SoundCore Liberty 3 Pro - Hardware-Test

Il panorama delle cuffie in ear wireless è sicuramente sconfinato, con numerosi modelli dei più svariati produttori che affollano costantemente le vetrine degli store, sia online che fisici. Tra i marchi più interessanti quando parliamo di rapporto qualità/prezzo, però, è innegabile come un posto di spicco spetti ad Soundcore, che è da poco tornata con prepotenza sul mercato grazie alle Liberty 3 Pro, auricolari di fascia alta caratterizzate da prestazioni e tecnologia sicuramente interessanti.

Il suono dell’eleganza

Il primo impatto con le SoundCore Liberty 3 Pro è senza dubbio estremamente piacevole, e restituisce una sensazione di cura per il dettaglio davvero notevole. Gli auricolari sono contenuti in una elegante confezione con apertura a libro, dotata di chiusura magnetica, all’interno della quale troviamo alloggiati in modo impeccabile i due trasmettitori, la custodia e la doppia serie di cuscinetti e gommini, ciascuna di quattro dimensioni differenti. A completare la dotazione troviamo, oltre al manuale di istruzioni, il cavo USB di tipo C per la ricarica. Le cuffie sono realizzate in plastica, ma a dispetto del materiale, grazie anche alle dimensioni estremamente contenute (17,5×28,27mm), la sensazione di solidità restituita è tangibile e convincente, nonostante l’estrema leggerezza del tutto (solo 7,7 grammi ciascuno). Tutto ciò va a completo vantaggio della comodità di utilizzo, che grazie anche alle differenti dotazioni sopra indicate, in grado di adattarsi perfettamente ad ogni tipo di orecchio, rendono le cuffie estremamente portabili, senza il rischio di affaticare l’utilizzatore. Il che le rende ideali per qualsiasi utilizzo, anche per quanto concerne lo sport, grazie alla presenza della certificazione IPX4, che le rende resistenti ad acqua e sudore. La portabilità è evidenziata anche dalla elegante custodia, che funge da dock di ricarica, caratterizzata da un design a saponetta in plastica satinata, dall’apertura a slitta e dotata di dimensioni assai ridotte, che le consentono di essere traportata praticamente in ogni situazione.

Piccole ma grandi

Andando ad esaminare le caratteristiche tecniche di queste SoundCore Liberty 3 Pro, possiamo constatare come il driver audio sia il classico da 10,6mm, capace di restituire una qualità sonora sicuramente apprezzabile e convincente. Il tutto è impreziosito dalla tecnologia proprietaria di Anker, ovvero la ACAA (Astria Coaxial Acoustic Architecture) di seconda generazione, che permette un trasferimento del suono nitido e privo di sbavature od interferenze per quanto riguarda la resa delle varie frequenze. Come tipologia di connessione abbiamo un chip bluetooth 5.2, capace di garantire una latenza davvero minima. Possibile, inoltre, l’accoppiamento delle cuffie con due dispositivi simultaneamente, feature molto utile per un ascolto condiviso, oppure (lato gaming) per poter giocare e rispondere al telefono utilizzando un singolo device. A livello di codec audio, oltre ai consueti SBC e AAC, vale la pena di sottolineare l’introduzione dell’LDAC di Sony, che riesce a garantire lo streaming audio in alta qualità, a patto di sacrificare un po’ la resa della batteria. Quest’ultima si è rivelata essere quasi in linea con le specifiche diramate dal produttore, che parlano di un’autonomia di massima di 8 ore, che scende a 6 se utilizziamo la cancellazione attiva del rumore. Il monte ore può essere aumentato sino a 32 grazie alla custodia di ricarica, che presenta anche una funzione di quick charge: sono sufficienti solo 15 minuti per garantire 3 ore di riproduzione. Parlando del citato sistema di riduzione del rumore, le SoundCore Liberty 3 Pro sono risultate davvero convincenti sotto questo aspetto, grazie anche ai differenti preset che è possibile impostare. A stupire con veemenza è la funzionalità che permette di adattare al rumore ambientale il livello di attutimento, senza che venga compromessa in modo sensibile la resa audio. Tutto può essere gestito tramite la consueta app Soundcore, al cui interno è presente la funzionalità HeariD: si tratta di un test dell’orecchio, che in circa 5 minuti riesce ad analizzare i nostri padiglioni auricolari, così da impostare un’equalizzazione personalizzata per ciascun utente. Ovviamente sarà sempre possibile intervenire su tali valori grazie ad un equalizzatore parametrico, così come sfruttare in completa libertà i vari preset resi disponibili. L’app ci consente anche di settare i vari livelli della cancellazione del rumore, oltre a permetterci di impostare la modalità trasparenza ed eventualmente la riduzione dell’effetto vento. Il software può anche essere sfruttato per personalizzare i controlli touch presenti sulle cuffie, che consentono 4 distinti metodi di interazione: tocco singolo, doppio, triplo e prolungato. Si tratta, in definitiva, di un pacchetto estremamente completo e versatile, che consente di personalizzare in modo davvero efficace ed ottimale la coppia di auricolari.

Esperienza bilanciata

La domanda, giunti a questo punto, non può che essere una sola: come si comportano queste SoundCore Liberty 3 Pro? È innegabile come il giudizio sia già emerso in parte nei paragrafi precedenti, ma è bene comunque sottolineare ancora una volta, con maggiore efficacia, come lato audio la resa sia davvero in linea con le aspettative. A colpire principalmente è il modo in cui le varie frequenze siano rese in modo bilanciato e mai invasivo, qualunque sia il preset selezionato, così da garantire una fedeltà di ascolto convincente e realistica, anche se il volume massimo disponibile non è poi così elevato. A livello di ascolto musicale, pertanto, possiamo ritenerci più che soddisfatti del lavoro svolto dalle piccole new entry di casa SoundCore. Volendo è possibile anche impiegarle per la fruizione di film, grazie alla presenza di una feature 3D, che restituisce un effetto surround di tipo virtuale tutto sommato apprezzabile. Solida anche la resa per quanto riguarda le chiamate, anche se in caso di ambienti eccessivamente rumorosi si fa un po’ più di fatica, ma si tratta comunque un difetto quanto mai marginale. A voler trovare il classico pelo nell’uovo, almeno per il sottoscritto, sono risultati un po’ scomodi i controlli touch, ma questo perché avendo i capelli lunghi non sono rare le volte in cui gli auricolari risultano coperti, e pertanto non è possibile intervenire con la rapidità desiderata. Una piccolezza davvero, ma mi sembrava brutto chiudere l’articolo senza trovare almeno una magagna (per quanto puramente velleitaria).

Difficile rimanere delusi da queste SoundCore Liberty 3 Pro, che dimostrano ancora una volta la qualità realizzativa del brand, che è riuscito a migliorare ulteriormente i suoi auricolari di fascia alta. Certo, il prezzo non è propriamente alla portata di tutti (parliamo di € 159,00 ufficiali), ma data la qualità complessiva dell’offerta trovo il tutto decisamente giustificato. Caratterizzate da una resa audio estremamente convincente, oltre che da una serie di feature di indubbia qualità, le SoundCore Liberty 3 Pro non possono che essere caldamente consigliate a tutti coloro che sono in cerca di auricolari wireless estremamente versatili, oltre che comodissime da utilizzare. Oltre che davvero molto belle da vedere.