Shift 2: Unleashed – Speedhunters - Articoli

Spazio diviso tempo. La formula preferita dei piloti di auto da corsa. Dopo la Formula Uno, ovviamente. La velocita' e' tutto: chi osa di piu' vince, ma chi osa troppo perde la corsa, e la macchina. Quando si spinge al massimo non esiste piu' niente, si perde la cognizione del tempo. Eppure ci scorre tutta la vita davanti. Quando osservi il manto stradale che fluisce inesorabile sotto i tuoi piedi e' come se stessi volando verso un'altra dimensione. L'adrenalina non ti ha risparmiato, e il traguardo e' ormai la tua unica ragione di vita.

Spazio diviso tempo. La formula preferita dei piloti di auto da corsa. Dopo la Formula Uno, ovviamente.
La velocità è tutto: chi osa di più vince, ma chi osa troppo perde la corsa, e la macchina. Quando si spinge al massimo non esiste più niente, si perde la cognizione del tempo. Eppure ci scorre tutta la vita davanti. Quando osservi il manto stradale che fluisce inesorabile sotto i tuoi piedi è come se stessi volando verso un’altra dimensione. L’adrenalina non ti ha risparmiato, e il traguardo è ormai la tua unica ragione di vita.

A questo punto vi starete chiedendo perché abbiamo deciso di tirare in ballo la fisica e le sensazioni vissute da un pilota professionista. Beh, è presto detto: nei giorni scorsi abbiamo deciso di indossare casco e guanti e di scendere in pista testando l’ultimo DLC di Shift 2: Unleashed, battezzato per l’occasione “Speedhunters”. Adesso quindi non ci resta altro da fare che capire insieme di cosa si tratta e se il contenuto messo a punto dagli sviluppatori vale la “candela”.

“Vivo la vita un quarto di miglio alla volta. Non mi importa di nient’altro… per quei dieci secondi io… sono libero.”

Innanzitutto dovete sapere che il nome dell’espansione non è stata scelta a caso, ma deve il proprio battesimo al sito Speedhunters.com, uno dei più noti weblog dedicati all’automobilismo moderno e alla cultura racing in generale.
Una volta eseguito il download del DLC (circa 150 MB) ed avviato il gioco, ci accorgiamo sin da subito che il nostro garage virtuale ha dato il benvenuto a ben 12 nuove auto, tutte “griffate” Speedhunters e messe a punto per affrontare le diverse discipline di gara a cui Shift 2 ci ha abituati. Tutto qui? Non esattamente. Nella Carriera fa infatti capolino una nuova “locandina” comprendente due discipline del tutto inedite: Drag e Miglio da Fermo. Gli eventi della prima vedono 8 piloti – ognuno nella propria corsia – sfidarsi sull’inossidabile “quarto di miglio” dove vince chi taglia il traguardo per primo facendo segnare il miglior tempo nei tre round da disputare in successione. Negli eventi della seconda disciplina, invece, vince il pilota che raggiunge la velocità finale più elevata sul miglio intero, seguendo pedissequamente lo stesso svolgimento appena visto nel Drag. Una particolarità che accomuna ambedue le varianti è la disattivazione coatta del controllo della trazione, l’obbligo di usare il cambio manuale (assegnato allo stick analogico destro) e la comparsa a schermo di un nuovo contagiri, atto a suggerirci, attraverso una barra verde, il momento esatto per salire di marcia senza perdere la corretta erogazione ed accelerazione. Non a caso tali competizioni richiedono un ottimo tempismo ed una buona gestione dei rapporti del cambio. Un’elaborata messa a punto, infatti, può cambiare drasticamente l’esito finale di ciascun evento. Insomma, volete una macchina che sul miglio intero superi i 400 Km/h? Sporcatevi le mani grasso e ci riuscirete, sta a voi.
Ma quali sono le nuove auto? E i tracciati? Ve li elenchiamo di seguito:

Auto

1. Dodge Challenger R/T Speedhunters
2. Lexus LFA Speedhunters
3. Mazda RX-7 (FC3S) Speedhunters
4. McLaren MP4-12C Speedhunters
5. Mercedes-Benz 190E 2.5-16 Evolution 2 Speedhunters
6. Mercedes-Benz SLS AMG Speedhunters
7. Mitsubishi Lancer EVOLUTION IX MR Speedhunters
8. Nissan Fairlady 240ZG (S30) Speedhunters
9. Nissan Skyline 2000 GT-R (C10) Speedhunters
10. Nissan Skyline GT-R (R32) Speedhunters
11. Pagani Huayra Speedhunters
12. Toyota Supra Speedhunters

Auto premio

1. Dodge Viper GTS by Twins Turbo (Battendo i gemelli Kozeluh)
2. World Racing Pro-FWD Reaper Scion tC (Battendo Chris Rado)

Tracciati

1. Miyatomi Drag Strip
2. Miyatomi Mile
3. Aguera Drag Strip
4. Agueda Aerodrome
5. Nevada Drag Strip
6. Nevada Freight Yard

La resa dei conti

Dopo avervi presentato nel dettaglio quanto ha da offrire questo nuovo DLC, ci sembra opportuno rispondere alla domanda che più di tutte attanaglia i giocatori di tutto il mondo: vale la pena acquistarlo? Partiamo dal presupposto che Speedhunters è un contenuto scaricabile sì originale ma decisamente particolare, a partire dalla longevità. Se per completare tutti gli eventi Drag e Miglio da Fermo impiegherete soltanto un’oretta, è altrettanto vero che se amate il tuning sfrenato e volete frantumare ogni record, regionale e mondiale (monitorabili attraverso l’Autolog 2.0), troverete pane per i vostri denti per tanto, tanto tempo, soprattutto se avete intenzione di lanciare il guanto di sfida ai vostri amici che, verosimilmente, nutrono la vostra stessa passione. Longevità a parte, ciò che lascia davvero perplessi è la natura stessa dell’espansione, che di fatto ne pregiudica l’eventuale apprezzamento finale, confinandosi di prepotenza tra i guanti dei piloti che amano correre solo e soltanto sul dritto, nonostante le auto disponibili siano adatte per gareggiare in ogni disciplina.
Ad ogni modo se ritenete di rientrare nel “target” e siete disposti a spendere 800 MP (9.99€), l’acquisto non può che essere consigliato. A meno che non sospettiate che si tratti dell’ennesimo DLC “premeditato”.

 
 

DISCUTINE SUL FORUM