Marvel’s Iron Man VR - Hands-On

Se avete intenzione di dare un’occhiata a Marvel’s Iron Man VR, fareste bene ad armarvi di un po’ di pazienza, dato che il file da scaricare tramite il PSN pesa circa 26 gigabyte. Una volta installato sarà possibile, dopo aver calibrato il tutto, lanciarci nel prologo che funge da esaustivo tutorial. Il mio consiglio è quello di passarci un po’ di tempo, sia perché il sistema di controllo (che sfrutta una coppia di Move) è alquanto particolare ed inusuale, sia per affinare la nostra tecnica di movimento aereo, che ci servirà moltissimo nella prima missione del gioco, presente nella versione di prova e che conclude il nostro incontro preliminare con Marvel’s Iron Man VR.

Il vestito nuovo di Tony Stark

Una volta calati letteralmente all’interno della tuta di Tony Stark, ci troveremo a dover effettuarne il collaudo, sfrecciando per i cieli che circondano l’imponente villa del milionario statunitense. I ragazzi di Camouflaj, il team responsabile del gioco, hanno scelto di basare il sistema di locomozione sui postbruciatori alloggiati nelle mani dell’armatura metallica, che a seconda del modo in cui li indirizzeremo sfruttando il motion controller, ci permetteranno di librarci e spostarci nell’aria: vorremo sfrecciare in avanti? Ecco allora che dovremo distendere le braccia, con i palmi rivolti all’indietro. Preferiamo salire di quota? Mani indirizzate verso il basso ed il gioco è fatto. Premendo due volte il grilletto posto nei Move, avremo a disposizione un piccolo boost, che ci permetterà di scattare a velocità supersonica per un breve lasso di tempo. Il meccanismo di controllo, come evidente, necessita di un po’ di pratica per essere addomesticato, ma è risultato molto coerente con l’esperienza di gioco proposta, oltre che reattivo ed intuitivo: onestamente, ad una prima occhiata, trovo davvero difficile poter escogitare di meglio. Ovviamente svolazzare non sarà l’unica cosa che potremo fare, dato che dalle mani saremo anche in grado di scagliare proiettili di energia, oppure sferrare devastanti pugni distruttori: queste abilità saranno messe alla prova in un piccolo percorso a tempo, presente nel tutorial, grazie al quale potremo anche sfidare il record del team di sviluppo. Completata questa parentesi introduttiva, ecco che ci troveremo a bordo dello Stark Force One, l’aereo privato del nostro Tony, che dopo una breve sequenza animata che ci vedrà interagire con l’IA Friday e Pepper Pots, finirà per essere messo in pericolo da alcuni droni da combattimento. Sbalzati fuori dal velivolo, dopo uno spettacolare salto, finiremo per riunirci alla nostra fida armatura, e saremo pronti a fare piazza pulita delle unità nemiche. La porzione di gioco in questione, però, non sarà caratterizzata soltanto da elementi shooter, dato che in alcuni momenti saremo chiamati ed eseguire altre azioni, come spegnere un incendio nei pressi di uno dei motori, oppure sbloccare un flap. Terminata la missione torneremo al menu di gioco, che ci permetterà di riaffrontare a piacere il percorso presente nel prologo, così da spingerci a migliorare il nostro tempo.

Vola, colomba di acciaio, vola

La demo di Marvel’s Iron Man VR, per quanto breve, è risultata comunque molto divertente, soprattutto in virtù dell’ottimo sistema di controllo realizzato che, pur al netto del tempo richiesto per essere domato a dovere, si è rivelato molto calzante con l’esperienza di gioco proposta. Il problema, ma che potrà essere risolto solo in fase di recensione, è da riscontare nella natura della struttura ludica complessiva che sarà chiamata a sorreggere l’esperienza, che dovrà essere sufficientemente avvincente (e si spera longeva) da garantire il coinvolgimento costante del giocatore: se il tutto si dovesse concludere con una serie di missioni tutte uguali, ecco che la magia di essere davvero nei panni di Tony Stark finirà per scemare molto presto. Qualche perplessità, seppur minima, l’ha riservata anche il comparto tecnico, che soprattutto nel prologo ha evidenziato un pop up degli elementi (l’ambiente nei pressi della villa) davvero un po’ troppo marcato. Nessun problema, invece, durante la missione, dato che è ambientata interamente nei cieli. Da apprezzare, invece, la presenza del doppiaggio nella nostra lingua, anche se abituato alle voci cinematografiche ho trovato un po’ fuori luogo quella di Tony. Si tratta comunque di un parare puramente personale e soggettivo, sia chiaro.

Marvel’s Iron Man VR parte da premesse decisamente interessanti, almeno a giudicare da questa breve demo, visto il modo in cui riesce a calare efficacemente il giocatore nei panni metallici del nostro Tony Stark. Intrigante nel sistema di controllo, che (strano a dirsi) non mi ha causato nessun accenno di motion sickness, il gioco Camouflaj potrebbe rappresentare davvero la materializzazione del più ardito dei sogni che ogni amante dell’eroe Marvel ha chiuso nel cuore. La porzione giocata è stata sicuramente divertente ed appassionante, pertanto gli unici dubbi sono relativi alla solidità dell’esperienza completa, dubbi che potranno però essere spazzati via soltanto in fase di recensione. Per il momento attendiamo comunque con fiducia la release finale.

Un Commento a “Marvel’s Iron Man VR”

  1. stalex on

    L’ho provato anche io, la demo è davvero molto valida. Hanno saputo camuffare abbastanza bene i limite del VR.

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.