Ce l’hai fatta un’altra volta Geoff! - Articoli

Stanotte si sono tenuti i The Games Awards 2015, e un'altra volta il mattatore Geoff Keighley ha creato un hype decisamente spesso per portare i giocatori di tutto il mondo a vedere il suo programma.
Numeri roboanti hanno anticipato un evento che ogni anno arriva con un bel carico di aspettative e conseguenti cocenti delusioni.
Il 2015 non è stato da meno.
Ma cosa è stato detto sul palco dei TGA 2015? Un palco, che ha visto ospiti come Phil Spencer, capo della divisione Xbox di Ms, Reggie Fils Aime, presidente di Nintendo of America e Shawn Layden, amministratore delegato di Sony Computer Entertainment America.
Nulla che non sapessimo già o almeno nulla che possa in qualche modo giustificarne la visione.

Stanotte si sono tenuti i The Games Awards 2015, e un’altra volta il mattatore Geoff Keighley ha creato un hype decisamente spesso per portare i giocatori di tutto il mondo a vedere il suo programma.
Numeri roboanti hanno anticipato un evento che ogni anno arriva con un bel carico di aspettative e conseguenti cocenti delusioni.
Il 2015 non è stato da meno.
Ma cosa è stato detto sul palco dei TGA 2015? Un palco, che ha visto ospiti come Phil Spencer, capo della divisione Xbox di Ms, Reggie Fils Aime, presidente di Nintendo of America e Shawn Layden, amministratore delegato di Sony Computer Entertainment America.
Nulla che non sapessimo già o almeno nulla che possa in qualche modo giustificarne la visione.


Ma andiamo con ordine dicendo e commentando i premi che sono stati assegnati.
Tengo a precisare che questi sono i miei pensieri personalissimi e non rispecchiano la totalità della redazione. Poi il fatto che rispecchino la realtà è puramente casuale (buffoncello! NdR).

2015 Industry Icon Award

  • Westwood Studios co-founders Brett Sperry and Louis Castle

Seri?
L’anno della morte di Satoru Iwata, tanto per dirne una leggermente più incisiva, il premio come Icona dell’intera industria del 2015 va a questi 2. Teniamo presente che Westwood è chiusa dal 2003 e che Louis Castle è un Zinga.

Game of the Year

  • Bloodborne (FromSoftware / Sony Computer Entertainment)
  • Fallout 4 (Bethesda Game Studios / Bethesda Softworks)
  • Metal Gear Solid V: The Phantom Pain (Kojima Productions / Konami)
  • Super Mario Maker (Nintendo)
  • The Witcher 3: Wild Hunt (CD Projekt Red / Warner Bros Interactive Entertainment)

Abbastanza telefonato anche se mancano alcuni pezzi da 90 anche solo tra i canditati, su tutti Xenoblade Chronicles X o Halo 5.

Developer of the Year 

  • Bethesda Game Studios
  • CD Projekt Red
  • FromSoftware
  • Kojima Productions
  • Nintendo

Ora non voglio fare volutamente polemica o sembrare di parte, ma come si fa a non dare questo premio a Nintendo, che nel 2015 ha sfornato un numero altissimo di prodotti di qualità? Ma poi seriamente vogliamo premiare come “sviluppatori” chi ha dovuto fare decine di patch per correggere ogni volta qualcosa che avevano corrotto con la precedente? E’ un premio allo sviluppo o alle vendite?

Best Independent Game

  • Axiom Verge (Tom Happ)
  • Her Story (Sam Barlow)
  • Ori and the Blind Forest (Moon Studios)
  • Rocket League (Psyonix)
  • Undertale (tobyfox)

Anche questa piuttosto telefonata. Anche se quel piccolo capolavoro di Ori and the Blind Story grida vendetta.

Best Mobile/Handheld Game

  • Downwell (Moppin / Devolver Digital)
  • Fallout Shelter (Bethesda Game Studios | Behaviour Interactive / Bethesda Softworks)
  • Lara Croft GO (Square Enix Montreal / Square Enix)
  • Monster Hunter 4: Ultimate (Capcom)
  • Pac-Man 256 (Hipster Whale / Bandai Namco Entertainment)

Questo premio è stata la pietra dello scandalo che mi ha spinto a scrivere questo pezzo.
In una categoria dove abbiamo Monster Hunter 4, dove non sono presenti elementi di peso come Mario&Luigi Paper Jam, vince un gioco per cellulari??

Best Narrative

  • Her Story (Sam Barlow)
  • Life Is Strange (DONTNOD Entertainment / Square Enix)
  • Tales From The Borderlands (TellTale Games)
  • The Witcher 3: Wild Hunt (CD Projekt Red / Warner Bros Interactive Entertainment)
  • Until Dawn (Supermassive Games / Sony Computer Entertainment)

Nulla da dire anche se penso che il premio sia stato spinto da ben altri fattori.

Best Art Direction

  • Batman: Arkham Knight (Rocksteady Studios / Warner Bros Interactive Entertainment)
  • Bloodborne (FromSoftware / Sony Computer Entertainment)
  • Metal Gear Solid V: The Phantom Pain (Kojima Productions / Konami)
  • Ori and the Blind Forest (Moon Studios / Microsoft Studios)
  • The Witcher 3: Wild Hunt (CD Projekt Red / Warner Bros Interactive Entertainment)

Uno dei pochi premi con cui mi trovo daccordo, anche se alcune presenze tra i candidati fanno un po’ storcere il naso.

Best Score/Soundtrack

  • Fallout 4 (Bethesda Game Studios / Bethesda Softworks)
  • Halo 5: Guardians (343 Industries / Microsoft Studios)
  • Metal Gear Solid V: The Phantom Pain (Kojima Productions / Konami)
  • Ori and the Blind Forest (Moon Studios / Microsoft Studios)
  • The Witcher 3: Wild Hunt (CD Projekt Red/ Warner Bros Interactive Entertainment)

E ci risiamo a bomba. Seri? Con una colonna sonora curata da Kazuma Jinnouchi ispirata a MArty O’Donnel (Halo 5) ed una colpevolmente esclusa da parte di Hiroyuki Sawano (Xenoblade Chronicles X) premiamo una compilation di tracce commerciali?

Best Performance

  • Ashly Burch as Chloe Price (Life is Strange)
  • Camilla Luddington as Lara Croft (Rise of the Tomb Raider)
  • Doug Cockle as Geralt (The Witcher 3: Wild Hunt)
  • Mark Hamill as The Joker (Batman: Arkham Knight)
  • Viva Seifert (Her Story)

Come diretta conseguenza del premio poco sopra.

Games for Change Award

  • Cibele (Nina Freeman)
  • Her Story (Sam Barlow)
  • Life Is Strange (DONTNOD Entertainment / Square Enix) 
  • Sunset (Tale of Tales)
  • Undertale (tobyfox)

Anche questo rappresenta di come non si sappia che premi dare ai giochi per farli emergere.
Life is Strange è valido per ben altri motivi di quelli legati a questo premio. Personalmente ci avrei visto bene Her Story, qui sì.

Best Shooter

  • Call of Duty: Black Ops 3 (Treyarch / Activision)
  • Destiny: The Taken King (Bungie / Activision)
  • Halo 5: Guardians (343 Industries / Microsoft Studios)
  • Splatoon (Nintendo)
  • Star Wars Battlefront (DICE / Electronic Arts)

Nomina che mi lascia interdetto. Chiariamoci ho adorato Splatoon ed effettivamente è una ventata di aria fresca nell’arido e poco innovativo mondo degli sparatutto online. Vedo questo premio più come una pacca sulle spalle e un incoraggiamento che come un premio vero e proprio.

Best Action/Adventure Game

  • Assassin’s Creed Syndicate (Ubisoft Quebec / Ubisoft)
  • Batman: Arkham Knight (Rocksteady Studios / Warner Bros Interactive Entertainment)
  • Metal Gear Solid V: The Phantom Pain (Kojima Productions / Konami)
  • Ori and the Blind Forest (Moon Studios / Microsoft Studios)
  • Rise of the Tomb Raider (Crystal Dynamics / Microsoft Studios)

Qualcosa dovevano pur dagli, no? Certo ci fosse stato il premio miglior gioco incompleto sarebbe stato più azzeccato, ma che ci vogliamo fare?

Best Role-Playing Game

  • Bloodborne (FromSoftware / Sony Computer Entertainment)
  • Fallout 4 (Bethesda Game Studios / Bethesda Softworks)
  • Pillars of Eternity (Obsidian Entertainment / Paradox Interactive)
  • The Witcher 3: Wild Hunt (CD Projekt Red/ Warner Bros Interactive Entertainment)
  • Undertale (tobyfox)

A parte mancare gioconi come Divinity e Xenoblade (GOTY a mio modestissimo parere), posso quasi riconoscere a The Witcher 3 la capacità di aver attirato l’attenzione su un genere meno accessibile ed aver imbastito un mondo coerente e adulto.

Best Fighting Game

  • Guilty Gear Xrd –SIGN– (Arc System Works / Aksys Games)
  • Mortal Kombat X (NetherRealm Studios / Warner Bros Interactive Entertainment) 
  • Rise of Incarnates (Bandai Namco Entertainment)
  • Rising Thunder (Radiant Entertainment)

Nulla da ridire, anche se Guilty Gear meritava sicuramente di più.

Best Family Game

  • Disney Infinity 3.0 (Avalanche Studios / Disney Interactive Studios)
  • LEGO Dimensions (Traveller’s Tales / Warner Bros Interactive Entertainment)
  • Skylanders: SuperChargers (Vicarious Visions | Beenox Studios / Activision)
  • Splatoon (Nintendo)
  • Super Mario Maker (Nintendo)

Anche qui una bella lotta. I videogames con giocattoli sicuramente sono più apprezzati dai bambini. Aver premiato Super Mario Maker, un gioco prettamente single player che però ha dalla sua una forte condivisione di creazioni mi lascia un po’ perplesso.

Best Sports/Racing Game

  • FIFA 16 (EA Canada / Electronic Arts)
  • Forza Motorsport 6 (Turn 10 Studios / Microsoft Studios)
  • NBA 2K16 (Visual Concepts / 2K Sports)
  • Pro Evolution Soccer 2016 (PES Productions / Konami)
  • Rocket League (Psyonix)

Ahahahahahahahahahahahahahahahahahahaha

Best Multiplayer

  • Call of Duty: Black Ops 3 (Treyarch / Activision)
  • Destiny: The Taken King (Bungie / Activision)
  • Halo 5: Guardians (343 Industries / Microsoft Studios)
  • Rocket League (Psyonix)
  • Splatoon (Nintendo)

Un premio totalmente inaspettato se devo essere sincero. Meritato? Sicuramente insieme a Rocket League cerca un po’ di svecchiare un po’ la formula. Certo il fatto che il premio multiplayer vada ad un gioco che non ha chat vocale, che non presenta inviti, che abbia problemi strutturali seri è un po’ imbarazzante.

Most Anticipated Game

  • Horizon Zero Dawn (Guerrilla Games / Sony Computer Entertainment)
  • No Man’s Sky (Hello Games)
  • Quantum Break (Remedy Entertainment / Microsoft Studios)
  • The Last Guardian (GenDesign/ Sony Computer Entertainment)
  • Uncharted 4: A Thief’s End (Naughty Dog / Sony Computer Entertainment)

Alzo le mani, mi sarebbe andata bene qualsiasi altra nomination.

E questi erano i premi che danno il nome all’evento.
Arriviamo invece alle notizione che si ventilavano nei giorni precedenti alla trasmissione.
Siete pronti? Mettetevi a sedere perché alcune sono pesantissime (sarcasmo a profusione).

  • Mortal Kombat X avrà altri combattenti!
    Applausi
  • Gli sviluppatori di Gone Home lavoreranno ad un nuovo gioco intitolato Dove l’acqua ha il sapore del Vino.
    Sono dell’idea che sia una autobiografia.
  • DLC di Tomb Raider
  • DLC di Goat Simulator
  • DLC di Halo 5
  • Nuovo trailer di Uncharted 4
  • Nuovo trailer di Quantum Break
  • Nuovo trailer di Far Cry Primal
  • I TellTale realizzeranno una serie su Batman e uno spin off su Michonne di The Walking Dead
  • Nuovo gioco su Shaq Fu
    Come se quello vecchio non ci avesse traumatizzato abbastanza.
  • Psychonauts 2 ufficialmente presentato. Sarà finanziato tramite crowdfunding.
    So che avrei dovuto inserire una pausa tra le due frasi, anche solo per farvi un po’ sperare. Ho pensato che l’effetto cerotto strappato al volo fosse meglio in questi casi.
  • Rocket League annunciato per Xbox One, con mezzi ispirati alla serie Gears of War e Halo
  • Annunciato Shadow Complex Remastered.
    Effettivamente l’assenza di una remastered ad un evento mi stava facendo un po’ preoccupare.
  • Konami impedisce legalmente a Kojima di partecipare alla premiazione di Metal Gears Solid V
    Ecco la notizia che troverete ovunque. L’unica che questa nostra malata industria ritiene importante.
  • Nintendo dedica un video alla memoria di Satoru Iwata
    Vai ai TGA 2015 per mostrarci solo un video su Iwata. Non ho parole e se ne ho non sono carine.

Tiriamo quindi le conclusioni di questo appuntamento annuale caratterizzato ogni anno da fuffa gonfiata a pressione nei social con sapiente e quasi sfrontata metodologia da parte degli ideatori, in prima linea Geoff Keighley e di molti partecipanti.
Quest’anno i TGA 2015 hanno raggiunto quasi 2 milioni di visualizzazioni live.
Che dire se non “ce l’hai fatta un’altra volta Geoff!”.

14 Commenti a “Ce l’hai fatta un’altra volta Geoff!”

  1. adenosina on

    best rpg lo ha vinto se non sbaglio tw3, mentre lo best sparatutto è splatoon che è meritatissimo visto che è praticamente l'unico gioco nuovo tra quelli citati oltre ad offrire momenti di alta qualità che negli altri titoli mancano da tempo. Per il miglior rpg nel caso fosse tw3 sarebbe super meritato considerando che è abbastanza omogeneo in tutti i settori mentre giochi come fallout 4 sono parecchio deficitari in alcuni aspetti

  2. Jill Sandwich on

    Stesse impressioni che ho avuto io. The Witcher 3 ha assolutamente meritato questo premio, anche se altri sono proprio ridicoli. Il premio a No Man's Sky è chiaramente pubblicitario, dato che ultimamente non se lo cagava più nessuno, poi può piacere o meno (a me per niente) ma vedendo gli altri candidati….cmq per me va anche bene il premio come migliori sviluppatori ai CD Project, almeno sono stati tra i pochissimi in questa gen che hanno saputo proporre un gioco ricchissimo dal punto di vista dei contenuti e anche un graficone.

  3. Macchiaiolo on

    Almeno dicci che avresti messo tu! :asd:

    Beh il mio Goty personale è molto combattutto.

    Quest'anno abbiamo avuto dei bei prodottini, The Witcher 3, Xenoblade Chronicles X, Batman Arkham Knight tra i più validi che mi vengono ora in mente.

    E' difficile dire quale sia migliore in assoluto perché coprono 3 generi diversi, per questo ho sempre trovato questa premiazione inutile.

    Comunque è un articolo polemico/ironico su un evento che è sempre ridicolo e poco interessante, salvo qualche annuncio che in passato ha risollevato un po' questa baracconata.

Rispondi

Per rispondere devi entrare o registrarti.