacking, Lead & Gold: Gangs of the Wild West

Tra tutti i contenuti scaricabili, come già accennato, spicca Stacking, originalissimo gioco sviluppato dai ragazzi di Double Fine Productions. Nei panni di una simpatica e minuscola matrioska (il giovane Charlie Blackmore), il giocatore ha il compito di andare alla ricerca dei familiari del protagonista e di riportarli sani e salvi a casa. Il tutto viene presentato con una grafica colorata e dallo stile unico, ricco e dettagliato durante le sessioni di gioco e dal gusto retrò per ciò che concerne i filmati di intermezzo, capaci di strappare più di un sorriso.
A ciò viene accostato un gameplay unico, che basa il tutto sulla possibilità di entrare dentro le matrioska più grandi e controllarle, sfruttandone le capacità uniche e le dimensioni più o meno ragguardevoli. Niente azione, nessun salto su piattaforme tremolanti, nemmeno una corsa su fuoristrada di lusso… questo gioco rappresenta di per sé un genere totalmente differente da quanto visto fino ad oggi, raggruppabile con quello dei puzzle solo ed esclusivamente per le numerose sfide e prove da risolvere usando la materia grigia. E sebbene la longevità non sia particolarmente elevata nel caso si voglia solo portare a termine la missione principale – quella di salvare i fratelli di Charlie, per scovare tutti i segreti e risolvere ogni quest secondaria si dovrà perdere molto più tempo, imparando a utilizzare al meglio i poteri di ogni tipologia di matrioska all’interno di scenari grandi e ben strutturati, che permettono il superamento di ogni sezione in svariati modi.
Insomma, il titolo vale sicuramente la pena di essere giocato, e se si considera che è disponibile gratuitamente fin dal giorno della pubblicazione, come non approfittarne?

Il secondo titolo PSN distribuito – secondo per “importanza”, ma primo in quanto a distribuzione – è l’adrenalinico Lead & Gold: Gangs of the Wild West, gioco basato sul totale e sfrenato multiplayer competitivo online in ambientazioni tanto western quanto cartoon.
I giocatori, una volta apprese le meccaniche di base con una breve ma efficace sessione di addestramento, potranno scegliere chi impersonare tra quattro pistoleri e massacrare gli avversari a suon di colpi di revolver, carabine o di candelotti di dinamite. Le mappe, seppur non siano molte, si distinguono per una buona varietà e caratterizzazione, e sono strutturate in maniera intelligente, permettendo tanto aggiramenti di vario tipo quanto conflitti su piccole ma infuocate aree.
Oltre a dover uccidere i nemici con le proprie armi bisogna anche prestare attenzione agli obiettivi della partita, che variano di volta in volta in base alla modalità di gioco. Ecco quindi che se una volta vi capiterà di dover far prevalere la vostra squadra su quella avversaria, la volta successiva potreste essere costretti a conquistare determinati settori delle arene, oppure dovrete rubare i tesori alla squadra nemica.
In altre parole il divertimento è assicurato e, grazie ad alcune semplici trovate da parte degli sviluppatori, il gioco di squadra verrà sempre in qualche maniera premiato.

minis – Karimogi, Breakquest, I Must Run!, Flying Hamster

I minis offerti questo mese sono tanti, addirittura quattro, e per la felicità di tutti gli abbonati la loro qualità risulta abbastanza elevata.

Il primo, il coloratissimo Karimogi, si rivela un puzzle game piuttosto “sempliciotto” e, tra i quattro minis disponibili, sicuramente quello meno divertente. Nei panni di una strana creatura saltellante e sorridente, l’unico scopo del giocatore sarà quello di far allineare orizzontalmente i blocchi che scenderanno lentamente dalla sommità dello schermo, con lo scopo di distruggere mano a mano le righe che si creeranno su schermo. Tre blocchetti sulla stessa riga porteranno all’eliminazione di quest’ultima ma, nel caso la situazione diventi troppo complicata, si potrà ricorrere all’uso di una manciata di bombe per levarsi dai guai.
Insomma, un gameplay che alla lunga risulta un po’ monotono ma che potrebbe piacere ai più piccoli o a quelli alla ricerca di un semplice svago.

Breakquest è un titolo che ricorda molto da vicino le meccaniche di Shatter, titolo PSN distribuito lo scorso mese, nonché quelle dell’immortale Arkanoid. Il giocatore controllerà un piccolo scudo – se così lo si può definire – con cui far rimbalzare le palline lanciate a inizio round con il solo scopo di distruggere tutti i mattoncini presenti nel livello, evitando di far toccare alle sfere la parte inferiore dello schermo. Distruggendo i vari pezzi del livello si otterranno numerosi bonus, che varieranno dal semplice allargamento dello scudo alla possibilità di lanciare altre sfere e sparare colpi precisi o missili teleguidati. Ovviamente non mancheranno gli ostacoli da evitare per non complicarsi ulteriormente la vita. Tre i livelli di difficoltà, capaci di accontentare tanto i giocatori occasionali quanto quelli incalliti, e numerosi i livelli affrontabili, ognuno con la propria struttura.
Sicuramente un buon gioco con cui ingannare il tempo e mettere alla prova i propri riflessi.

Il terzo minis vede come protagonista un pover’uomo intento a correre, saltare, correre e ancora correre. Platform a scorrimento orizzontale, I Must Run! presenta un gameplay sicuramente elementare, ma non fatevi ingannare: sebbene i tasti da premere siano davvero pochissimi, la difficoltà non è per nulla bassa. Infatti il protagonista dovrà correre per i vari livelli evitando gli ostacoli presenti sulle varie piattaforme e saltando gli inevitabili baratri. Se a parole ciò può sembrare una missione semplice, alla prova dei fatti vi capiterà più volte di morire per un mancato tempismo nel salto o nell’abbattimento di un ostacolo improvviso. E una volta che il poveraccio morirà, si dovrà cominciare tutto nuovamente da capo, rendendo la cosa intrigante per chi ama le sfide ma particolarmente frustrante per chi odia fare troppo spesso Game Over.
In definitiva il gioco è divertente all’inizio, ma solo chi ha voglia di mettersi alla prova riuscirà davvero ad apprezzarlo. Tutti gli altri giochino a qualcos’altro.

L’ultimo minis, rilasciato circa a metà mese, è un divertente e colorato sparatutto a scorrimento. Flying Hamster vi mette nei panni di un simpatico criceto a cui dei terribili animali rapiscono la consorte. Allora la bestiolina, dopo essersi creata un mezzo di volo di fortuna con legnetti e foglie, corre a salvare la sua dolce metà, affrontando numerosi livelli popolati da decine e decine di creature da eliminare sputandogli contro la propria e disgustosa saliva o frutti di ogni tipo, da raccogliere lungo lo scenario. Eccovi quindi intenti a evitare i colpi nemici sparandogli loro contro, raccogliere numerosi bonus dagli svariati effetti, superare indenni piccole trappole e giungere di fronte ai vari boss armati fino ai denti. Tre vite sono disponibili ad ogni round, e una manciata di crediti per continuare. Ma una volta fatto Game Over non temete, dal menù principale potrete ripartire dall’ultima sessione raggiunta.
Insomma, un gioco simpatico a cui dedicherete sicuramente un po’ di tempo, visto che oltretutto vi rimarrà anche una volta scaduto l’abbonamento.