Mass Effect 3: Il Leviatano - Articoli

Dopo le numerose espansioni gratuite che sono andate ad accrescere e ad alimentare l'interesse verso il comparto multiplayer di questo Mass Effect 3, è in arrivo finalmente la prima espansione dedicata al single playerIl Leviatano. Sebbene Bioware ci abbia regalato dei DLC veramente ben curati nel corso di questa saga, non sono mancati quelli volti semplicemente a fare cassa spremendo il più possibile il brand. A quale di queste due categorie appartiene Il Leviatano? Scopritelo leggendo questa recensione!

Dopo le numerose espansioni gratuite che sono andate ad accrescere e ad alimentare l’interesse verso il comparto multiplayer di questo Mass Effect 3, è in arrivo finalmente la prima espansione dedicata al single playerIl Leviatano. Sebbene Bioware ci abbia regalato dei DLC veramente ben curati nel corso di questa saga, non sono mancati quelli volti semplicemente a fare cassa spremendo il più possibile il brand. A quale di queste due categorie appartiene Il Leviatano? Scopritelo leggendo questa recensione!

Qualcosa in grado di distruggere un razziatore

Il contenuto aggiuntivo questa volta non va ad espandere il finale ma aggiunge semplicemente una nuova tappa alla ricerca di alleati da schierare contro i razziatori: è per questo che una volta scoperto che esiste una qualche entità in grado di distruggerli, è assolutamente necessario indagare. È così che comincia questa avventura, all’interno di un laboratorio nella cittadella dove venivano studiate le tracce di questo ammazza-razziatori, chiamato amichevolmente “Il Leviatano”. A partire da questo punto, la trama si sviluppa in modo solido, senza mai scadere nel banale: l’atmosfera è ottima e non mancano diversi colpi di scena. Il tutto è condito con nuove importanti rivelazioni sull’universo di Mass Effect, che faranno sicuramente gola agli appassionati del brand, dando loro un ottimo motivo per riprendere il gioco anche dopo aver portato a compimento l’avventura del celeberrimo comandante Shepard. In particolare, viene migliorato il contesto su cui è basato il finale esteso, a ribadire ancora una volta che non c’è alcun indottrinamento e Shepard è perfettamente lucido nelle chiacchieratissime fasi finali di questo capitolo (per fortuna o purtroppo lo decidete voi). Queste rivelazioni potrebbero anche avere un certo peso nell’eventualità di un seguito, come scoprirete voi stessi. Il tutto è condito con qualche momento comico seminato qua e là, perfettamente in linea con lo spirito della saga e ottimo per spezzare un po’ la tensione.


A caccia di leggende

L’espansione si snoda in molteplici location, c’è più varietà rispetto a quanto visto nei precedenti DLC. Ci sono molti dialoghi e molti combattimenti, e questi ultimi a volte presentano anche delle piacevoli variazioni rispetto al solito “spara al nemico e avanza”. Inoltre ci saranno anche delle fasi di esplorazione e di indagine: queste aggiunte sono senz’altro gradite, anche se purtroppo sono estremamente guidate e quindi non offrono una particolare sfida. È un vero peccato, considerando che con poche modifiche si sarebbero potute aggiungere delle novità nelgameplay e si sarebbe senza dubbio allungata la longevità totale dell’espansione, che comunque si attesta intorno alle 3 ore che possono anche aumentare qualora si decida di esplorare a fondo i luoghi e approfondire tutti i dialoghi. A proposito di dialoghi, sarete contenti di sapere che in questa espansione tutti i personaggi sono stati doppiati (nei precedenti DLC erano stati doppiati solo i protagonisti e gli altri compagni rimanevano sempre silenziosi). Oltre alle battute all’interno delle missioni, i nostri fedeli alleati commenteranno anche le nostre azioni sullaNormandy, per mezzo di dialoghi non interattivi. Non mancheranno innumerevoli extra da recuperare: nuovi equipaggimaneti, una nuova abilità bonus per Shepard e un particolarissimo oggetto da custodire nella vostra cabina (se ne avrete il coraggio!). È un peccato la quasi totale assenza di scelte: in effetti, sebbene avremo molte opzioni di dialogo per impostare la conversazione come meglio crediamo, nel corso di questa storia saremo trascinati dagli eventi e non potremo compiere nessuna decisione vera e propria che andrà a influenzare l’epilogo.


Le tenebre sono impenetrabili

In fin dei conti, l’atavica domanda che ci poniamo ogni volta che vediamo comparire un nuovo DLC per i nostri giochi preferiti è: ne varrà la pena? Il prezzo non è basso ma l’espansione è completa di tutto e ha una longevità discreta, e inoltre fa luce su alcuni lati ancora oscuri della saga. È triste constatare la presenza di diverse occasioni sprecate per aggiungere una maggiore varietà al gameplay, ma la qualità rimane lo stesso alta. Bisogna poi spezzare una lancia in favore di Bioware, in quanto è chiaro che questa espansione sia una vera e propria aggiunta al gioco, e non semplicemente una parte mutilata per poi rivenderla a caro prezzo (qualcuno ha nominato Javik il Prothean?). A voi la decisione finale, la nostra raccomandazione è di non farvi scappare questa piccola perla se siete dei veri appassionati della saga!

Un Commento a “Mass Effect 3: Il Leviatano”

  1. Manux_85 on

    Strano leggere pareri positivi riguardo ad un DLC :asd:

    già pensavo di comprarlo… ora ho avuto una certezza in più sulla mia decisione! 😀 mi devo ancora scaricare il finale esteso e a questo punto mi prendo tutto assieme e me lo ricomincio! :rulla:

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.