Mass Effect 2 DLC: Overlord - Articoli

15 giugno 2010. E' martedi' e avviando Mass Effect 2 veniamo accolti da una graditissima sorpresa dall'enigmatico nome di Overlord. Visto il successo avuto con le espansioni di Dragon Age: Origins, alla BioWare stanno continuando a sfornare missioni aggiuntive anche per il loro GDR Sci-Fi e l'ultima nata sembra promettere veramente bene. Saranno 560 MP ben spesi anche questa volta? Scopriamolo insieme.

15 giugno 2010. È martedì e avviando Mass Effect 2 veniamo accolti da una graditissima sorpresa dall’enigmatico nome di Overlord. Visto il successo avuto con le espansioni di Dragon Age: Origins, alla BioWare stanno continuando a sfornare missioni aggiuntive anche per il loro GDR Sci-Fi e l’ultima nata sembra promettere veramente bene.
Saranno 560 MP ben spesi anche questa volta? Scopriamolo insieme.

Io, Robot

Vi siete mai chiesti cosa potrebbe succedere se a causa di un esperimento andato male un’avanzatissima intelligenza artificiale dovesse prendere il controllo di tutta la tecnologia esistente nell’universo? Sicuramente sarebbe un bel pasticcio, e chi meglio del pluridecorato capitano Shepard potrebbe essere in grado di salvare la situazione?

Senza voler esagerare con gli spoiler, la trama può essere così brevemente riassunta: la potente quanto losca associazione Cerberus stava effettuando degli esperimenti illegali in un sistema ai confini dello spazio conosciuto per riuscire ad infiltrarsi nella rete neurale dei Geth quando – ovviamente – qualcosa è andato storto. Il potente sistema ibrido computer/uomo si è rivoltato contro i propri creatori e, dopo aver seminato morte e distruzione sul piccolo pianeta, è pronto a infiltrarsi nei sistemi di comunicazione di tutto l’universo per preparare un’invasione Geth.

Come nei precedenti DLC, all’avvio del gioco riceverete un messaggio dall’uomo misterioso sul vostro terminale privato e da quel momento in poi avrete a disposizione un nuovo sistema solare, con relativa missione, tutto da esplorare.
A livello tecnico questa nuova espansione riesce addirittura a superare i già altissimi standard fissati da Mass Effect 2: le ambientazioni sono estremamente varie e spaziano da lande vulcaniche a veri e propri viaggi nella realtà virtuale, passando per immense distese verdi con tanto di cascate e forme di vita aliene al pascolo. Lo stesso si può dire per il sonoro, che abbina i soliti magnifici dialoghi a musiche ed effetti sonori in certi casi degni addirittura di un survival horror. Le urla strazianti dell’intelligenza artificiale impazzita che vi seguiranno in alcune parti della missione vi faranno gelare il sangue, specialmente verso il finale in cui si faranno via via sempre più umane e comprensibili.

Un’altra graditissima aggiunta sono le sezioni a bordo dell’Hammerhead, una specie di hovercraft sotto steroidi che è tutto ciò che avrebbe dovuto essere il Mako del primo Mass Effect. Questo veicolo futuristico è estremamente agile e piacevole da guidare e vi servirà per spostarvi da una parte all’altra del pianeta. Durante questi viaggi vi troverete ad affrontare delle sezioni quasi platform, utili a spezzare il ritmo e la tensione accumulata durante la missione. Dopo aver constatato la magnificenza di questo mezzo di trasporto, fa quasi dispiacere non averlo potuto mai usare nel corso della campagna principale e viene da chiedersi se anche all’interno di questo DLC non potesse venire sfruttato di più.

Purtroppo sotto alcuni aspetti il gameplay è ancora afflitto da alcuni problemi presenti nel gioco originale: delle volte il sistema di copertura farà cilecca lasciandovi impassibili di fronte al fuoco nemico e anche l’intelligenza artificiale dei vostri compagni lascia alquanto a desiderare, obbligandovi spesso a dover intervenire per evitarne una prematura scomparsa.

Come per Le memorie perdute di Kasumi, la vera nota dolente di questa espansione purtroppo è di nuovo la longevità: seppur lievemente più lunga della precedente, potrete facilmente portare a termine Overlord in un’ora e mezza scarsa, sbloccando buona parte degli Achievement disponibili. In questo caso, inoltre, non otterrete né nuove armi né nuovi personaggi da utilizzare nella trama principale, rendendo quindi sotto questo aspetto il “replay value” ancora più basso.

The End?

Se come me siete rimasti affascinati dall’universo di Mass Effect, questa espansione è senza dubbio un must buy. Nonostante la breve durata, il prezzo piuttosto alto (560 MP) pare comunque giustificato dagli altissimi valori di produzione che rendono questo DLC uno dei migliori finora usciti (e non parlo soltanto di Mass Effect 2).
Il gameplay è estremamente vario e ben realizzato e anche la trama e i dialoghi sono all’altezza delle migliori serie televisive Sci-Fi. Le sezioni platform, i minigiochi e gli enigmi, purtroppo quasi assenti nella storia principale, pongono le premesse per far sì che il terzo e ultimo capitolo della saga sia qualcosa di veramente eccezionale.

 

DISCUTINE SUL FORUM