Mass Effect 2 DLC: Avvento - Articoli

Nell'attesa dell'ultimo capitolo della trilogia spaziale a cura di Bioware, avente per protagonista il celeberrimo comandante Shepard, viene rilascia sul Marketplace e sul PS Store l'espansione 'Arrival', adattata in italiano 'Avvento'. Quest'ultima avventura vedra' il comandante Shepard lanciarsi in aiuto di una scienziata umana, la dottoressa Kenson, che sostiene di avere le prove dell'imminente invasione dei Razziatori. Cerchiamo di scoprire se questo DLC vale i 560 MP o i 7 Euro necessari per aggiungerla al proprio diario.

Nell’attesa dell’ultimo capitolo della trilogia spaziale a cura di Bioware, avente per protagonista il celeberrimo comandante Shepard, viene rilascia sul Marketplace e sul PS Store l’espansione “Arrival”, adattata in italiano “Avvento”. Quest’ultima avventura vedrà il comandante Shepard lanciarsi in aiuto di una scienziata umana, la dottoressa Kenson, che sostiene di avere le prove dell’imminente invasione dei Razziatori. Cerchiamo di scoprire se questo DLC vale i 560 MP o i 7 € necessari per aggiungerla al proprio diario.

Metal Gear Shepard?

Subito dopo aver installato il contenuto e avviato il gioco, controllando il terminale privato verremo contattati nientemeno che dall’ammiraglio Hackett, ben noto personaggio per tutti quelli che hanno avuto la fortuna di giocare il primo capitolo di questa saga. L’ammiraglio ci informerà che una sua scienziata e amica è stata catturata con l’accusa di terrorismo da un gruppo di Batarian, e ci chiederà come suo favore personale di andare in suo aiuto. Da soli. Ma come, direte voi, gran parte delle vicende di Mass Effect 2 sono dedicate ai vari alleati e ora ci chiedono di affrontare questa missione da soli? Ebbene sì.
Ma le sorprese non finiscono qui, dopo aver accettato l’incarico e giunti sul luogo di detenzione della Kenson, ci viene proposto un approccio stealth, come trapelato dalle prime indiscrezioni diffusesi in rete; uno dei tre obiettivi aggiuntivi, infatti, richiede di superare questa parte senza essere notati. Sarà una cosa avvincente? In realtà non molto dato che tale sessione è molto breve, e soprattutto non bisognerà ricorrere a stratagemmi di alcun tipo per superarle, basterà scegliere la strada giusta considerando che le sentinelle saranno paralizzate ai loro posti, senza fare neanche un minimo di pattugliamento.

L’uscita è sempre in fondo a destra

Non appena troveremo la dottoressa Kenson, comincia a farsi sentire il più grande difetto di questo contenuto: la linearità. Infatti quello che dovremo fare per tutta la durata dell’avventura sarà recarci dal punto A al punto B e superare la piccola fase iniziale di esplorazione “stealth”, dove se ci impegneremo a esplorare potremmo essere ricompensati con una tecnologia bonus o due. Per il resto non c’è nessuna possibilità di scelta, la porta per andare avanti si aprirà soltanto dopo aver fatto il necessario per proseguire con la trama, e ciò è aggravato dalle ambientazioni, che sono solo due e piuttosto spoglie, ad eccezione del finale che ci regala qualcosa di diverso.
Tornando alla trama, corredata in questa espansione da cutscene ben fatte, senz’altro superiori a quelle viste negli altri contenuti scaricabili, la narrazione è ottima come al solito, anche se attinge da idee già sfruttate per la stessa serie, e finalmente vengono tirati in ballo anche i Razziatori che nel gioco principale erano stati un po’ trascurati. Peccato solo che manca la possibilità di scelta tipica di questo genere di gioco, infatti saremo obbligati a seguire il flusso degli eventi e ad agire in un certo modo, quando invece di fronte a certe situazioni ci saremmo aspettati eventuali bivi legati a scelte importanti.

La resa dei conti è vicina…

A conti fatti, vale la pena acquistare “Avvento” oppure è meglio aspettare direttamente l’ultimo capitolo? La durata dell’avventura è di circa un’ora e mezza, che potrebbe aumentare se ci si vuole cimentare nello sbloccare tutti gli obiettivi, di cui uno non banale anche per i giocatori più navigati. Il contenuto si presenta quindi sufficiente, ma siamo lontani dai livelli qualitativi de “L’Ombra”, ed è un peccato che l’ultima espansione prima del capitolo conclusivo della saga sia solamente “sufficiente”. Che Bioware abbia veramente venduto l’anima a EA come molti sostengono, visto il continuo flusso di DLC per i suoi titoli di punta, spesso mediocri? Al di là di queste considerazioni, l’acquisto è comunque consigliato ai fan della serie che desiderano passare altro tempo a solcare la galassia con la Normandy, mentre per gli altri questo contenuto potrebbe risultare evitabile, non aggiungendo nulla di particolare all’esperienza di gioco. E restiamo in ogni caso preparati e fiduciosi per l’avvento vero e proprio, fissato per per un generico “Holiday 2011”.

 

DISCUTINE SUL FORUM