Call of Duty: Black Ops 2 – Uprising - Articoli

Uprising è il secondo dei 4 pacchetti di espansione previsti per Call of Duty: Black Ops 2. Il DLC, offerto per 1200 MP equivalenti a circa 15€, propone il consueto format di 4 mappe per il comparto competitivo, anche se questa volta una è la rivisitazione di una location del primo Black Ops, più una missione zombie.

Uprising è il secondo dei 4 pacchetti di espansione previsti per Call of Duty: Black Ops 2. Il DLC, offerto per 1200 MP equivalenti a circa 15€, propone il consueto format di 4 mappe per il comparto competitivo, anche se questa volta una è la rivisitazione di una location del primo Black Ops, più una missione zombie.

Mob of the Dead

La missione per la modalità coop zombie ci proietta nel famigerato carcere di Alcatraz dove, nei panni di uno di quattro fuggitivi (i cui volti sono prestati da attori famosi quali Micheal MadsenJoe PantolianoChazz Palminteri e Ray Liotta), dovremo riuscire a costruire un mezzo volante per lasciare la prigione, che è su un’isola. Non fosse già un’impresa ardua, il tutto si complicherà quando i cadaveri dei secondini,uccisi nel tentativo di fuga, inizieranno a rialzarsi.
Superata l’introduzione cinematografica, la struttura della missione è quella consueta delle missioni zombie, con barricate da ricostruire, porte da aprire, armi da acquistare ed ovviamente orde di non morti da fermare.
Non mancano delle novità, quali nuovi fucili ed nemici, come secondini ritornanti ed i Brutus, ritornanti più grossi e resistenti alle pallottole. Tornano le trappole, unitamente ad una novità, l’Aldilà: ad inizio missione ed una volta abbattuti, ci troveremo a fluttuare in forma ectoplasmatica all’interno della prigione. In questo stato potremo cercare di rientrare nei nostri corpi per continuare la lotta, o lanciare fulmini, con i quali sarà possibile anche dare energia a generatori, completando così delle subsfide, essenziali per la salvezza finale. Attenzione perché il numero di volte che potremo “reincarnarci” si conta sulle dita di una mano.

Soffro di vertigini…

La prima delle mappe competitive è Vertigo, l’attico di un lussuoso grattacielo indiano. 
L’ambientazione ha un’impostazione orizzontale, con percorsi percorribili abbastanza definiti e limitati nel numero. Nonostante questo la mappa appare molto divertente, grazie anche ai passaggi aperti sul vuoto senza protezione, nei quali basta un passo falso o una pallettonata presa male, per ritrovarsi a fare bungie jumping senza elastico.
Sono interessanti le vetrate, che possono essere sfondate per improvvisare nuovi passaggi di fortuna e prendere i nemici sui fianchi.
La mappa è ottima per i deathmatch e per il combattimento medium range.

Rock’n Roll

La mappa Encore non è altri che una zona concerti londinese.Troveremo sostanzialmente un palco, la zona degli spalti (dove non è possibile salire), la sala regia ed il backstage.
La zona centrale sotto il palco è molto aperta e può essere controllata con facilità da un abile cecchino appostato nel retro. Non senza pericoli però, dato che il dietro alle quinte è accessibile dalla sala regia, che a sua volta ha diverse entrate, per il classico principio del sasso-carta-forbice tipico di COD.
La zona dietro e sottostante il palco è un’intrico di corridoi, ottimo per il close combat.

Magma che mappa!

La terza location inedita è Magma, ambientata in un moderno villaggio nipponico invaso da fiumi di lava. La novità della mappa è costituita dalla mobilità del magma, che non mancherà di invaderne zone, rendendole temporaneamente non transitabili, pena trasformarsi in tizzoni ardenti.
A parte questo è la location meno clicckata sulle playlist, per l’eccessiva semplicità e banalità della sua struttura, con punti che si prestano fortemente al camperaggio selvaggio, dequilibrando così gli equilibri delle partite. È anche di dimensioni ridotte e probabilmente la meno riuscita dell’offerta.

A volte ritornano

Studio altri non è che la riproposizione di Firing Range del primo Black Ops. La topologia è la stessa ma con uno stile diverso: abbandonato il “poligono di tiro”, si è optato per ricreare una sorta di studios hollywoodiano. Nella mappa troveremo lo scorcio western, il T-Rex stile Jurassic Park facente capolino da una recinzione, la zona coi grattacieli in miniatura stile Godzilla, l’invasione degli alieni ed altro ancora. 
Tralasciato il “colore locale”, la struttura è presenta due direttrici principali di moto, dalle quali si diramano molteplici corridoi secondari e si proiettano posizioni elevate di tiro.
Come nella vecchia versione non mancano ottimi punti di camperaggio, anche con ampie visuali pro sniperoni. Evitandole però potranno avere buon gioco anche i sostenitori degli approcci più ravvicinati.

Ed infine venne il giudizio…

Uprising è un pacchetto nel suo complesso discreto: troviamo due mappe divertenti e di buona qualità come Vertigo ed Encore, ad una piuttosto scarsa come Magma. Chiude il comparto competitivo Studio, che è molto divertente ma è pur sempre un “reboot” di un qualcosa già giocato.
Mob of the Dead è una buona missione zombie, anche se preferiremmo che i Treyarch introducessero componenti realmente innovative, piuttosto che puntare tutto sulla riproposizione di volti hollywoodiani e di location famose.
Nel complesso un pacchetto interessante, magari meno considerando il prezzo di 1200 MP. Se avete il season pass ovviamente è già vostro, altrimenti vi consigliamo di procurarvi prima Revolution, che era un pochino più ispirato.